Audemars Piguet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Audemars Piguet
Logo
StatoSvizzera Svizzera
Fondazione1875
Fondata daJules Louis Audemars ed Edward Auguste Piguet
Sede principaleLe Brassus
SettoreOrologeria
Prodottiorologi da polso di lusso
Dipendenti1100
Sito web
Audemars-Piguet-img 0324.jpg
Calendario Perpetuo
Star Wheel. Hours su disco di zaffiro
Audemars-Piguet-img 0325.jpg

Audemars Piguet è un'azienda svizzera produttrice di orologi da polso di lusso, fondata nel 1875.

È stato lo sponsor principale del Team Alinghi durante le edizioni dell'America's Cup del 2003 e del 2007.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La nascita dell'azienda Audemars Piguet risale al 1875, quando i due giovani Jules Louis Audemars ed Edward Auguste Piguet decisero di fondare un'azienda produttrice di orologi. Finiti gli studi, i due giovani si trasferirono a Vallèe de Joux, iniziando a lavorare nel settore manufatturiero dell'orologeria. Ancora oggi, l'azienda è gestita e diretta da membri discendenti dalla famiglia dei due fondatori e gli orologi sono fatti a mano e prodotti ancora con i metodi di una volta. Questo incrementa ulteriormente il loro valore.

Business[modifica | modifica wikitesto]

L'attività iniziò con Audemars che seguiva la produzione e la parte tecnica degli orologi e con Piguet che invece si concentrava sulle vendite. Purtroppo il successo non fu immediato e il marchio venne registrato soltanto nel 1882, sette anni dopo che l'azienda fu fondata. A questo punto Audemars Piguet & Cie divenne uno dei maggiori produttori di orologi nel Vaud, Svizzera sud-occidentale. La società aprì la prima filiale a Ginevra nel 1889 e iniziò a creare i propri componenti e l'assemblaggio in fabbrica sotto una severa supervisione e controlli di qualità. Tra il 1894 e il 1899 Audemars Piguet produsse circa 1200 orologi. Dopo la morte di Audemars e di Piguet, rispettivamente nel 1918 e 1919, la società continuò a crescere ed ottenne un notevole successo al punto che altri marchi come Tiffany & Co., Cartier e Bulgari, compravano orologi della Audemars Piguet per poi rivenderli col loro nome. Oggi questi orologi sono identificabili guardando il loro numero di serie. Più tardi Audemars Piguet lanciò sul mercato vari orologi, come il più piccolo ripetitore di minuti al mondo e nel 1925 l'orologio da tasca più sottile da 1,32mm. Tre anni più tardi l'azienda creò il primo orologio scheletrato. Tra la fine degli anni '20 e l'inizio dei '30, Audemars Piguet come molte altre aziende accusò il periodo di crisi e il crollo del mercato azionario, entrando in un periodo buio. Durante la Seconda Guerra Mondiale l'azienda fu in grado di tornare prepotentemente sul mercato grazie alla produzione di un cronografo ultra sottile il cui movimento era il Calibro 2003. Le vendite incrementarono tra gli anni '40 e '50, ed insieme a Jaeger-LeCoultre progettarono il movimento automatico più sottile allora in produzione con al centro un rotore in oro da 21 carati. Il Royal Oak, noto orologio di lusso in acciaio è stato invece introdotto nel 1972 e fu progettato da Gerald Genta. L'azienda Audemars Piguet è composta da 1100 dipendenti, ha 14 centri di distribuzione e 16 boutique in tutto il mondo, e comprende tre siti di produzione: Le Brassus (SA de la Manufacture d'Horlogerie Audemars Piguet & Cie), LeLocle (Audemars Piguet: Renaud et Papi SA) e Meyrin (Center SA). In totale Audemars Piguet produce circa 26.000 orologi l'anno.

Ambasciatori[modifica | modifica wikitesto]

Come altri marchi orologiai di lusso, Audemars Piguet ha i suoi ambasciatori, come la cantante Franco-Indonesiana Anggun, il giocatore di cricket Sachin Tendulkar, i piloti di Formula 1 Michael Schumacher e Jarno Trulli, il calciatore argentino Lionel Messi, il calciatore spagnolo Xabi Alonso, il giocatore NBA LeBron James, l'attrice Michelle Yeoh, Novak Đoković e molte altre personalità del mondo dello spettacolo e dello sport.

Edizioni Speciali[modifica | modifica wikitesto]

Audemars Piguet ha creato molte edizioni speciali per celebrare atleti e personaggi vari, tra i quali Sachin Tendulkar, Rubens Barrichello, Jarno Trulli, Quincy Jones, Arnold Schwarzenegger, Shaquille O'Neal and Jay-Z.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN142581311 · ISNI: (EN0000 0001 2173 0027 · LCCN: (ENn94072519 · GND: (DE2126666-9