Never Back Down - Mai arrendersi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Never Back Down - Mai arrendersi
Never Back Down.jpg
Sean Faris in una scena del film
Titolo originale Never Back Down
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 2008
Durata 115 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2.35 : 1
Genere adolescenziale, arti marziali, azione
Regia Jeff Wadlow
Soggetto Chris Hauty
Sceneggiatura Chris Hauty
Produttore Craig Baumgarten, David Zelon
Casa di produzione Summit Entertainment, Mandalay Pictures, Baumgarten Productions, Mandalay Independent Pictures
Distribuzione (Italia) Medusa Film
Fotografia Lukas Ettlin
Montaggio Victor Du Bois, Debra Weinfeld
Effetti speciali Skylar Gorrell, Thomas Kittle, E. Merlin, Jared Merlin, James L. Roberts
Musiche Michael Wandmacher
Scenografia Ida Random
Costumi Judy Ruskin Howell
Trucco Deborah Brozovich, Nancy Cummings, Lee Grimes, Jane Hassinger, Ann-Maree Hurley, Diane Maurno, Linda Schonning
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Per essere il migliore, devi battere i migliori. »
(Ryan McCarthy / Cam Gigandet)

Never Back Down - Mai arrendersi (Never Back Down) è un film del 2008 diretto da Jeff Wadlow.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Jake Tyler si è appena trasferito a Orlando in Florida a causa di una borsa studio di tennis del fratello Charlie e dell'allontanamento dalla sua vecchia scuola a causa di una megarissa durante una partita di football, causata dalla sua risposta alle provocazioni di un giocatore della squadra avversaria che facevano leva sui sensi di colpa di Jake per la morte di suo padre. Nella nuova scuola però ha la possibilità di rifarsi un nome, abbandonando le abitudini violente del passato. A scuola non fa facilmente amicizia e conosce solo la compagna di classe Baja, simpatica e molto bella. A pranzo un ragazzo di nome Max lo avvicina amichevolmente cercando di convincerlo a partecipare a dei combattimenti clandestini affermando, dopo aver visto il video della rissa sul campo da football, che potrebbe avere del talento. Jake rifiuta, ma in tutta la scuola il video si diffonde suscitando interesse e mettendo a disagio il nostro protagonista.

Poco dopo, Baja invita Jake ad una festa organizzata in una villa a cui partecipano molti giovani, dove scopre l'esistenza di un giro di combattimenti organizzati dagli stessi ragazzi in cui chiunque voglia combattere può farlo senza distinzioni. Colui che tiene le redini dei combattimenti è Ryan McCarthy, il quale sfida Jake a combattere per puro divertimento. Jake si rifiuta fermamente, quindi Ryan inizia a provocarlo baciando Baja, della quale è infatti il ragazzo, ma senza successo. Ryan cerca ancora di mantenersi calmo ed elogia Jake invitandolo ancora a battersi ma riceve l'ennesimo rifiuto. Allora Ryan inizia a far leva sul punto debole di Jake, suo padre. Jake scatta a questa provocazione e accetta la sfida, dal quale viene massacrato per poi essere deriso da tutti gli invitati. Ryan è infatti il combattente migliore della zona e senza difficoltà atterra Jake a più riprese fino a fargli perdere i sensi.

In questo clima di tensione e tristezza, Jake si sente offeso da tutti e tradito da Baja, colei che credeva sua amica e che invece sembra aver organizzato il tutto. Ma è proprio in questo momento che Jake trova in Max, appassionato sfegatato della lotta, un aiuto per superare tutta la vicenda e lo incita ad iscriversi ad un corso di arti marziali miste (MMA) per recuperare il suo onore. Jake diviene amico di Jean Roqua, un uomo severo ma molto saggio e benevolo. Tra i due il rapporto non sarà facile in quanto Jake, dopo aver ottenuto buoni risultati ed essere stato nuovamente provocato da Ryan, picchia 3 uomini che volevano aggredirlo, venendo così cacciato dal maestro, la cui regola principale è non combattere mai fuori dalla palestra. Jake chiede al maestro di riaccoglierlo rivelandogli tutti i suoi sensi di colpa per la morte del padre, e affermando che gli unici momenti in cui si libera di essi è durante i suoi allenamenti. Roqua gli concede un'altra possibilità e allena duramente Jake portandolo ad un livello di abilità notevole, rendendo anche più sereno il ragazzo. Roqua racconta poi a Jake di non aver più visto suo padre per 7 anni dopo che suo fratello minore era stato ucciso da un uomo che aveva picchiato dopo essere stato provocato, e Jean non si perdona il fatto di non aver saputo fare niente per impedirlo.

