Eberhard (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eberhard & Co.
Logo
StatoSvizzera Svizzera
Forma societariaAzienda privata
Fondazione1887 a La Chaux-de-Fonds
Fondata daGeorges-Lucien Eberhard
Sede principaleLa Chaux-de-Fonds
Persone chiave
Prodottiorologi da polso
Sito web

La Maison Eberhard & Co. (in origine Manufacture d'Horlogerie Eberhard & Co.) è una azienda di alta orologiera svizzera, fondata nel 1887 a La Chaux-de-Fonds da Georges-Lucien Eberhard.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata da Georges-Lucien Eberhard, un artigiano dell'orologeria di 22 anni nato a Saint-Imier nel 1865, l'azienda inaugura il primo stabilimento nel 1907 in via Léopold Robert sempre a La Chaux-de-Fonds.

Negli anni trenta, con alla guida il figlio, Maurice Eberhard, amante dell'Italia al punto da andare a Napoli per comprarsi le camicie,[1] produce nuovi cronografi automatici, scelti come segno distintivo per gli ufficiali della Regia Marina Militare del Regno d'Italia. La serie di cronografi Extra-fort è introdotta negli anni cinquanta.

Alla fine degli anni sessanta, dopo la morte della figlia e del genero in un incidente stradale in Italia,[1] Maurice Eberhard incontra qualche difficoltà finanziaria e tratta con le banche per cedere l'azienda. La rileva nel 1969[2] Palmiro Monti, un lombardo trentenne di Cermenate, studi di ragioneria e famiglia benestante.[1]

Nel 2017 l'azienda ha festeggiato i 170 anni con una serie di iniziative[2] tra cui la pubblicazione di un libro, "L'arte di sfidare il tempo".

All'inizio del 2019 l'azienda, guidata da anni dalla figlia di Palmiro Monti, Barbara, ha deciso di tornare nella sede storica di La Chaux-de-Fonds, un palazzo barocco edificato dal fondatore e chiamato la Maison de l'Aigle per la riproduzione di un'aquila in cima alla cupola dello stabile.

I prodotti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2018 sono circa 16.000 gli orologi prodotti. Tra i modelli di rilievo il Traversetolo, solo tempo a carica manuale; il Chrono 4 caratteristico cronografo di casa Eberhard con i 4 contatori disposti sulla stessa linea, brevettato ed unico cronografo nella storia dell'orologeria; il Tazio Nuvolari, cronografo creato in memoria del celebre pilota e quindi pensato per un pubblico appassionato di automobilismo; il 8 jours che garantisce una autonomia di otto giorni, grazie a un dispositivo di carica brevettato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Talento di famiglia. Eberhard, l'anniversario dei 130 anni, su arbiter.it, 2017. URL consultato il 10 aprile 2019.
  2. ^ a b Eberhard, 130 anni vissuti con stile, su repubblica.it, 9 ottobre 2017. URL consultato il 10 aprile 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giosué Boetto Cohen, L'arte di sfidare il tempo, Milano, Mondadori Electa, 2017 ISBN 978-8891814326

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]