Rallina tricolor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rallina collorosso
Red-necked Crake kuranda.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Gruiformes
Famiglia Rallidae
Genere Rallina
Specie R. tricolor
Nomenclatura binomiale
Rallina tricolor
G. R. Gray, 1858

La rallina collorosso (Rallina tricolor G. R. Gray, 1858) è un uccello della famiglia dei Rallidi originario della regione australasiatica[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La rallina collorosso è un Rallide di medie dimensioni: misura 23–30 cm di lunghezza, ha un'apertura alare di 37–45 cm e pesa intorno ai 200 g. Testa, collo e petto sono di colore bruno-rossastro, più chiaro sulla gola. Le regioni superiori sono marrone-grigiastre, così come quelle inferiori; su queste ultime, tuttavia, sono presenti delle striature più chiare. Il sottoala è vergato da strisce bianche e nere; il becco è verde e le zampe e i piedi grigio-marrone.

Il richiamo è costituito da una serie di richiami schioccanti e da deboli grugniti ripetuti più volte.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'areale della specie comprende le Molucche (Ambon e Kur, una delle isole Tayandu) e le Piccole Isole della Sonda orientali (Damar e Larat, una delle isole Tanimbar), le isole Aru, la Nuova Guinea (comprese le isole di Yapen e di Karkar) e le isole al largo delle sue coste occidentali (Waigeo, Batanta, Salawati e Misool), le isole di D'Entrecasteaux (isola di Fergusson) e l'arcipelago di Bismarck (isole Saint Matthias, Nuova Hannover e Nuova Irlanda); la specie è presente anche, con due popolazioni disgiunte, nell'Australia nord-orientale (Queensland), dalle isole dello stretto di Torres ai monti McIlwraith, e da Cooktown a Paluma, fino al tavolato di Atherton all'interno, e su alcune isole nei pressi della costa.

È presente nelle foreste pluviali tropicali e nelle zone di fitta vegetazione nei pressi di zone umide permanenti.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

La rallina collorosso si nutre di anfibi, invertebrati acquatici, crostacei e molluschi.

Rimane sempre sul terreno o nelle sue vicinanze, tra la fitta vegetazione. Depone nidiate composte da 3-5 uova di colore bianco sporco, che vengono covate per circa 20 giorni. I nidiacei, ricoperti da un fitto piumino nero, sono precoci e nidifughi.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Con un areale così vasto e nessuna prova che indichi un declino delle sue popolazioni, la specie non è considerata in pericolo di estinzione. Viene poco studiata e passa spesso inosservata a causa della sua natura elusiva, ma sembra che in Nuova Guinea sia piuttosto comune. In Australia, d'altro canto, le popolazioni sono diminuite a causa della deforestazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Rallina tricolor in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Rallidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 12 maggio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Marchant, S.; Higgins, P.J.; & Davies, J.N. (eds). (1994). Handbook of Australian, New Zealand and Antarctic Birds. Volume 2: Raptors to Lapwings. Oxford University Press: Melbourne. ISBN 0-19-553069-1

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli