Richard Zimler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Richard Zimler

Richard Zimler (Roslyn Heights, 1956) è uno scrittore statunitense.

I suoi libri, che gli hanno fatto vincere la Fellowship in Fiction del National Endowment of the Arts nel 1994 e l’Herodotus Award nel 1998, sono stati pubblicati in molti paesi e tradotti in più di venti lingue.

Ha una laurea di primo livello in Religioni comparate dalla Duke University e un Master in Giornalismo della Stanford University. Zimler vive a Porto, in Portogallo insegnando Giornalismo all’Università per 16 anni.

Richard Zimler ha ricevuto nel 2009 il premio letterario Alberto Benveniste in Francia per il suo romanzo Guardian of the Dawn. Il premio viene assegnato a romanzi che trattano della cultura e della storia degli ebrei sefarditi. Il premio gli è stato consegnato in una cerimonia alla Sorbona nel gennaio 2009.

Quattro dei suoi romanzi - Hunting Midnight, The Search for Sana, The Seventh Gate e The Warsaw Anagrams (Gli anagrammi di Varsavia) - sono stati finalisti all’International IMPAC Dublin Literary Award, il più ricco premio letterario del mondo anglofono.

Zimler ha anche curato un’antologia di racconti il cui ricavato va a Save the Children, la più grande organizzazione per i diritti dei bambini del mondo. L’antologia si intitola The Children’s Hours. Tra gli autori antologizzati ci sono Margaret Atwood, Nadine Gordimer, André Brink, Markus Zusak, David Almond, Katherine Vaz, Alberto Manguel, Eva Hoffman, Junot Díaz, Uri Orlev e Ali Smith.

Nel 2009, Zimler ha sceneggiato e recitato in The Slow Mirror, un cortometraggio basato su uno dei suoi racconti. Diretto dalla regista svedese-portoghese Solveig Nordlund, il film è interpretato da attori portoghesi come Gracinda Nave e Marta Peneda. Nel maggio del 2010 ha vinto il premio Best Drama nel Downtown Short Film Festival di New York.

Il suo romanzo più recente, The Warsaw Anagrams, è stato scelto come Libro dell’anno 2009 dalla principale rivista libraria portoghese, LER. È stato altresì selezionato tra i venti migliori libri del decennio 2000-2009 dal principale quotidiano del paese, O Público.

Opere scelte[modifica | modifica sorgente]

  • Gli anagrammi di Varsavia (The Warsaw Anagrams), Piemme, 2011
  • The Seventh Gate (2007)
  • The Search for Sana (2005)
  • Guardian of the Dawn (2005)
  • Mezzanotte ovvero il principio del mondo (Hunting Midnight, 2003), Cavallo di Ferro, 2006)
  • The Angelic Darkness (1998)
  • Il cabalista di Lisbona (The Last Kabbalist of Lisbon, 1996), Mondadori, 1998)
  • Il sognatore di fantasimi (Unholy Ghosts, 1996), Playground, 2007)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 32139246 LCCN: n97112942