The Red Jumpsuit Apparatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Red Jumpsuit Apparatus
La band nel 2012. Da sinistra a destra: Joey Westwood, Randy Winter, Josh Burke e Ronnie Winter
La band nel 2012. Da sinistra a destra: Joey Westwood, Randy Winter, Josh Burke e Ronnie Winter
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Alternative rock[1]
Emo-pop[1]
Screamo[1]
Post-hardcore[2]
Periodo di attività 2003 – in attività
Etichetta Indipendente
Album pubblicati 5
Studio 5
Sito web

I The Red Jumpsuit Apparatus (spesso contratto in RJA) sono un gruppo musicale statunitense formatosi nel 2003 a Jacksonville, in Florida[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni e Don't You Fake It (2003-2006)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver scritto e provato per 18 mesi senza reali intenzioni di una esecuzione o registrazione, Ronnie Winter (voce) e Duke Ditchens (chitarra e piano) vengono spinti dagli amici diverse volte a perseguire la loro musica sul serio[1][3]. Questo incoraggiamento porta i ragazzi a prenotare loro diverse manifestazioni locali, con grande abbraccio del resoconto della loro città natale[1]. Il nome, "Red Jumpsuit Apparatus", viene scelto dalla band disponendo delle parole su una parete, e scegliendo tre parole a caso[3]. Con l'aggiunta del chitarrista Thomas Amason, del bassista Thomas Wurth e il batterista Dan Wagler, i Red Jumpsuit Apparatus pubblicano il loro album di debutto, autoprodotto, nel 2005, dal titolo omonimo.

Ronnie Winter, frontman del gruppo, in concerto nel 2006

Intorno al 2005, Amason, Wurth e Wagler lasciano la band; gli ultimi due vengono rimpiazzati da Jon Wilkes e Joey Westwood, mentre per il posto di chitarrista solista viene scelto Elias Reidy, dopo vari cambi in cerca del sostituto più adatto. Con una nuova formazione e un contratto firmato per la famosa etichetta di musica rock e punk Victory Records, nel 2006 la band pubblica l'album in studio Don't You Fake It, con i singoli Face Down, False Pretense, Your Guardian Angel e Damn Regret. Trascinato dal successo di Face Down, l'album viene certificato disco d'oro il 27 novembre 2006 dalla RIAA[4], e nel 2009 arriva a 852.000 copie vendute solo negli Stati Uniti[5]. Nel 2012 l'album verrà certificato disco di platino dopo aver venduto oltre 1 milione di copie negli Stati Uniti[6]. Nel febbraio 2007 la band prende parte al tour della US Take Action!, organizzato per la prevenzione del suicidio giovanile assieme a gruppi come My Chemical Romance e Rise Against. Il 3 aprile dello stesso anno viene pubblicato Don't You Fake It Deluxe Edition, edizione speciale di Don't You Fake It.

Lonely Road (2007-2009)[modifica | modifica wikitesto]

Il bassista Joey Westwood in concerto con la band nel 2006

Il gruppo si mette al lavoro su un nuovo album nel 2007, prendendo una breve pausa nei primi mesi del 2008 per lanciare un tour acustico sulla costa orientale[1]. Lonely Road viene pubblicato nel febbraio 2009 con la produzione di Howard Benson. Dall'album vengono estratti i singoli You Better Pray, Pen & Paper e Represent. In supporto all'album la band tiene vari concerti tra il 2008 e il 2009 con band come Shinedown, Framing Hanley, Tickle Me Pink e altre.

Il 20 marzo 2009 i Red Jumpsuit Apparatus pubblicano l'EP Shock Session, contenente le versioni acustiche di Pen & Paper, You Better Pray e Face Down.

Nel febbraio 2010, date le poche vendite del terzo album, la band chiude la propria collaborazione con la Virgin Records per iniziare a pubblicare musica in via indipendente[7].

Am I the Enemy (2010-2012)[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 giugno 2010 la band annuncia su MySpace l'uscita dell'EP The Hell or High Water, registrato in Florida e mixato da Paul Lapinski[8]. L'EP, contenente 6 canzoni inedite, viene poi pubblicato nell'agosto dello stesso anno.

Nel novembre 2010 i Red Jumpsuit Apparatus iniziano le registrazioni del loro quarto album in studio, Am I the Enemy, completato nel dicembre 2010 con la produzione di John Feldmann[9]. Il primo singolo estratto, Reap, è stato pubblicato tramite YouTube il 24 maggio e su iTunes il 26 aprile[10].

