Face Down (singolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Face Down
Face down.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
Artista The Red Jumpsuit Apparatus
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1º gennaio 2006[1]
Durata 3 min : 12 s
Album di provenienza Don't You Fake It
Genere Alternative rock
Screamo
Emo
Etichetta Virgin Records
Produttore David Bendeth
Registrazione 2005-2006
Formati CD, download digitale
The Red Jumpsuit Apparatus - cronologia
Singolo precedente
Singolo successivo
(2007)

Face Down è il primo singolo estratto dall'album del gruppo musicale statunitense The Red Jumpsuit Apparatus Don't You Fake It, pubblicato nel 2006. Il 28 novembre dello stesso anno è stato pubblicato il singolo Face Down (Acoustic), contenente una versione acustica del brano.

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Il brano è il singolo di maggior successo della band. Ha raggiunto la 25ª posizione della Billboard Hot 100 e la 10 della Pop Songs negli Stati Uniti[2], oltre ad arrivare al 4º posto nella classifica dei singoli in Nuova Zelanda[3]. Sempre negli Stati Uniti, ha raggiunto la seconda posizione dell'Alternative Songs ed è rimasto per 52 settimane di seguito nella classifica, raggiungendo il record precedentemente stabilito da The Kill dei Thirty Seconds to Mars[2].

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Diretto da Paul Minor[4], il video di Face Down racconta e denuncia, come il testo della canzone, la violenza sulle donne. Una giovane donna, tornata a casa, vede i vari oggetti nell'abitazione che cominciano a schiantarsi e a distruggersi intorno a lei. La donna non ha nessun tipo di reazione, se non alla fine quando prende le foto e gli oggetti di un uomo che osservava nella casa, esce e li butta via. Queste scene sono alternate a scene della band che suona il brano nel soggiorno della casa[5].

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2006) Posizione
massima
Canada[2] 43
Canada (digital)[6] 53
Nuova Zelanda[3] 4
Stati Uniti[2] 25
Stati Uniti (alternative)[2] 3
Stati Uniti (mainstream rock)[2] 38
Stati Uniti (pop)[2] 15
Stati Uniti (adult pop)[2] 10
Stati Uniti (digital)[6] 18
Stati Uniti (radio)[6] 11

Versione acustica[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2006) Posizione
massima
Stati Uniti (under 100)[2] 25

Utilizzo nei media[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Red Jumpsuit Apparatus › Album › Face Down, MTV. URL consultato il 25 giugno 2012.
  2. ^ a b c d e f g h i The Red Jumpsuit Apparatus - Chart history, Billboard. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  3. ^ a b Face Down, Charts.org.nz. URL consultato l'11 maggio 2012.
  4. ^ Face Down - The Red Jumpsuit Apparatus - Music Video, MTV. URL consultato il 19 maggio 2014.
  5. ^  The Red Jumpsuit Apparatus - Face Down. YouTube. URL consultato in data 26 dicembre 2011.
  6. ^ a b c Don't You Fake It - Billboard Charts, Allmusic. URL consultato l'11 maggio 2012.
rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock