Bibbie di Beecher

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Bibbie di Beecher era il soprannome dato ai fucili a retrocarica Sharps forniti agli immigrati antischiavisti in Kansas.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Bibbie di Beecher con riferimento alle carabine e ai fucili Sharps fu ispirato dall'attività abolizionista nell'ambito della New England Emigrant Aid Society del pastore presbiteriano Henry Ward Beecher. A proposito di un suo intervento durante un incontro pubblico in chiesa, un articolo del New York Tribune dell'8 febbraio 1856 scriveva:

«Egli (Henry W. Beecher) riteneva che i fucili Sharps potessero rappresentare un'autentica opera morale, e che, per quanto concerneva gli schiavisti kansani, questi strumenti fornissero un argomento moralmente più persuasivo di un centinaio di Bibbie. Si potrebbe, diceva lui, leggere la Bibbia ai seguaci di Atchison e Stringfellow così come la si leggerebbe ai bisonti; allo stesso modo però, entrambi nutrono un profondo rispetto per la logica incarnata dai fucili Sharps. La Bibbia è diretta alla coscienza, ma quando la si rivolge a costoro non ha alcun effetto – non vi è lì infatti alcuna coscienza.»

Le armi acquistate da associazioni antischiaviste furono, almeno in una occasione, spedite in casse di legno classificate come "Libri", malgrado non esista evidenza accertata di armi da fuoco inviate in custodie con etichetta recante la scritta "Bibbie". La New England Emigrant Aid Society camuffò partite di armi dirette in Kansas sotto la marca "Attrezzi" e forse anche in casse contrassegnate come "Macchinari" e "Bauli di immigranti tedeschi". Lo stesso Beecher contribuì a finanziare l'acquisto delle carabine Sharps e, a seguito dell'intercettazione del carico da parte degli schiavisti, si dice abbia distribuito bibbie e carabine indirizzate ad abolizionisti diretti in Kansas.

Le armi erano destinate ai conflitti combattuti per la schiavitù nel territorio, che raggiunsero l'apice quando il Kansas divenne uno Stato federato. Come sancito dal Kansas-Nebraska Act, la questione della schiavitù nel nuovo stato doveva essere regolata dalla sovranità popolare. Sarebbero stati i colonizzatori locali a decidere se il Kansas sarebbe diventato uno stato libero o schiavista. Questo ingenerò un'ondata di violenze tra abolizionisti e antiabolizionisti per tutto il Kansas. La famiglia Beecher spiccava tra le più importanti abolizioniste della regione; la sorella di Henry Ward, Harriet Beecher Stowe, aveva pubblicato nel 1852 il classico antischiavista La capanna dello zio Tom.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fehrenbacher, Don Edward, Sectional Crisis and Southern Constitutionalism. Baton Rouge: Louisiana State University Press, 1995
  • Sen Gupta, Gunja, For God and Mammon: Evangelicals and Entrepreneurs, Masters and Slaves in Territorial Kansas, 1854–1860. Athens: University of Georgia Press, 1996

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Armi Portale Armi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di armi