Alberto Tonut

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alberto Tonut
AlbertoTonut.jpg
Tonut con la maglia della Boston Livorno
Nazionalità Italia Italia
Altezza 200 cm
Peso 111 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala
Ritirato 2009
Carriera
Giovanili
Trieste
Squadre di club
1979-1984 Trieste 146 (1264)
1984-1991 Libertas Livorno 193 (2927)
1991-1994 Pall. Cantù 105 (1435)
1994-1997 Trieste 69 (668)
1997-1999 UG Goriziana 60 (549)
1999-2001 Gorizia
2001-2003 600px Blu e Bianco2.svg Jadran Trieste
2003-2008 600px bordered Blue HEX-161384 Yellow HEX-FFFF00.svg BVO Caorle
2008-2009 Monfalcone
Nazionale
1985-1993 Italia Italia 87 (509)
Palmarès
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Oro Francia 1983
Gold medal mediterranean.svg Giochi del Mediterraneo
Argento Casablanca 1983
Oro Linguadoca-Rossiglione 1993
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Alberto Tonut (Trieste, 19 aprile 1962) è un ex cestista italiano, attivo tra gli anni ottanta e gli anni novanta, ha giocato anche in serie B nel Falconstar Monfalcone, ed a Caorle, in serie C.

Alto 200 centimetri, giocava come ala grande, più raramente come ala piccola.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Prodotto del vivaio del club della sua città natale, Trieste, esordisce in prima squadra nel campionato 1979/80, in serie A2. Con la Pallacanestro Trieste vive due promozioni in A1 (1979-80 e 1981-82), risultando protagonista soprattutto della seconda. Nel 1984 viene ceduto a Livorno. Nei sette anni successivi, Tonut diventa un giocatore-simbolo per la Libertas Livorno, con la quale raggiunge la finale-scudetto della stagione 1988-89, persa contro Milano. Nel 1991 si trasferisce nuovamente, accasandosi con la Pallacanestro Cantù, dove trascorre tre stagioni con ottime medie personali. Retrocessa Cantù in A2, Tonut ritorna a Trieste dopo la fine dell'era Stefanel e ivi rimane per tre anni, con statistiche altalenanti. Passato a Gorizia, contribuisce nella stagione 1997/98 alla promozione della squadra in A1, nella quale l'anno dopo disputa il suo ultimo campionato di massima serie. Scende di categoria per giocare alcune stagioni in C a Caorle, quindi approda a Monfalcone, nella Falconstar. Appese le scarpe al chiodo, allena la squadra giovanile della stessa società. Nel corso della sua lunghissima carriera (20 anni di professionismo, di cui 16 in A1 e 4 in A2), Tonut ha segnato quasi settemila punti. Molto preciso al tiro (55,4% da due, 42,3% da tre), univa ad un fisico possente una dinamicità poco comune per la sua altezza.

Con la maglia della Nazionale ha collezionato 89 presenze, segnando 509 punti, ed ha vinto:

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Il figlio Stefano, nato nel 1993, dal campionato 2011-12 è aggregato alla prima squadra della Pallacanestro Trieste 2004, iscritta al campionato di Legadue, nel ruolo di play/guardia. Egli ha poi debuttato in Serie A nel 2015-16 con i colori della Reyer Venezia, con la quale ha vinto il tricolore il 20 giugno 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]