Srinagar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Srinagar
Commissione Municipale (Municipal Committee)
سرینگر
सिरीनगर
Srinagar – Veduta
Localizzazione
Stato India India
Stato federato Seal of Jammu and Kashmir color.png Jammu e Kashmir
Divisione Kashmir
Distretto Srinagar
Amministrazione
Sindaco Ghulam Mustafa Bhat
Territorio
Coordinate 34°04′59.88″N 74°49′00.12″E / 34.0833°N 74.8167°E34.0833; 74.8167 (Srinagar)Coordinate: 34°04′59.88″N 74°49′00.12″E / 34.0833°N 74.8167°E34.0833; 74.8167 (Srinagar)
Altitudine 1.554[1] m s.l.m.
Superficie 105 km²
Abitanti 1 940 000 (2001)
Densità 18 476,19 ab./km²
Altre informazioni
Lingue urdu(ufficiale); kashmiri
Cod. postale 190001[2]
Prefisso 0194[3]
Fuso orario UTC+5:30
Cartografia
Mappa di localizzazione: India
Srinagar

Srinagar (in urdu e kashmiri سرینگر, in hindi सिरीनगर) è una città dell'India di 1.940.000 abitanti[4], capoluogo del distretto di Srinagar, nello stato federato del Jammu e Kashmir di cui è la capitale estiva. In base al numero di abitanti la città rientra nella classe I (da 100.000 persone in su)[5].

Srinagar è meglio conosciuta per i suoi laghi. Il lago Dal con le sue case galleggianti del Kashmir è famoso in tutto il mondo.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La città è situata a 34° 4' 60 N e 74° 49' 0 E, a un'altitudine di 1.554 m s.l.m.[1], nella valle del Kashmir, su entrambe le sponde del fiume Jhelum, un affluente del fiume Indo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La città fu fondata, probabilmente, oltre 2000 anni fa dal re Pravarasena II, che la chiamò Parvasenpur. Certamente, anche se con nomi diversi, la città di Srinagar ha una storia che risale almeno fino al III secolo a.C. È stata parte dell'Impero Maurya, uno dei più grandi imperi del subcontinente indiano. La massima estensione di tale Impero si ha con Ashoka (268-233 a.C.) che introdusse il Buddismo nella Valle del Kashmir, facendo diventare la zona circostante un centro di tale religione. Nei libri di storia scolastici in Kashmir, Ashoka è citato come fondatore di una città cui diede il nome di Srinagar, a tre miglia dall'odierna. Fu la capitale del regno di Zain ul Abideen, governante spodestato da Akbar dopo aver fallito la conquista del Kashmir con la forza. Akbar in seguito invase e occupò prima il Kashmir, poi l'Afghanistan, il Sick e quindi India e Pakistan. Lo stato divenne in seguito dominio dell'impero britannico.

Dopo aver ricevuto l'indipendenza dalla Gran Bretagna, la città insieme allo stato del Kashmir fu invasa dalle truppe pakistane ed indiane.

Il movimento della Ahmadiyya di Qādyān e di Lahore, in India – di origine islamica, ma considerato dai sunniti e dagli sciiti come eretico – afferma che Gesù non sarebbe morto in croce: a loro detta, dalla Palestina fuggì in India, dove visse ancora per molti anni, fino a morire di vecchiaia a Srinagar, nel Kashmir: qui, in effetti, si trova un monumento tradizionalmente indicato come il santuario Roza Bal «la tomba di ʿĪsā».

Demografia[modifica | modifica wikitesto]

Al censimento del 2001 la popolazione di Srinagar assommava a 894.940 persone, delle quali 481.750 maschi e 413.190 femmine. I bambini di età inferiore o uguale ai sei anni assommavano a 80.132, dei quali 42.271 maschi e 37.861 femmine. Infine, coloro che erano in grado di saper almeno leggere e scrivere erano 528.979, dei quali 324.769 maschi e 204.210 femmine.[6]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Temperatura max: 41 °C; Temperatura min:-5 °C Ottimo rifugio dalle umide e monsoniche pianure del nord, Srinagar ha 4 stagioni ben definite. Gli inverni sono piovosi con possibili nevicate di elevata intensità. Le estati sono miti e secche con temperature massime intorno ai 30 °C.[7]

Srinagar è ad 876 km a nord di Delhi

Persone legate alla città[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Falling Rain Genomics, Inc, Srinagar, India Page. URL consultato l'11 luglio 2008.
  2. ^ (EN) India Post, Pincode search - Srinagar. URL consultato il 28 luglio 2008.
  3. ^ (EN) Indiacom, STD Code list for City : S. URL consultato il 10 agosto 2008.
  4. ^ District Profile
  5. ^ Census of India, Alphabetical list of towns and their population - Jammu and Kashmir (PDF). URL consultato il 21 maggio 2008.
  6. ^ (EN) Census of India 2001, Population, population in the age group 0-6 and literates by sex - Cities/Towns (in alphabetic order): 2001. URL consultato il 20 giugno 2008.
  7. ^ Extreme temperatures around the world. URL consultato il 02-05-2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

India Portale India: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di India