Il 7 giugno 2011 la band annuncia che il nuovo album sarebbe stato pubblicato il 30 agosto[11].

L'11 luglio Ronnie Winter annuncia che i chitarristi Duke Kitchens e Matt Carter lasciano la band per "focalizzarsi sulle loro vite private", e che il diciottenne Josh Burke sarà il nuovo chitarrista per i tour che seguiranno[12]. Successivamente, il 17 luglio, viene annunciato su YouTube che Burke è diventato ufficialmente il chitarrista solista della band[13]. Qualche settimana più tardi entra nella band anche il fratello di Ronnie, Randy Winter, che rimpiazza Duke Kitchens alla chitarra ritmica.

Dopo aver pubblicato la maggior parte delle tracce del nuovo album tramite vari siti su internet[14], la band rende disponibile su iTunes Am I the Enemy sotto l'etichetta Collective Sounds, con due tracce bonus e i video con i testi di Salvation e Reap[15].

Nell'ottobre 2011 Jon Wilkes, batterista dei Red Jumpsuit Apparatus dal 2005, lascia la band. In sua sostituzione viene ingaggiato per i tour Kristopher Comeaux[16], sostituito a sua volta da John Hartman nel 2012.

Il 22 novembre la band pubblica come singolo un remix di Reap realizzato da Schoolboy[17], mentre il 14 febbraio 2012 annunciano tramite un video su YouTube un nuovo singolo, Twilight, pubblicato poi il 1º aprile[18].

Dal 13 aprile al 23 giugno i Red Jumpsuit si esibiscono in varie località statunitensi durante il loro Spring Tour[19].

Il 1º luglio 2012, a distanza di quasi un anno dalla pubblicazione dell'omonimo album, la band pubblica il singolo Am I the Enemy, accompagnato da un video diretto da Chris Folkens.

Il chitarrista Matt Carter in concerto con la band nel 2006

Et tu, Brute? e 4 (2013-presente)[modifica | modifica wikitesto]

La band passa l'autunno 2012 in tour in varie città degli Stati Uniti, organizzando alcune date anche nel Regno Unito[20], sino ad annunciare, il 1º gennaio 2013, che il 15 marzo pubblicheranno un nuovo EP, Et tu, Brute?, che verrà inoltre supportato da un tour internazionale per celebrare i 10 anni di vita della band[21].

Il 14 ottobre viene annunciato che Matt Carter è ritornato a far parte della band dopo due anni di assenza, e che Josh Burke lascia di conseguenza il suo posto di chitarrista solista nella formazione per potersi dedicare allo studio[22]. La band annuncia inoltre che presto inizierà a lavorare al suo quarto album di inediti[22]. 4, questo il titolo del nuovo album, verrà pubblicato il 4 luglio 2014 indipendentemente[23] finanziandosi con una campagna di donazioni tenutasi nel febbraio 2014[24]. Successivamente, in seguito a un conflitto avuto pubblicamente via internet con il fotografo Rohan Anderson a causa dell'utilizzo non autorizzato di una sua foto, la band decide di pubblicare il nuovo album e tutta la sua discografia gratis sul suo sito internet il 4 luglio[25]. L'album 4 viene comunque pubblicato anche su Amazon e iTunes e viene reso disponibile in versione fisica nei negozi e durante i concerti del gruppo[26].

Il singolo The Right Direction, il primo estratto da 4, viene pubblicato il 5 maggio 2014 sia per il download gratuito su Alternativeaddiction.com[27] che su iTunes[28].

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

Turnisti
  • Kristopher Comeaux – batteria, percussioni (2011)

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Duke Kitchens – chitarra ritmica, piano, cori (2003-2011)
  • Thomas Amason – chitarra solista (2003-2005)
  • Thomas Wurth – basso (2003-2005)
  • Dan Wagler – batteria, percussioni (2003-2005)
  • Edmund Lowman – chitarra solista (2005)
  • Elias Reidy – chitarra solista, cori (2005-2008)
  • Jon Wilkes – batteria, percussioni, cori (2005-2011)
  • Josh Burke – chitarra solista (2011-2013)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia dei The Red Jumpsuit Apparatus.

