Gérald Genta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Charles Gérald Genta

Charles Gérald Genta (Ginevra, 1º maggio 193117 agosto 2011) è stato un progettista e gioielliere svizzero di orologi e gioielli, noto per l'omonima linea di orologi e per il suo lavoro di progettazione sviluppato con altri marchi di orologeria come: IWC, Universal Genève, Patek Philippe e Audemars Piguet.[1] Christie's di New York chiama l'opera di Genta "la Fabergé degli orologi",[2] mentre The Wall Street Journal considera i suoi lavori "gli orologi più complicati e costosi al mondo"[3].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Charles Gérald Genta nasce nel 1931 a Ginevra da madre svizzera e padre piemontese è considerato uno dei più importanti designer di orologi degli ultimi 50 anni.

All'età di 20 anni, Genta ha conseguito il diploma federale svizzero specializzadosi in oreficeria e gioielleria .

Negli anni 50 è stato assunto dalla maison di orologeria Universal Genève SA, all'epoca uno dei produttori più conosciuti negli Stati Uniti e in Europa per la produzione di orologi con cronografo. A metà degli anni '60, Genta progettò per Universal due modelli di orologi: il Polerouter e il Golden Shadows, nello specifico il modello Golden Shadow conteneva un movimento micro-rotore considerato per l'epoca un'innovazione tecnologica.

Tra gli orologi progettati da Genta per altre case di orologeria troviamo il modello "Royal Oak" disegnato per Audemars Piguet, il "Da Vinci" per IWC, il "Bvlgari Bvlgari" per l'omonima casa e l'orologio "Nautilus" per Patek Philippe.

Nel 1969 Gérald Genta fonda il suo marchio di orologeria.

Negli anni 80, Genta riuscì ad ottenere delle licenze speciali da parte della Walt Disney, producendo orologi con vari personaggi dei classici Disney come Topolino, Minnie, Paperino e Pippo raffigurati sul quadrante.

Clienti Gerald Genta includevano atleti, manager, musicisti, rapper, attori, politici così come reali, come il Principe Ranieri III di Monaco, Re Hassan II del Marocco, Re Juan Carlos I di Spagna e Regina Sofia di Grecia, Re Fahd dell'Arabia Saudita e la Regina Madre d'Inghilterra.[4]

Nel 2000, la casa di orologi fondata da Genta è stata acquistata da Bulgari che, da allora, è titolare di tutti i diritti di marchi, design e brevetti della Gérald Genta SA, continuando la distribuzione di orologi a marchio Gérald Genta. Nel 2019, Bulgari ha celebrato il 50º Anniversario del marchio Gérald Genta con il lancio di un nuovo orologio[5].

Genta è morto all'età di 80 anni nell'agosto 2011.[6]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gérald Genta, su temi.repubblica.it, 2008.
  2. ^ Tim Guest, My Life in Orange: Growing Up with the Guru (page 258), Mariner Books, 2005, ISBN 0-15-603106-X.
  3. ^ The Wall Street Journal (Index, Volume 1; page 429), Dow Jones & Company, 1996.
  4. ^ The Genta Touch (PDF), su watchtime.at. URL consultato il 3 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2013).
  5. ^ (EN) SIHH 2019 - Bvlgari Gerald Genta 50th Anniversary 103191 Arena Bi-Retro, su Monochrome Watches, 15 gennaio 2019. URL consultato il 15 febbraio 2019.
  6. ^ Tribute to Gérald Genta, su audemarspiguet.com. URL consultato il 28 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 10 settembre 2011).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]