Antonio Zama

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Antonio Zama
arcivescovo della Chiesa cattolica
Archbishop CoA PioM.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato19 gennaio 1917 a Napoli
Ordinato presbitero16 giugno 1940 dal cardinale Alessio Ascalesi
Consacrato vescovo8 dicembre 1967 dal cardinale Corrado Ursi
Elevato arcivescovo27 agosto 1977 da papa Paolo VI
Deceduto7 luglio 1988 (71 anni) a Napoli
 

Antonio Zama (Napoli, 19 gennaio 1917Napoli, 7 luglio 1988) è stato un arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo gli studi nel Seminario Arcivescovile di Napoli venne ordinato sacerdote dal cardinale Alessio Ascalesi. Dal 1954 al 1964 fu vice assistente centrale della Fuci e dal 1964 al 1967 ne fu l'assistente centrale.

Il 24 ottobre 1967 fu nominato vescovo ausiliare di Napoli e gli venne affidata la sede titolare di Blanda. Fu consacrato vescovo dal cardinale Corrado Ursi l'8 dicembre 1967.

Il 27 agosto 1977 fu nominato arcivescovo di Sorrento e vescovo di Castellammare di Stabia.

Il 30 settembre 1986 le due diocesi vennero accorpate in un'unica arcidiocesi.

Morì a Napoli il 7 luglio 1988.

Il 7 luglio 2015, nell'anniversario della sua morte, con una solenne cerimonia presieduta da Francesco Alfano, arcivescovo di Sorrento-Castellammare di Stabia, e concelebrata da Armando Dini, arcivescovo emerito di Campobasso-Boiano, e da Lucio Lemmo, vescovo ausiliare di Napoli, fu tumulato nella cattedrale dei Santi Filippo e Giacomo di Sorrento.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) David Cheney, Antonio Zama, su Catholic-Hierarchy.org. Modifica su Wikidata
Controllo di autoritàVIAF (EN89014530 · ISNI (EN0000 0000 7819 6526 · BNF (FRcb167493648 (data)