Unfaithful - L'amore infedele

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Unfaithful - L'amore infedele
Unfaithful - L'amore infedele.jpg
Diane Lane in una scena del film.
Titolo originale Unfaithful
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2002
Durata 124 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85:1
Genere drammatico, erotico, thriller
Regia Adrian Lyne
Soggetto Claude Chabrol
Sceneggiatura Alvin Sargent, William Broyles Jr.
Produttore Adrian Lyne, G. Mac Brown
Fotografia Peter Biziou
Montaggio Anne V. Coates
Musiche Jan A.P. Kaczmarek
Scenografia Brian Morris
Costumi Ellen Mirojnick
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Unfaithful - L'amore infedele è un film del 2002 diretto da Adrian Lyne e interpretato da Richard Gere, Diane Lane e Olivier Martinez.

È il remake di un classico di Claude Chabrol, Stéphane, una moglie infedele, riscritto da Alvin Sargent e William Broyles Jr.. Per tale interpretazione, Diane Lane è stata nominata agli Oscar e ai Golden Globe.

« Avere un amante non è come giocare con la ceramica. No all'inizio forse è facile ma prima o poi succede qualcosa, qualcuno scopre tutto o uno dei due s'innamora e il risultato è disastroso... Il risultato è sempre disastroso. »
(Tracy)

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Connie ed Edward sono un'agiata coppia che vive in una lussuosa zona periferica di New York. In una giornata di forte vento Connie si scontra con un bel giovane: cade, si ferisce a un ginocchio e lo sconosciuto le offre cure e riparo in casa sua. In quel momento passa un taxi vuoto, ma lei decide di accettare l'offerta di Paul Martel, un affascinante libraio. Più tardi, Connie inizia a sentirsi troppo attratta e decide di andarsene. Egli, salutandola, le regala un libro di poesie.

Il mattino seguente, Connie trova nel libro regalatole da Paul un suo biglietto da visita. Con la scusa di volerlo ringraziare lo chiama e riceve un invito per un caffè. Di fronte a Paul dapprima esita, riflettendo sull'errore che sta compiendo, quindi lascia la casa ma è costretta a tornare per prendere il cappotto dimenticato; Paul l'afferra e la porta a letto dove fanno l'amore. Sul treno verso casa Connie ripensa al rapporto appena avuto con Paul, alternando gioia e pentimento: ricordando il momento in cui Paul le leva la biancheria intima, fugge nel bagno del treno per levarsi gli slip e per lavarli, come a voler cancellare l'atto appena compiuto.

In seguito, Connie e Paul iniziano ad instaurare una relazione sentimentale fortemente passionale, mentre in Edward inizia a prendere corpo il sospetto, notando il distacco di Connie da lui e dal figlio Charlie e la frequenza con cui la moglie prende il treno per Manhattan. Dopo che un collega, durante una lite, gli fa intuire che sua moglie lo tradisce, Edward assume un detective per seguire Connie: ne riceve delle immagini che provano il tradimento. Nel frattempo Connie, sempre più combattuta, incontra casualmente Paul con un'altra ragazza e si rende conto di essere solo "quella del giovedì". Connie è stufa della situazione, cerca di andarsene ma è raggiunta da Paul, con cui ha nuovamente un rapporto sessuale.

Edward, che aveva seguito la moglie, aspetta che questa esca dopodiché decide di incontrare il rivale in amore. Nell'appartamento di Paul i due si scambiano poche fredde battute sorseggiando un drink. Edward percepisce nell'ambiente i segni del passaggio di Connie e soprattutto nota un globo di neve che lui stesso le aveva regalato. La follia prende il sopravvento: con il globo colpisce Paul che cade a terra e muore dissanguato. Ripresa la lucidità, cancella con attenzione le prove e occulta il cadavere in una discarica di rifiuti.

Pochi giorni dopo, due agenti di polizia si presentano a casa dei due grazie al numero di telefono trovato accanto al telefono dello scomparso Martel: Connie nega di conoscerlo bene e di averlo frequentato. Lo stesso marito la aiuta a difendersi anche quando gli agenti tornano dopo la scoperta del corpo. La donna scopre le fotografie in una giacca di Edward e nota che il globo è misteriosamente tornato a casa.

Edward le confessa tutto e la rimprovera per aver abbandonato la sua famiglia. I due danno la parvenza di ricostruire il loro matrimonio ma nel finale si trovano in macchina, con il figlio addormentato, a riflettere sul da farsi. Un semaforo, sotto al quale sono fermi, diventa rosso e verde in continuazione e illumina i loro volti. L'inquadratura si allarga, rivelando che l'auto è ferma vicino a una stazione di polizia, con i protagonisti indecisi sul da farsi.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema