René Laurentin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
René Laurentin

René Laurentin (Tours, 19 ottobre 1917) è un presbitero e teologo francese. È considerato un'autorità in materia di mariologia, il ramo della teologia che studia la figura della Madonna e il suo ruolo nella "storia della Salvezza".

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di Marie e Maurice Laurentin, architetto. A 17 anni dopo essersi diplomato all'Istituto di Santa Maria di Chole, entrò nel seminario di Parigi nell'ottobre del 1934. Era un ottimo studente, soprattutto in filosofia, si specializzò su Tommaso d'Aquino. Nel 1938 si laureò alla Sorbona in filosofia. Stava studiando teologia quando fu chiamato alle armi. Durante la seconda guerra mondiale fu ufficiale dell'esercito francese. È anche stato prigioniero di guerra in Germania.

Si iscrisse all'Università per continuare i suoi studi, seguì corsi di ebraico e mariologia sotto la guida del sacerdote domenicano Genevois. Nel luglio del 1946 si laureò in teologia e divenne sacerdote, l'8 dicembre 1946 a Parigi, ordinato dal vescovo Blanchet, l'allora rettore dell'Institut Catholique de Paris. Gli fu chiesto di approfondire l'argomento della tesi: "La Beata Vergine Maria e il suo ruolo in Europa". Nel 1952 completò il dottorato in mariologia alla Sorbona e dopo completò un altro dottorato in teologia laureandosi cum singulari prorsus laude il 9 febbraio 1953 presso l'Institut Catholique de Paris.

Nel 1955 gli fu affidata la cattedra di teologia all'università cattolica di Angers e, contemporaneamente, insegnò mariologia ai francescani. Divenne vicepresidente della Società di studi francesi su Maria nel 1962. È stato perito al Concilio Vaticano II dopo essere stato uno del consulenti per la commissione preparatoria due anni prima, nel 1960. Scrisse la maggior parte della dottrina mariana nella Costituzione dogmatica del Concilio Vaticano II.[senza fonte]

È membro della facoltà di teologia presso l'Università di Firenze e l'Università di Milano.

Editorialista di «Le Figaro», scrisse numerosi articoli sul Concilio e sull'elezione di papa Paolo VI.

Gli studi sulle apparizioni mariane[modifica | modifica sorgente]

Ha studiato ed interpretato varie apparizioni mariane (quasi tutte quelle degli ultimi 40 anni), di cui ha scritto trattati su quelle di Lourdes, Fatima, Medjugorje e su altre in Europa e nel resto del mondo.

Nel 1981 il Vaticano lo autorizzò a studiare gli scritti di Yvonne-Aime de Malestroit che era al vaglio della Congregazione per le Cause dei Santi. Ha pubblicato otto volumi su di lei.

L'Abbé René è stato il difensore di molte apparizioni minori e fenomeni mistici, tra cui, oltre a Međugorje, le apparizioni di San Nicolás in Argentina, quelle di Scottsdale in Arizona e della mistica Vassula Ryden sulla quale il Vaticano si è pronunciato negativamente[1] [2]. Ultimamente (18 settembre 2008) Laurentin ha chiarito di non avere mai espresso giudizi sull'autenticità o meno delle apparizioni di Međugorje[3].

Ha scritto oltre 100 opere su Maria, le apparizioni e la Dottrina della Chiesa cattolica. Inoltre ha scritto su Bernadette Soubirous, Louis-Marie Grignion de Montfort, Catherine Labouré e su Teresa di Lisieux.

Nel 1996 è stato insignito del Premio Internazionale Medaglia d'Oro al merito della Cultura Cattolica.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Notificazione sugli scritti e l’attività della Signora Vassula Ryden, 6 ottobre 1995
  2. ^ Lettera circolare ai Presidenti delle Conferenze Episcopali circa gli scritti e l'attività della Signora Vassula Rydén, 25 gennaio 2007
  3. ^ PETRUS - Il quotidiano online sull'Apostolato di Benedetto XVI

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 27067219 LCCN: n79112995