Ove Andersson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ove Andersson
Ove Andersson.jpg
Dati biografici
Nazionalità Svezia Svezia
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Dati agonistici
Categoria Rally
Squadra Alpine-Renault
Peugeot
Toyota
Palmarès
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Ove Andersson (Uppsala, 3 gennaio 1938George, 11 giugno 2008) è stato un pilota di rally e dirigente sportivo svedese, vincitore in carriera di una prova del campionato del mondo rally (Safari Rally del 1975) e di quattro prove del Campionato internazionale costruttori.

Nel Campionato internazionale costruttori 1971, se si fosse assegnato anche il titolo piloti oltre a quello costruttori, Andersson sarebbe stato campione del mondo in quanto riuscì a vincere ben quattro gare su otto. Il titolo mondiale piloti fu istituito a partire dal Campionato del mondo rally 1977.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo essere stato uno dei pionieri delle gare rallystiche già a partire dagli anni 1950 (come navigatore, ebbe, tra gli altri Jean Todt), negli anni 1980 fondò la Andersson Motorsport da cui poi sarebbe nata la Toyota Motorsport (nei rally Toyota Team Europe).[1]

Trovò la morte, all'età di 70 anni, in Sudafrica l'11 giugno 2008 al Milligan Classic Rally, una gara di rally per auto storiche,[1] la vettura da lui guidata non è riuscita ad evitare lo scontro frontale con un camion, all'uscita di una curva cieca.[2]

Manager della Toyota[modifica | modifica sorgente]

Con il Toyota Team Europe ha vinto sette campionati del mondo rally: il titolo piloti nel 1990, 1992, 1993 e 1994, con tre piloti diversi, e quello costruttori nel 1993, 1994 e 1999.

In seguito è stato a capo anche del Toyota F1 Team.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Vittorie nel mondiale rally[modifica | modifica sorgente]

Fino al 1972 il Campionato del mondo rally era ancora il Campionato internazionale costruttori.

Anno Rally Navigatore Vettura
1971 Monaco Rally di Monte Carlo Regno Unito Tony Nash Alpine-Renault A110 1600
Italia Rally di Sanremo Regno Unito Tony Nash Alpine-Renault A110 1600
Austria Rally d'Austria Svezia Arne Hertz Alpine-Renault A110 1600
Grecia Rally dell'Acropoli Svezia Arne Hertz Alpine-Renault A110 1600
1975 Kenya Safari Rally Svezia Arne Hertz Peugeot 504 TI

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Ove Anderson è morto in un incidente stradale, quattroruote.it. URL consultato il 6 dicembre 2011.
  2. ^ Toyota Motorsport piange la morte di Ove Andersson, italiaracing.net. URL consultato il 6 dicembre 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]