Batillo (efebo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando Batillo amante di Mecenate, vedi Batillo.

Batillo (in latino Bathyllus) era un giovane efebo di Samo, di cui Policrate, tiranno di quest'isola, fu innamorato. Anche Anacreonte ebbe per esso una colpevole passione che egli consacrò ne' suoi versi[1].

Policrate avrebbe fatto innalzare dinanzi ad un'ara una statua a Batillo, in attitudine di un uomo che canta e suona la lira[1].

Bathyllus si trova nelle opere di Orazio, che lo descrive come amante di Anacreonte[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Carlo Antonio Vanzon, Dizionario universale della lingua italiana, ed insieme di geografia ... mitologia &c.., tomo II, 1840, p. 82. URL consultato il 30 settembre 2018.
  2. ^ Orazio, Epodi, XIV.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Antica Grecia Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antica Grecia