Tre gendarmi a New York

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tre gendarmi a New York
Gendarmes New York1.jpg
I gendarmi in vesti americane
Titolo originale Le Gendarme à New York
Lingua originale Francese
Paese di produzione Francia
Anno 1965
Durata 97 min 30 sec
Colore Colore (Franscope, Eastmancolor) - 35 mm
Audio Sonoro (mono)
Rapporto 2,35:1
Genere Commedia
Regia Jean Girault
Soggetto da un'idea di Richard Balducci
Dialoghi: Jacques Vilfrid
Sceneggiatura Richard Balducci, con Jean Girault e Jacques Vilfrid
Produttore Paul Laffargue, con René Pignières e Gérard Beytout
Compagnia Cinematografica Champion (Italia) & Société Nouvelle de Cinématographie (Francia)
Fotografia Jean Falloux
Montaggio Albert Jurgenson, con Etiennette Muse
Musiche Raymond Lefèvre & Paul Mauriat (Éditions French Music)
Scenografia Sydney Bettex, con Georges Richard, Jacques Dugied
Costumi Réal - Générique: Jean Fouchet F.L.
Trucco Anatole Paris
Sfondi Edmond Séchan
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Tre gendarmi a New York (Le Gendarme à New York) è un film del 1965 diretto da Jean Girault. È il secondo film della fortunata serie de I Gendarmi di Saint-Tropez, preceduto da Una ragazza a Saint-Tropez (1964) e seguito da Calma ragazze, oggi mi sposo (1968).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Louis de Funès in divisa da poliziotto newyorkese

I gendarmi di Saint-Tropez sono stati scelti a rappresentare la Francia in una conferenza internazionale di polizia a New York. Dopo un viaggio sul piroscafo France, sbarcano a Manhattan. Presto Cruchot (Louis de Funès) crede di aver allucinazioni e vedere sua figlia Nicole (Geneviève Grad) dappertutto... E con buona ragione: infatti Nicole, desiderosa di scoprire il "Nuovo Mondo", si è imbarcata sulla nave come clandestina, all'insaputa di suo padre.

Arrestata dalla dogana all'arrivo, Nicole viene avvicinata da un giornalista e finge di essere un'orfana desiderosa di scoprire l'America. Commosso e pensando di scrivere una bella serie di articoli romantici su questa storia, il giornalista la prende sotto la sua protezione. Intanto Cruchot e la sua squadra di gendarmi vanno a scoprire New York, tranne Fougasse che si è ammalato durante il viaggio ed è stato ricoverato in ospedale, rimanendoci fino alla fine del soggiorno (si scopre, dopo diversi esami clinici, che è stato vittima di una allergia alimentare, e quando si riprende e vuole raggiungere gli altri, si frattura una gamba).

Tutti finiscono poi per credere che Cruchot sia pazzo e allucinato, dato che crede di vedere ovunque sua figlia Nicole. Andrà anche a consultare uno psicanalista, ma leggendo un giornale vede una fotografia di Nicole in un articolo che parla di un suo coinvolgimento romantico con un poliziotto italiano. Allora, rintracciato quest'ultimo, lo costringe a rivelare dove sia sua figlia e infine la trova nella salumeria newyorkese della famiglia del poliziotto. Riesce quindi a recuperarla ma sono entrambi inseguiti dai siciliani far credere che credono Nicole sia stata rapita. Cruchot e Nicole riescono a fuggire nascondendosi a Chinatown vestendosi da coppia cinese locale.

Dopo una serie di caotiche avventure e inseguimenti della NYPD e dei suoi commilitoni, Ludovic e Nicole riescono a prendere un taxi che li porterà all'aeroporto per ritornare in patria. Il suo superiore Gerber scopre tutta la verità e promette che Cruchot la pagherà cara una volta rientrati a Saint-Tropez. Il film si conclude appunto con una scena a Saint-Tropez, dove i nostri gendarmi sono accolti festosamente dagli abitanti della città e il maresciallo Gerber affronta Cruchot per castigarlo delle sue frenetiche imprese d'oltremare.[1]

Citazioni dal film[modifica | modifica wikitesto]

  • Ludovic Cruchot (Louis de Funès) alla portiera dell'ostello (Viviane Mery):[2]
    • Dite, cara signora ...ehm ...Do you speak English?
    • Yes, of course!
    • Oh sì, è vero, naturalmente. Mi dica, the girl, this come here, but la... sua stanza, la room, il numero della room!
    • Sir, we cannot admit men to come into this hotel. This hotel is only for ladies... Ehm.. Questo hotel è solo per le signore...!
    • Sì , ma io non sono una signora, io sono il padre, I am the father, with la barba... Mi dica, ehm no, non si preoccupi, la vado a cercare.
    • Signore, signore! Aiuto, polizia! Aiuto, polizia !
  • It is so charming...
  • I suoi flowers sono torte!
  • Durante l'esercitazione di evacuazione a bordo del transatlantico France:
    • Fougasse! Venga! La odio! (Louis de Funès)
    • Sì Capo! (Jean Lefebvre)
    • Ma non lo dica a nessuno, eh? (Louis de Funès)
  • Durante il corso di inglese:
    • Fate voi ! (Louis de Funès)
    • Your attitude is not giusta... (Michel Modo)
    • Chi l'ha detto? (Louis de Funès)

Esterni[modifica | modifica wikitesto]

I tre gendarmi rimpiccioliti dai grattacieli americani

Il film è stato girato nelle seguenti location:

Notizie e curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il film è stato uno dei più grandi successi del 1965, con più di cinque milioni di ingressi nelle sale cinematografiche francesi.[3]
  • Le riprese sono state girate in location a Saint-Tropez e Parigi, a Le Havre e New York negli Stati Uniti.
  • Molte parodie di film famosi sono presenti nel film, come la sequenza di balletto, una conzonatura del musical West Side Story , o la sequenza del grattacielo che inevitabilmente ricorda i giorni dei film muti con Charlie Chaplin.
  • I sei gendarmi sono: Louis de Funès, Michel Galabru, Michel Modo, Guy Grosso, Jean Lefebvre e Christian Marin.
  • Per le feste di Natale, quando il film è stato rilasciato alla fine del 1965, la stazione radio Europa 1 manda in onda la trasmissione Le Gendarme de Bethléem (Il Gendarme di Betlemme), liberamente tratta dalla Natività e interpretata da Louis de Funès, Michel Galabru, Peter Tempesta, Élisabeth Wiener.

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Per la trama e i suoi contenuti specifici, cfr. anche la scheda cinematografica Le Gendarme à New York, su CBObox-office. Vedi The Gendarme in New York su IMDb.
  2. ^ Dialoghi dal film, scritti da Jacques Vilfrid. Per contenuti e ulteriori informazioni, cfr. anche la scheda cinematografica, su miticofufu.it
  3. ^ dati informativi de Le Gendarme à New York con botteghino (FR)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema