Vicebsk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Vicebsk
città
(BE) Віцебск
(RU) Витебск
Vicebsk – Stemma Vicebsk – Bandiera
Localizzazione
Stato Bielorussia Bielorussia
Voblasc' Coat of Arms of Vitsebsk Voblasts.png Vicebsk
Territorio
Coordinate 55°11′N 30°10′E / 55.183333°N 30.166667°E55.183333; 30.166667 (Vicebsk)Coordinate: 55°11′N 30°10′E / 55.183333°N 30.166667°E55.183333; 30.166667 (Vicebsk)
Altitudine 125-204 m s.l.m.
Superficie 91,81 km²
Abitanti 347 928 (2009)
Densità 3 789,65 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 2100xx
Prefisso (+375) 212
Fuso orario UTC+2
Targa 2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Bielorussia
Vicebsk
Sito istituzionale

Vicebsk (in bielorusso: Віцебск?, traslitterato: Vicebsk; in russo: Витебск?, traslitterato: Vitebsk; in polacco: Witebsk), è una città della Bielorussia, vicino al confine con la Russia e con la Lettonia. È il capoluogo della voblasc' omonima, e nel 2009 aveva 347.928 abitanti, il che la rendeva la quarta maggiore città del Paese. Si trova presso il fiume Zapadnaja Dvina (Daugava), nel punto di confluenza con Vic'ba e Lučosa. A 300 km da Minsk. Snodo ferroviario per Mosca, San Pietroburgo, Orša, Polack e stradale (tra le quali le statali M3 e M8). Porto fluviale sulla Zapadnaja Dvina. Aeroporto (luogo di passaggio transfrontaliero).

Storia[modifica | modifica sorgente]

Panorama di Vicebsk agli inizi del XIX secolo
Panorama di Vicebsk nel 1912
Via Zamkovaja a Vicebsk. Foto dell'inizio del XX secolo

I documenti storici riportano il nome Vidbesk, Videbsk, Vitepesk, Vit'besk, nel documenti storici tedeschi - Vitenbeke. Vicebsk si sviluppò da un porto sul fiume, dove il Vic'ba (Віцьба, dal quale la città prende il nome) si getta nel fiume Daugava. La prima citazione scritta della città risale al 1021, ma la fondazione ufficiale sarebbe del 974, anno in cui la Principessa Olga di Kiev ordinò che fosse fondata una città sul sito di un antico insediamento dei Kriviči. La leggenda dice che la città fu fondata da Olga Principessa di Kiev nel 974, Olga tuttavia morì nel 969. Se la fondazione della città è da collegarsi all'opera di costei, secondo la "Storia degli anni passati" nel 947 Olga avrebbe visitato l'area compresa tra il Dvina occidentale e il Dnieper fondandovi i cimiteri per la raccolta dei tributi[non chiaro].

Nei secolo XII e XIII, Vicebsk era una città ben stabilita all'incrocio dei traffici tra il Mar Baltico, Mar Nero e Mar Mediterraneo. Nel 1320 la città fu incorporata al Granducato di Lituania; nel 1659 divenne parte della Confederazione Polacco-Lituana, come parte del Voivodato di Vicebsk. Nel 1597 a Vicebsk furono garantiti i Diritti di Magdeburgo, e nel 1772, a seguito della prima spartizione della Polonia, fu assegnata all'Impero Russo, diventando il capoluogo del Governatorato di Vitebsk.

Sotto la Russia, la città fu un grande Shtetl (villaggio con popolazione prevalentemente ebrea, tipico dell'Europa centrale e orientale) nella Linea di demarcazione per l'insediamento ebreo (zona della Russia occidentale in cui era permesso l'insediamento permanente degli ebrei): metà della popolazione all'inizio del XX secolo era ebrea ortodossa.

Negli anni 1919-1991 la città fece parte dell'Unione Sovietica, motivo per cui il nome russo Vitebsk gode ancor oggi di larga diffusione; dal 1991 fa parte della Bielorussia indipendente. Negli anni 1941-1944, durante la seconda guerra mondiale, la città fu posta sotto occupazione tedesca: la maggior parte degli antichi edifici della città furono distrutti nelle battaglie con l'Armata Rossa.

Nel gennaio 1991, Vicebsk celebrò il primo Festival Marc Chagall. Nel giugno 1992 fu eretto un monumento a Chagall nella sua strada natale (Pokrovskaja) e fu posta un'iscrizione sulle mura della casa che gli diede i natali.

Dal 1992, Vicebsk ospita l'annuale Bazar Slavo, un festival internazionale di arte, che ha come centro la musica slava. Vi partecipano artisti dalla Russia, Bielorussia e Ucraina, con ospiti da molti altri paesi slavi e non.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Via Lenin a Vicebsk
Chiesa dell'Annunciazione
Museo storico di Vicebsk, già sede del municipio

La città ha custodito per molto tempo uno dei più antichi edifici della Bielorussia, la Chiesa dell'Annunciazione. La chiesa, che poggiava su sei colonne, risaliva al periodo del Rus' di Kiev. Fu costruita attorno al 1140, rifondata nel XIV e nel XVII secolo, riparata nel 1883 e distrutta dall'amministrazione comunista nel 1961. I pochi resti della chiesa furono conservati fino al 1992, quando venne ricostruita secondo l'aspetto originario, sebbene sia incerto come si potesse presentare la chiesa inizialmente.

Allo stesso modo le chiese del periodo polacco-lituano vennero distrutte, anche se la Chiesa della Resurrezione (fondata tra il 1772 ed il 1777) è stata ricostruita recentemente. La cattedrale ortodossa, dedicata all'intercessione della Theotókos, fu edificata nel 1760. Altri luoghi importanti sono l'ex-municipio (1775), ora sede del Museo storico di Vicebsk; il Palazzo del Governatore russo, dove Napoleone festeggiò il suo 43º compleanno nel 1812; l'ex-cattedrale cattolica di Santa Barbara in stile neoromanico (1884-1885) e la nuova cattedrale cattolica di Gesù Misericordioso, edificata nel 2009; l'obelisco del centenario della vittoria dell'esercito russo su Napoleone.

Persone legate a Vicebsk[modifica | modifica sorgente]

Vicebsk è luogo di nascita di:

Città gemellate[modifica | modifica sorgente]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

La squadra principale della città è il FK Vitebsk.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Geografia Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Geografia