Alpi Glaronesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alpi Glaronesi
SOIUSA-Alpi Occidentali-sezione13.png
Le Alpi Glaronesi (sezione n. 13) nelle Alpi Occidentali
Continente Europa
Stati Svizzera Svizzera
Catena principale Alpi
Cima più elevata Tödi (3.614 m s.l.m.)
Massicci principali Alpi Urano-Glaronesi
Alpi Glaronesi
in senso stretto

Le Alpi Glaronesi sono una sezione delle Alpi in Svizzera[1].

Si trovano a cavallo dei cantoni Uri, Glarona, Grigioni, San Gallo e Svitto.

Prendono il nome dal Canton Glarona, cantone nel quale sono particolarmente presenti.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Le Alpi glaronesi sono percorse dalla Reuss a ovest, il Reno le delimita a sud e ad est, a nord sono bagnate dal Lago di Klöntal e dal Lago di Walenstadt.

Confinano con le Alpi bernesi a ovest, le Prealpi svizzere a nord, le Alpi Retiche (Rätikon e catena del Plessur) a est e con le Alpi Lepontine a sud.

Dal punto di vista orografico non si trovano lungo la catena principale alpina ma si staccano a nord dalle Alpi Lepontine al Passo dell'Oberalp.

Nel dettaglio e ruotando in senso orario i limiti geografici sono: Passo dell'Oberalp, Andermatt, fiume Reuss, torrente Schächen, Ruosalper Grätli, Muotathal, Pragelpass, Lago di Klöntal, Netstal, fiume Linth, Lago di Walen, torrente Seez, Sargans-Sattel, fiume Reno, Coira, fiume Reno Anteriore, Passo dell'Oberalp.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la Partizione delle Alpi del 1926 le Alpi Glaronesi sono una sezione delle Alpi centrali suddivise nei gruppi:

Secondo la Suddivisione Orografica Internazionale Unificata del Sistema Alpino (SOIUSA) del 2005 le Alpi Glaronesi sono la sezione numero tredici delle Alpi Nord-occidentali.

Suddivisione[modifica | modifica wikitesto]

Le Alpi Glaronesi si suddividono in due sottosezioni e cinque supergruppi:

Le Alpi Urano-Glaronesi si trovano ad ovest rispetto alle Alpi Glaronesi in senso stretto. La linea di suddivisione parte dalla città di Glarona e scende a sud lungo la valle della Linth, il Sandpass e la Val Russein.

Suddivisione delle Alpi Glaronesi in senso stretto[modifica | modifica wikitesto]

La suddivisione più specifica delle Alpi Glaronesi in senso stretto è la seguente[3]:

  • Catena Tödi-Hausstock (A)
    • Gruppo del Tödi (A.1)
    • Gruppo del Muttsee (A.2)
    • Gruppo del Kärpf (A.3)
  • Catena Sardona-Tamina (B)
    • Gruppo del Segnas i.s.a. (B.4)[4]
      • Gruppo del Vorab (B.4.a)
      • Gruppo del Segnas p.d. (B.4.b)
    • Graue Hörner (B.5)
      • Gruppo dell'Heubütz (B.5.a)
      • Gruppo del Sazmertinhorn (B.5.b)
      • Gruppo del Pizol (B.5.c)
      • Gruppo dello Zanaihorn (B.5.d)
    • Gruppo del Ringel (B.6)
    • Calanda (B.7)[5]
  • Catena Spitzmeilen-Mürtschen (C)
    • Gruppo dello Spitzmeilen (C.8)
    • Gruppo del Mürtschen (C.9)

Principali vette[modifica | modifica wikitesto]

Ghiacciaio del Tödi.

Il massiccio conta 49 cime oltre i 3000 metri.

  • 1. Tödi (Piz Russein), 3614 m
  • 2. Tödi (Glarner Tödi), 3586 m
  • 3. Piz Dado, 3432 m
  • 4. Bifertenstock, 3421 m
  • 5. Tödi (Sandgipfel), 3390 m
  • 6. Piz Urlaun, 3359 m
  • 7. Oberalpstock, 3328 m
  • 8. Gross Schärhorn, 3294 m
  • 9. Piz Frisal, 3292 m
  • 10. Clariden, 3267 m
  • 11. Gross Düssi, 3256 m
  • 12. Cavistrau Grond, 3252 m
  • 13. Ringelspitz (Piz Barghis), 3247 m
  • 14. Chli Schärhorn, 3234 m
  • 15. Cavistrau Pign, 3220 m
  • 16. Chammliberg, 3214 m
  • 17. Piz Cambrialas, 3208 m
  • 18. Gross Windgällen, 3188 m
  • 19. Hausstock, 3158 m
  • 20. Gross Ruchen, 3138 m
  • 21. Glaserhorn, 3128 m
  • 22. Bündner Tödi, 3124 m
  • 23. Claridenhorn, 3119 m
  • 24. Tristelhorn (Piz da Sterls), 3114 m
  • 25. Ruchi, 3107 m
  • 26. Panärahörner, 3106 m
  • 27. Heimstock, 3102 m
  • 28. Piz Tumpiv, 3101 m
  • 29. Piz Segnas, 3099 m
  • 30. Piz Giuv, 3096 m
  • 31. Muttenstock, 3089 m
  • 32. Chli Oberälpler, 3085 m
  • 33. Hinter Schiben, 3084 m
  • 34. Rot Wichel, 3084 m
  • 35. Crispalt, 3076 m
  • 36. Chli Tödi, 3076 m
  • 37. Piz Posta Biala, 3074 m
  • 38. Bristen, 3072 m
  • 39. Piz Cazarauls, 3063 m
  • 40. Brichplanggen Stock, 3061 m
  • 41. Piz Nair, 3059 m
  • 42. Piz Sardona, 3056 m
  • 43. Chli Ruchi, 3039 m
  • 44. Hinter Selbsanft, 3029 m
  • 45. Bündner Vorab, 3028 m
  • 46. Trinser Horn (Piz Dolf), 3028 m
  • 47. Piz Ault, 3027 m
  • 48. Glarner Vorab, 3018 m
  • 49. Witenalpstock, 3016 m

Altre vette[modifica | modifica wikitesto]

Geologia[modifica | modifica wikitesto]

Nella parte meridionale sono formate da rocce cristalline mentre a settentrione predomina la rocca calcarea.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Stazioni invernali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La voce se non divermente specificato segue le definizioni della SOIUSA.
  2. ^ Quindi le Alpi Glaronesi sono viste sia come sezione alpina che come sottosezione alpina.
  3. ^ Per la suddivisione più specifica delle Alpi Urano-Glaronesi vedi la rispettiva voce. Tra parentesi viene indicato il codice SOIUSA dei supergruppi, gruppi e sottogruppi.
  4. ^ Questo gruppo corrisponde all'area tettonica di Sardona.
  5. ^ I gruppi B.5, B.6 e B.7 formano le Alpi del Tamina.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sergio Marazzi, Atlante Orografico delle Alpi. SOIUSA, Pavone Canavese, Priuli & Verlucca, 2005.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN238377887