Balaklava

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Balaclava)
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Balaklava (disambigua).
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Balaclava" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Balaclava (disambigua).
Balaklava
parte di Sebastopoli
Балаклава
Balaklava – Stemma Balaklava – Bandiera
Balaklava – Veduta
Localizzazione
StatoRussia Russia
Ucraina Ucraina
Circondario federaleCrimea
Soggetto federaleSebastopoli
Territorio
Coordinate44°30′19.24″N 33°35′52.63″E / 44.505344°N 33.597952°E44.505344; 33.597952 (Balaklava)Coordinate: 44°30′19.24″N 33°35′52.63″E / 44.505344°N 33.597952°E44.505344; 33.597952 (Balaklava)
Altitudine10 m s.l.m.
Abitanti30 000
Altre informazioni
LingueRusso
Cod. postale99xxx
Prefisso+380-692
Fuso orarioUTC+2
Cartografia
Balaklava – Localizzazione
Sito istituzionale

Balaklava (in italiano anche Balaclava[1], meno usato, in russo e in ucraino: Балаклава – traslitterato Balaklava, in tataro di Crimea Balıqlava, in greco antico Symbolon, Σύμβολον) è un'antica città della penisola di Crimea e parte della grande città a statuto speciale di Sebastopoli.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La cittadina si estende lungo l'entroterra collegato all'omonima baia che caratterizza il porto circondato da dei monti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Una vecchia foto del campo della battaglia di Balaklava

Fu un porto medioevale genovese, con il nome di Cembalo. Per questa ragione sono ancora visibili i resti delle fortificazioni genovesi tra le colline a sud est.

È nota per essere stata il teatro nel 1854 della battaglia di Balaklava, combattuta durante la guerra di Crimea.

È stata una città a sé stante fino al 1957, quando fu incorporata nel territorio comunale di Sebastopoli dal governo sovietico. È anche un centro amministrativo del Raion Balaklava che è stato parte dell'Oblast di Crimea (1945-1991). Nel corso della guerra fredda venne installata una base sottomarina sovietica oggi sede di un museo.

Il 12 novembre 2017 è avvenuto lo strano fenomeno di un'invasione anomala di meduse che hanno coperto totalmente la superficie acquea della baia di Balaklava.[2]

Attrazioni turistiche[modifica | modifica wikitesto]

La fortezza Cembalo

La cittadina è un luogo tranquillo dove trascorrere alcuni giorni in serenità. I turisti che vi sostano sono attratti dal museo dei sottomarini e dalla fortezza genovese Cembalo nonché dalla possibilità di vedere il vicino campo della battaglia di Balaklava.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La città è collegata solo con Sebastopoli tramite un servizio bus.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

La cittadina possedeva un tempo un'economia che si sussisteva grazie all'ingombrante presenza della base militare sovietica dei sottomarini. Al termine della guerra fredda e con lo smantellamento della base la città si è man mano trasformata in un porto da pesca per piccole imbarcazioni e di un turismo trainato dalla presenza delle vicine spiagge e dai monumenti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cfr. "Balaclava" nell'enciclopedia Sapere.
  2. ^ Mistero in Crimea: milioni di meduse invadono il porto di Balaklava, su Repubblica Tv - la Repubblica.it, 12 novembre 2017. URL consultato il 12 novembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN123054105 · BNF (FRcb12224837q (data)