Utilizzo dei brani nei media[modifica | modifica wikitesto]

  • La canzone Face Down è stata utilizzata nei videogiochi Saints Row 2 e MX vs. ATV: Untamed e inserita nella compilation Now That's What I Call Music! 25.
  • La canzone False Pretense è stata utilizzata nel film Never Back Down.
  • La canzone In Fate's Hands è stata utilizzata nel videogioco Madden NFL 07.
  • La canzone Cat and Mouse è stata utilizzata nell'anime Fullmetal Alchemist.
  • La canzone Face Down è stata utilizzata nel telefilm Degrassi: The Next Generation.
  • La canzone Love Seat è stata utilizzata nel telefilm 90210.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g (EN) The Red Jumpsuit Apparatus in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 24 febbraio 2014.
  2. ^ The Red Jumpsuit Apparatus, BMI, 11 gennaio 2007. URL consultato l'11 maggio 2012.
  3. ^ a b The Red Jumpsuit Apparatus, Starpulse.com. URL consultato il 22 marzo 2013.
  4. ^ The Red Jumpsuit Apparatus Turns Gold: "Don't You Fake It" Is Certified Gold, Virgin Records, 27 novembre 2006. URL consultato l'11 aprile 2012.
  5. ^ Red Jumpsuit Apparatus Recording New Album, Billboard, 18 agosto 2008. URL consultato il 10 febbraio 2013.
  6. ^ Former Vision Sound Signed Rock Act - "The Red Jumpsuit Apparatus", Visionsounds.com. URL consultato il 16 agosto 2012.
  7. ^ Red Jumpsuit Apparatus goes indipendent, Lazyrocker.com, 12 luglio 2010. URL consultato il 22 marzo 2013.
  8. ^ MySpace's Red Jumpsuit Apparatus - The Skinny
  9. ^ (EN) Am I the Enemy in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 13 aprile 2012.
  10. ^ Red Jumpsuit Apparatus release new song, Killyourstereo.com, 24 marzo 2011. URL consultato il 4 dicembre 2012.
  11. ^ Red Jumpsuit Apparatus' new album, Am I The Enemy, is out August 30, Altpress.com, 12 agosto 2011. URL consultato il 4 dicembre 2012.
  12. ^ Duke Ditchens and Matt Carter leave Red Jumpsuit Apparatus, Altpress.com, 12 agosto 2011. URL consultato l'11 luglio 2011.
  13. ^  The Red Jumpsuit Apparatus welcomes Josh Burke. YouTube. URL consultato in data 17 luglio 2011.
  14. ^ The Red Jumpsuit Apparatus team up with artistdirect.com to premiere Am I the Enemy, Artistdirect.com, 22 agosto 2011. URL consultato il 4 dicembre 2012.
  15. ^ The wait is over, Facebook, 29 agosto 2011. URL consultato il 29 agosto 2011.
  16. ^  Meet Kris Comeaux - The new RJA drummer. YouTube. URL consultato in data 10 novembre 2011.
  17. ^ Am I the Enemy - Remixes, iTunes. URL consultato il 26 novembre 2012.
  18. ^ Twilight - Single, iTunes. URL consultato il 2 aprile 2012.
  19. ^  Red Jumpsuit Spring 2012 Tour. YouTube. URL consultato in data 25 luglio 2012.
  20. ^ Ronnie Winter, UK Tour Starts Today, Redjumpsuitalliance.ning.com, 23 novembre 2012. URL consultato il 4 dicembre 2012.
  21. ^ 2013 = 10 years of face melting jams for your listening pleasure, Facebook, 1º gennaio 2013. URL consultato il 2 gennaio 2013.
  22. ^ a b It's true! Never thought we would say this but Matt Carter is back!, Facebook, 14 ottobre 2013. URL consultato il 16 ottobre 2013.
  23. ^ (EN) New record comes out July 4th, Facebook, 16 febbraio 2014. URL consultato il 24 febbraio 2014.
  24. ^ (EN) The Red Jumpsuit Apparatus 4th Full length AlbumProject, Indiegogo.com. URL consultato il 24 febbraio 2014.
  25. ^ (EN) Band Responds to Copyright Controversy, Believes All Digital Art Should be Free, Petapixel.com, 21 aprile 2014. URL consultato il 19 maggio 2014.
  26. ^ (EN) RJA News - 4-11-2014, Redjumpsuit.com. URL consultato il 19 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 19 maggio 2014).
  27. ^ (EN) Red Jumpsuit Apparatus Giving Away All of Their Music, Including New Single, 6 maggio 2014. URL consultato il 19 maggio 2014.
  28. ^ (EN) The Right Direction - Single by The Red Jumpsuit Apparatus, iTunes. URL consultato il 19 maggio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]