Le grandi vacanze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le grandi vacanze
Fufu Funes.jpg
Louis de Funès in una scena del film
Titolo originale Les Grandes Vacances
Lingua originale Francese e inglese
Paese di produzione Francia, Italia
Anno 1967
Durata 85 min
Colore Colore (Eastmancolor) - 35 mm
Audio Sonoro (mono)
Rapporto 2.35 : 1
Genere Commedia
Regia Jean Girault
Sceneggiatura Jean Girault, Jacques Vilfrid
Produttore Maurice Jacquin, Raymond Danon
Les Films Copernic (Parigi) & Fida Cinematografica (Roma)
Fotografia Marcel Grignon
Montaggio Jean-Michel Gautier
Musiche Raymond Lefèvre (Éditions French Music)
Scenografia Sydney Bettex
Costumi Jacques Cottin e Marc Doelnitz
Sfondi girato a Boulogne e Epinay-sur-Seine
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi
  • Ticket d'or assegnato dagli spettatori nel 1967[2]
  • Prix Georges Courteline per l'interpretazione di Louis de Funès[2]

Le grandi vacanze (Les Grandes Vacances) è un film del 1967 diretto da Jean Girault. Scritto appositamente per lui, è stato uno dei maggiori successi per l'attore Louis de Funès.[2]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Charles Bosquier è il preside dittatoriale di una scuola francese per figli di famiglie benestanti. Filippo, uno dei suoi figli, viene miseramente bocciato agli esami, così Bosquier lo manda in Inghilterra in uno scambio di studenti. Filippo viene ospitato dalla famiglia di un distillatore di whisky scozzese, mentre a Bosquier viene assegnata la loro figlia Shirley. Questa coinvolge il figlio minore di Bosquier, Gerard, in vari intrattenimenti locali, sventando i piani di Filippo, che aveva progettato una vacanza con la sua barca a vela lungo la Senna. Segue una serie di malintesi e avventure che Monsieur Bosquier farà di tutto per aggiustare e quindi ricondurre la prole sulla retta via.[3]

Critica[modifica | modifica sorgente]

Dopo una serie di successi al botteghino (non ultimi quelli della serie dei Gendarmi), il regista Jean Girault e l'attore comico Louis de Funès hanno ottenuto un ulteriore successo con Le grandi vacanze, una tipica farsa degli anni 1960, principalmente concentrata sul passatempo nazionale francese di prendere in giro gli inglesi. Il film non ha granché da offrire intellettualmente, costruito in gran parte su sfruttate situazioni comiche improbabili (compreso un folle inseguimento in Scozia, a Gretna Green)[4] di ma nonostante tutto ha una gran capacità di far sonoramente ridere la platea. Comune in molti film di Jean Girault, il genio comico non risiede nella sceneggiatura ma nell'esecuzione - più specificamente, nell'immenso talento di de Funès.[5]

Le grandi vacanze è quindi una farsa spassosa, sceneggiata dal regista stesso insieme all'immanacabile Vilfrid e con le musiche di Raymond Lefèvre, sempre presente nei film di de Funès. L'azione si sviluppa tra la Francia e la Scozia (di cui vengono derisi i luoghi comuni) e la trama, a dir vero un po' debole, è sostenuta dalla bravura del comico francese e della sua spalla, Claude Gensac, per la prima volta sua moglie sul grande schermo. Presente anche il figlio, Olivier de Funès e non a caso, dato che la vicenda è incentrata sullo scontro anziani/giovani: si è conclusa a quell'epoca la rivolta dell'Università di Berkeley e il maggio parigino ("Maggio '68") è alle porte. "De Funès, perciò, incarna ancora una volta la Francia reazionaria e contraria ai cambiamenti e alle stravaganti mode adolescenziali. È comunque la velocità la vera cifra stilistica dell'opera."[6] Così ne parla il regista Girault:

« Le grandi vacanze è principalmente un esercizio di ritmo, ritmo degli attori, ritmo delle immagini, ritmo della narrazione. Penso che questo sia un elemento essenziale del cinema e particolarmente nella commedia. [...] Lascio volentieri agli altri il compito di essere seri. Non voglio che distrarre. Spero, dunque, ancora una volta di far dimenticare per qualche istante agli spettatori le loro preoccupazioni quotidiane. »

[7] La grande fatica è in ogni caso ampiamente ripagata. Infatti, anche se attaccato dalla critica (come succedeva anche per i film di Totò in Italia a quel tempo), il film riscuote un grosso risultato al botteghino: nº 1 nel 1967 con 7 milioni d'entrate in prima uscita nelle sale francesi.[8]

I gusti comici cambiano nel corso del tempo, tuttavia, mentre molti film comici degli anni sessanta ora appaiono datati e decisamente grezzi, i film di Jean Girault, nonostante la loro ingenuità e gli eccessi di goffaggine, in qualche modo restano accattivanti e in gran parte divertenti - sebbene ciò sia quasi interamente dovuto alla straordinaria presenza comica di Louis de Funès. "Con tutti i suoi difetti, la pellicola è accattivante - sconnessa, un po' sciocca, ma spensieratamente molto divertente, soprattutto per i devoti della grande arte comica di de Funès."[5]

Esterni[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato girato nelle seguenti location:

Nonostante la storia del film si ambienti anche a Gretna Green in Scozia, nessuna scena vi è stata in realtà girata.

Note[modifica | modifica sorgente]

l' attore e pilota di aerei Jean Falloux è deceduto con l'aereo durante le riprese ed il film è a lui dedicato.

  1. ^ L'attore è deceduto durante le riprese in seguito ad un'acrobazia aerea. Il film è dedicato a lui.
  2. ^ a b c scheda cinematografica, su IMDb. Vedi anche Les Grandes Vacances, su French Film Guide.
  3. ^ scheda cinematografica su miticofufu.it
  4. ^ Da notare che Louis de Funès guida una Citroën DS, spesso usata nei suoi film (come per es. in Le folli avventure di Rabbi Jacob).
  5. ^ a b Cfr. la critique di James Travers (2003), su Les Grandes Vacances a Films de France.
  6. ^ Vedi la recensione di Edoardo Caroni, Comicità alla francese. Il cinema di Louis de Funès, Bonanno Editore, 2012, pp. 50-52.
  7. ^ Citato in E. Caroni, Comicità alla francese, cit., pp. 51. De Funès aggiunge: "Sono condannato a far ridere fino alla fine dei miei giorni. Riguardo a Le grandi vacanze, vi assicuro che per me non sono state delle vacanze!"
  8. ^ CBObox-office (FR)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema