The Lemon Song

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Lemon Song
Artista Led Zeppelin
Autore/i Jimmy Page, Robert Plant, John Paul Jones, John Bonham, Chester Burnett
Genere Hard rock
Edito da Atlantic Records
Pubblicazione
Incisione Led Zeppelin II
Data 1969
Durata 6 min 18 sec
Led Zeppelin II – tracce
Successiva

"The Lemon Song" è una canzone della rock band inglese Led Zeppelin, inclusa nel loro album del 1969 Led Zeppelin II. Fu registrata presso i Mystic Studios a Hollywood quando la band era al suo secondo tour negli Stati Uniti.

Ad essa sono state attribuite più volte allusioni sessuali e contiene tra l'altro alcune delle suonate più blues dei Led Zeppelin. Fu registrata in studio come se la band suonasse praticamente dal vivo tanto che nessun dispositivo elettronico venne impiegato per riprodurre l'eco sulla voce di Robert Plant. L'effetto eco ottenuto fu infatti frutto dell'abilità del cantante anche grazie all'acustica ricreata nei Mystic Studios.

La canzone fu eseguita dai Led Zeppelin nei primi tre concerti live negli Stati Uniti con il titolo "The Lemon Song" ad eccezione del primo tour dove venne eseguita con il titolo "Killing Floor", prima di essere scartata definitivamente dalla scaletta alla fine del 1969. Tuttavia la frase "squeeze my lemon" (tradotto come "spremi il mio limone") continuò ad essere inserita nella melodia di "Whole Lotta Love" e improvvisata altrove.

KIlling floor e l'accusa di violazione del copyright[modifica | modifica wikitesto]

"The Lemon Song" fu "presa a prestito" da "Killing Floor" del bluesman Howlin' Wolf, che era una canzone che i Led Zeppelin spesso inserivano nella scaletta durante il loro primo concerto live negli Stati Uniti. Per il secondo e il terzo concerto in Nord America il titolo della canzone da "Killing floor" si evolse dunque in "The Lemon Song", con tanto di liriche spesso improvvisate da Plant.

La canzone ebbe un'ampia notorietà anche grazie al fatto che nella prima ristampa britannica dell'LP Led Zeppelin II nel 1970, l'etichetta del disco riportava "Killing Floor" come terza traccia, accreditata a Chester Burnett (il vero nome di Howlin' Wolf). L'elenco delle canzoni sulla copertina del disco tuttavia riportava come traccia "The Lemon Song" e ne accreditava il copyright ai Led Zeppelin. Per questa ragione la seconda ristampa UK su vinile dell'album Led Zeppelin II etichettata ATLANTIC K 40037, è considerata di grande interesse dai collezionisti. Nel dicembre del 1972, Arc Music, titolare dei diritti di pubblicazione delle canzoni degli Howlin' Wolf, citò in giudizio i Led Zeppelin per violazione del copyright relativamente a "The Lemon Song". Le parti tuttavia si accordarono in maniera amichevole e Wolf ottenne un risarcimento e l'inclusione di un credito come co-autore.

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock