Black Hole Sun

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Black Hole Sun
Black Hole Sun.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaSoundgarden
Tipo albumSingolo
Pubblicazione4 maggio 1994
Durata5:18
Album di provenienzaSuperunknown
GenereRock alternativo
Grunge
Rock psichedelico
EtichettaA&M
ProduttoreMichael Beinhorn, Soundgarden
Registrazioneluglio–settembre 1993, Bad Animals Studio, Seattle, Washington
Formati7", 12", CD, MC
Certificazioni
Dischi d'argentoRegno Unito Regno Unito[1]
(vendite: 200 000+)
Dischi d'oroAustralia Australia[2]
(vendite: 35 000+)
Soundgarden - cronologia
Singolo precedente
(1994)
Singolo successivo
(1994)

Black Hole Sun è un brano dei Soundgarden, gruppo grunge di Seattle, e anche quello più riconoscibile e più noto; rimase per ben 7 settimane in cima alla Billboard Mainstream Rock Tracks. Fa parte del quarto album della band, Superunknown, uscito il 4 maggio 1994 con l'etichetta A&M; successivamente sarà inserito nel best-of della band, A-Sides e nella compilation solista del 2007 di Chris Cornell, The Roads We Choose - A Retrospective.

La canzone è stata premiata per la Miglior interpretazione hard rock ai Grammy Awards 1995.

Genesi e registrazione[modifica | modifica wikitesto]

La canzone fu composta dal frontman Chris Cornell; egli disse di averla scritta in circa 15 minuti[3], arrivando alla canzone usando un Leslie Speaker. Kim Thayil disse che questo strumento era perfetto per la canzone perché "è molto beatlesiano e ha un sound molto caratteristico"[4]. Chris Cornell disse che scrisse questa canzone dopo aver visto per tutto il giorno film horror. La canzone presenta una accordatura con sesta corda abbassata a Re ("Drop D"); il batterista Matt Cameron dichiarò che la canzone fu una "svolta gigantesca"[5]

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 Paul Anka ha reinterpretato il brano in versione jazz. La reinterpretazione è presente nell'album Rock Swings. Nel 2006 Peter Frampton ha incluso una sua versione del brano nel suo album strumentale Fingerprints, mentre i Copeland ne hanno registrato due diverse per la raccolta dello stesso anno Dressed Up & in Line. La cantante statunitense Anastacia ne ha registrato un'altra per il proprio album di cover rock maschili It's a Man's World, pubblicato nel 2012. Dopo la morte di Cornell nel 2017 hanno reinterpretato il brano Ann Wilson (al Jimmy Kimmel Live!), Ryan Adams, Metallica, Guns N' Roses e molti altri artisti in concerto in onore al frontman.[6][7]

Tracce singolo[modifica | modifica wikitesto]

Radio Promo CD
  1. Black Hole Sun (Chris Cornell) – 5:18
  2. Black Hole Sun (edit) (Cornell)
European/German CD numero 1
  1. Black Hole Sun (Cornell) – 5:18
  2. Like Suicide (acoustic) (Cornell) – 6:11
  3. Kickstand (live) (Cornell, Kim Thayil) – 1:58
European CD numero 2
  1. Black Hole Sun (Cornell) – 5:18
  2. Jesus Christ Pose (live) (Matt Cameron, Cornell, Ben Shepherd, Thayil)
  3. My Wave (live) (Cornell, Thayil)
  4. Spoonman (Steve Fisk remix) (Cornell)
UK Box Set
  1. Black Hole Sun (Cornell) – 5:18
  2. Beyond the Wheel (live) (Cornell)
  3. Fell on Black Days (live) (Cornell)
  4. Birth Ritual (demo) (Cornell, Cameron, Thayil)
Australian/German CD numero 2
  1. Black Hole Sun (Cornell) – 5:18
  2. Jesus Christ Pose (live) (Cameron, Cornell, Shepherd, Thayil)
  3. Beyond the Wheel (live) (Cornell)
Promo CD
  1. Black Hole Sun (Cornell) – 5:18
  2. Beyond the Wheel (live) (Cornell)
  3. Spoonman (Steve Fisk remix) (Cornell)
UK Picture 7", Cassette Single
  1. Black Hole Sun (Cornell) – 5:18
  2. My Wave (live) (Cornell, Thayil)
  3. Beyond the Wheel (live) (Cornell)
French Promo 12"
  1. Black Hole Sun (Cornell) – 5:18
Jukebox 7"
  1. Black Hole Sun (Cornell) – 5:18
  2. Spoonman (Cornell) – 4:06

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1994) Posizione
massima
Australia[8] 6
Belgio (Fiandre)[8] 37
Canada[9] 5
Finlandia[10] 13
Francia[8] 10
Germania[8] 26
Irlanda[11] 7
Nuova Zelanda[8] 22
Paesi Bassi[8] 25
Regno Unito[12] 12
Stati Uniti (alternative)[13] 2
Stati Uniti (mainstream rock)[13] 1
Stati Uniti (pop)[13] 9
Stati Uniti (radio)[13] 24
Svezia[8] 19

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Rivista Paese Riconoscimento Anno Posizione
Guitar World Stati Uniti 100 Greatest Guitar Solos[14] 2007 63
VH1 Stati Uniti 100 Greatest Songs of the '90s[15] 2007 25
VH1 Stati Uniti 100 Greatest Hard Rock Songs[16] 2008 77
Kerrang! Regno Unito 100 Greatest Singles of All Time[17] 2002 49
Q Regno Unito The 1001 Best Songs Ever[18] 2003 543
Total Guitar Regno Unito 100 Hottest Guitar Solos[19] 2006 56
The Movement Nuova Zelanda The 100 (+300) Greatest Songs of All Time[20] 2004 80
The Movement Nuova Zelanda The 77 Best Singles of the 90s[21] 2004 32
Pure Pop Messico The 100 Best Singles of All Time[22] 2003 100

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ British singles certifications - Soundgarden - Black Hole Sun, BPI. URL consultato il 22 luglio 2018.
  2. ^ (EN) ARIA Accreditations (1987-2010), ARIA Charts. URL consultato il 23 febbraio 2016.
  3. ^ "Gardener's Question Time". Kerrang!. 1º marzo 1997.
  4. ^ Gilbert, Jeff. "Sleepless in Seattle". Guitar World. Maggio 1994.
  5. ^ Clay, Jennifer. "Soundgarden: Painting Beautiful Pictures". RIP Magazine. Giugno 1996.
  6. ^ GNR cover Black Hole Sun
  7. ^ Best tributes to Cornell
  8. ^ a b c d e f g (NL) Soundgarden - Black Hole Sun, Ultratop. URL consultato il 23 febbraio 2016.
  9. ^ (EN) Top Singles - Volume 60, No. 6, August 29 1994, su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 23 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 19 maggio 2011).
  10. ^ (FI) Timo Pennanen, Sisältää hitin - levyt ja esittäjät Suomen musiikkilistoilla vuodesta 1972, 1ª ed., Helsinki, Kustannusosakeyhtiö Otava, 2006, ISBN 978-951-1-21053-5.
  11. ^ Irish Recorded Music Association, Search the Charts - Black Hole Sun, Fireball Media. URL consultato il 23 febbraio 2016.
  12. ^ (EN) Official Singles Chart Top 100: 21 August 1994 - 27 August 1994, Official Charts Company. URL consultato il 23 febbraio 2016.
  13. ^ a b c d (EN) Soundgarden - Chart history, Billboard. URL consultato il 23 febbraio 2016.
  14. ^ (EN) 100 Greatest Guitar Solos, Guitar World. URL consultato il 6 maggio 2015.
  15. ^ (EN) VH1: 100 Greatest Songs of the '90s, VH1. URL consultato il 6 maggio 2015.
  16. ^ (EN) VH1: 100 Greatest Hard Rock Songs, VH1. URL consultato il 6 maggio 2015.
  17. ^ (EN) 100 Greatest Singles of All Time, Kerrang!. URL consultato il 6 maggio 2015.
  18. ^ (EN) The 1001 Best Songs Ever, Q. URL consultato il 6 maggio 2015.
  19. ^ "100 Hottest Guitar Solos". Total Guitar. maggio 2006.
  20. ^ (EN) The 100 (+300) Greatest Songs of All Time, The Movement. URL consultato il 6 maggio 2015.
  21. ^ (EN) The 77 Best Singles of the 90s, The Movement. URL consultato il 6 maggio 2015.
  22. ^ (EN) The 100 Best Singles of All Time, Juice. URL consultato il 6 maggio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock