Aniello Califano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Aniello Califano (Sorrento, 19 gennaio 1870Sant'Egidio del Monte Albino, 20 febbraio 1919) è stato un poeta e paroliere italiano.

Fu autore di molte canzoni napoletane, come 'O surdato 'nnammurato, musicate da diversi musicisti napoletani. Le sue canzoni, ancora oggi, sono cantate da svariati cantanti napoletani e stranieri e fanno parte del loro repertorio.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Aniello Califano nacque a Sorrento da Alfonso Califano, importante proprietario terriero di Sant'Egidio del Monte Albino, e dalla nobile sorrentina Rosa Rispoli. Fu figlio unico. Visse a Sant'Egidio del Monte Albino fino all'età di 18 anni per farvi ritorno solo nel settembre del 1916. Califano morirà nel 1919 nella sua casa di Sant'Egidio del Monte Albino all’età di 49 anni, probabilmente per una infezione alla gola di ritorno da un viaggio a Roma. Diffusasi nel paese la notizia che la morte fosse causata dal vaiolo, non si riuscì a trovare un impresario di pompe funebri disposto a fare il trasferimento al cimitero, del quale si incaricò alla fine il mezzadro della fattoria di famiglia, che caricò la bara sopra un carretto e la portò da solo al cimitero; in seguito dovette bruciare il carretto e tutti i mobili della camera da letto del poeta.

Marcello Fondato usò la sua musica nel film Ninì Tirabusciò la donna che inventò la mossa del 1970.

Canzoni[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN223423443 · ISNI: (EN0000 0003 6096 6424 · BNF: (FRcb14084495z (data)