Primo caporal maggiore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il primo caporal maggiore è il primo grado della Categoria dei graduati dell'Esercito Italiano.

Il grado è equivalente al codice di grado NATO OR-4.[1]

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Esso è stato istituito con il decreto legislativo 12 maggio 1995 n.196 ("Attuazione dell'art. 3 della legge 6 marzo 1992, n. 216, in materia di riordino dei ruoli, modifica alle norme di reclutamento, stato ed avanzamento del personale non direttivo delle Forze armate").

È superiore del caporale maggiore ed inferiore del caporale maggiore scelto. Il distintivo di grado del primo caporale maggiore è costituito da un gallone rosso con semicerchio.

Può accedere a tale grado il caporale maggiore, il volontario in ferma breve o volontario in ferma prefissata, che abbiano vinto il concorso per volontari in servizio permanente (VSP).


Il distintivo di grado è costituito da un gallone rosso sormontato da un semicerchio rosso su un rettangolo nero di 6,2 × 4,6 mm.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Corrispondenze[modifica | modifica sorgente]

Per i VFP4:

Periodo di servizio CoA Esercito Italiano.svg Esercito Italiano Coat of arms of Marina Militare.svg Marina Militare Coat of arms of the Italian Air Force.svg Aeronautica Militare
alla nomina
Caporale (il grado è contornato di blu)
dopo 18 mesi
Caporal maggiore, (il grado è contornato di blu).
con la rafferma[2]
Primo caporal maggiore

Per i VSP:

Anni di servizio Esercito Italiano Marina Militare Aeronautica Militare
Alla nomina
Primo caporal maggiore
Dopo 3 anni nel grado precedente
Dopo 5 anni nel grado precedente
Dopo 5 anni nel grado precedente

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) NATO STANAG 2116, (NATO standardization agreement - accordo sulle norme) NATO Codes for Grades of Military Personnel (codici per i gradi del personale militare) edizione 6, 25 febbraio 2010. URL consultato il 2 febbraio 2011.
  2. ^ con la rafferma biennale si accede al grado di Primo caporal maggiore pur non transitando nel ruolo dei volontari in servizio permanente, ovvero non si viene vincolati da contratto di lavoro a tempo indererminato.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]