Alfredo D'Attorre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alfredo D'Attorre
Alfredo D'Attorre daticamera.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XVII
Gruppo
parlamentare
- Articolo Uno (Dal 28/02/2017-attualmente)

In precedenza:

- Partito Democratico (Da inizio legislatura al 6/11/2015)

- Sinistra Italiana (Dal 6/11/2015 al 28/02/2017)

Coalizione Italia. Bene Comune
Circoscrizione Calabria
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Articolo Uno (dal 2017)
In precedenza:
PD (2007-2015)
SI (2015-2017)
Titolo di studio Laurea in Filosofia
Università Scuola Normale Superiore di Pisa
Professione Ricercatore Universitario

Alfredo D'Attorre (Melfi, 30 agosto 1973) è un politico e storico della filosofia italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Melfi, vive a Roma.

Ammesso nel 1992 alla Scuola Normale di Pisa[1], si è laureato in filosofia e ha conseguito un dottorato di ricerca in filosofia e scienze umane.

È ricercatore universitario in filosofia del diritto presso l’Università degli Studi di Salerno.

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Dal febbraio 2012 è commissario del PD Calabria. Alle elezioni politiche del 2013 è stato eletto deputato della XVII legislatura della Repubblica Italiana, nella circoscrizione Calabria, nelle liste del Partito Democratico e quindi assegnato dal suo gruppo di appartenenza alla I Commissione affari costituzionali.

Vicino politicamente all'ex leader democratico Pier Luigi Bersani, il 5 giugno 2013 è stato scelto come responsabile nazionale per le Riforme del Partito Democratico nella nuova Segreteria nazionale dal Segretario reggente Guglielmo Epifani.

Il 3 novembre 2015, in contrasto con le politiche del governo Renzi, lascia il Partito Democratico iscrivendosi al gruppo parlamentare Sinistra Italiana

Su Il Fatto Quotidiano nel 26 ottobre 2016 scrive che la moneta unica (l'euro) impoverisce l'Italia ed è incompatibile con la Costituzione.[2]

Il 28 febbraio 2017 aderisce ad Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista di Pier Luigi Bersani e Roberto Speranza. Alle elezioni politiche del 4 marzo 2018 è candidato nella lista Liberi e Uguali senza essere rieletto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Andrea Garibaldi, Soglia e liste, la minoranza pd non molla, Corriere della Sera, 31 gennaio 2014. URL consultato il 30 marzo 2015 (archiviato il 30 marzo 2015).
    «laureato alla normale di Pisa».
  2. ^ Noi di sinistra dobbiamo chiedere scusa per l’euro - Il Fatto Quotidiano, in Il Fatto Quotidiano. URL consultato il 15 settembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN90902631 · ISNI (EN0000 0000 7845 1419 · LCCN (ENn2006070982 · WorldCat Identities (ENn2006-070982