Jake recupera il rapporto con Baja, si fidanza con lei, che precedentemente aveva lasciato Ryan, e si rifiuta di partecipare al torneo clandestino annuale della zona, di cui Ryan è il campione da due anni. Ryan lo scopre durante una festa in piscina pomeridiana a casa sua e gli mostra la probabile ragione per cui Ryan è così aggressivo: suo padre infatti è molto autoritario ed è stato lui a farlo iniziare a combattere sin da piccolo per renderlo più forte. Ryan non sembra sopportare il padre che, davanti a tutti, gli parla con arroganza dicendogli "Vuoi essere il migliore? Allora battiti con i migliori", le stesse parole usate da Ryan contro Jake al loro primo incontro. Ryan, desideroso di affrontare Jake, ricorre alle maniere forti, picchia a sangue Max mandandolo all'ospedale per provocarlo. Jake allora decide di accettare la sfida, Roqua glielo vieta ma Jake dice di volersi battere non per vendetta ma con l'intento di spezzare la scia di prepotenza e violenza del suo avversario. Che vinca o che perda non cambia nulla, inoltre invita l'allenatore a cercare il perdono di suo padre invece di nascondersi lì per sempre. L'uomo alla fine accetta la decisione di Jake invitandolo a fare attenzione. Jake e Ryan finiscono con l'affrontarsi in un parcheggio,a causa della squalificazione di Ryan e del ritiro successivo di Jake, per nulla interessato all'esito del torneo, ma soltanto a battersi con il suo rivale. Dopo una dura lotta Jake ne esce vincitore, con grande felicità di Max che ha seguito l'incontro collegato dall'ospedale. Jean Roqua chiude momentaneamente la palestra per tornare in Brasile a chiedere il perdono del padre, mentre Jake finalmente trova la serenità che cercava e, camminando insieme a Max, incrocia lo sguardo di Ryan e i due con un cenno del capo fanno capire che la loro rivalità sia conclusa definitivamente con rispetto reciproco.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film era originariamente intitolato Get Some e la sua produzione è stata annunciata durante dicembre 2007.

Le principali ambientazioni sono state filmate in Florida, nella downtown di Orlando e nelle località Sanford e Clermont, altre sequenze sono state riprese alla "Sycamore High School" e a Pleasant View (Tennessee); le riprese sono iniziate il 16 luglio 2007.

Gli ambienti del liceo nel film sono stati filmati alla "Cypress Creek High School", tranne che la scena d'apertura in cui viene mostrata la maxirissa sul campo da football, che è stata girata alla "East Ridge High School".

Il titolo è stato cambiato su volontà delle case di distribuzione, poiché Get Some poteva riferirsi a un doppio senso in un contesto sessuale. L'attore Sean Faris si è dimostrato molto portato nella lotta ma poco nelle tecniche di combattimento in piedi a differenza dell'attore Cam Gigandent che essendo cintura nera di Taekwondo non ha avuto nessuna difficoltà nelle sequenze di combattimento.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato distribuito nel circuito cinematografico degli Stati Uniti d'America a partire dal 14 marzo 2008, e in Italia dal 28 novembre dello stesso anno.

Le edizioni per il mercato home video in DVD e Blu-Ray Disc sono state commercializzate negli USA dal 29 luglio 2008. Entrambe le pubblicazioni si compongono di due diverse versioni, una a disco singolo e una a due dischi.

La versione DVD a due dischi contiene negli extra una versione non censurata e prolungata chiamata "Extended Beat Down" e materiale tagliato per rispettare il Rating PG-13.

Sequel[modifica | modifica sorgente]

Nell'agosto 2011 è uscito il sequel Never Back Down - Combattimento letale diretto da Michael Jai White.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema