Nippon Kokan Soccer Club

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Nippon Kokan Soccer Club
日本鋼管サッカー部
Calcio Football pictogram.svg
Kokan (鋼管?)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Celeste.png Celeste
600px Rosso con fascetta Blu-Bianca.svg Bianco e rosso
Dati societari
Città Kawasaki (Kanagawa)
Paese Giappone Giappone
Confederazione AFC
Federazione Flag of Japan.svg Japan Football League
Fondazione 1912
Scioglimento 1993
Stadio Todoroki Athletics Stadium
(25000 posti)
Palmarès
Trofei nazionali 1
Si invita a seguire il modello di voce

Il Nippon Kokan Soccer Club (日本鋼管サッカー部 Nippon Kokan Sakka Bu?), dal 1988 NKK Soccer Club (NKKサッカー部 NKK Sakka Bu?)[1], è stata una società calcistica giapponese attiva fino al 1993, con sede a Kawasaki.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il club fu fondato nel 1912 come circolo sportivo della Nippon Kokan, acciaieria situata a Kawasaki e attualmente parte della JFE Holdings; benché la sezione calcistica fosse stata aperta intorno agli anni venti, la squadra fece il suo ingresso nei massimi livelli del calcio nazionale solo nel 1966, quando raggiunse la finale della All Japan Senior Football Championship (all'epoca secondo livello del campionato giapponese di calcio) e ottenne l'accesso ai playoff interdivisionali[2] , nei quali ottenne la promozione in Japan Soccer League dopo aver sconfitto il Nagoya Bank nel doppio confronto[3].

Per oltre un decennio il Nippon Kokan militò nel massimo livello del campionato nazionale, oscillando tra le posizioni medio-basse della classifica e ottenendo, in alcuni casi, la salvezza solo grazie a delle risicate vittorie nei playoff interdivisionali[4][5]. La prima retrocessione in seconda divisione, avvenuta al termine della stagione 1979[6], divenne il preludio di un periodo di forma da parte della squadra che, in concomitanza con l'esordio di giocatori di primo piano come Koji Tanaka e Toshio Matsuura, riuscirà a mettere in bacheca i primi trofei divenendo, tra l'altro, il primo club di seconda divisione a vincere coppa di Lega (1980) e trofeo nazionale (1981). Ritornato in massima serie al termine della stagione 1983, dopo una stagione interlocutoria il Nippon Kokan diverrà una delle principali candidate alla vittoria del titolo delle tre stagioni a seguire, ottenendo tre secondi posti consecutivi[7] e arrivando a sfiorare l'accoppiata campionato-coppa nazionale nella stagione 1986-87, scavalcato dallo Yomiuri per via di una peggior differenza reti[8] e di una vittoria di misura in finale di Coppa dell'Imperatore[9].

Nonostante l'avvento, in quegli anni, del calcio professionistico, la squadra decise di mantenere il regime dilettantistico: rinominatosi NKK all'inizio della stagione 1988-89[1], il club (che in quegli anni vide il ritiro di alcuni dei giocatori rivelatisi fondamentali per i risultati finora conseguiti) non riuscirà più a ripetere le prestazioni delle stagioni precedenti ottenendo due risicate salvezze sino a retrocedere in seconda divisione al termine della 1990-91. In occasione della dismissione definitiva della Japan Soccer League, il NKK si iscrisse alla Japan Football League (che all'epoca costituiva il secondo livello del campionato nazionale, disputato a regime dilettantistico)[10], dove vi militò per due stagioni sino alla cessazione dell'attività, avvenuta nel 1993 dopo una retrocessione nel secondo raggruppamento del torneo[11].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Nippon Kokan Soccer Club


 

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

Tradizionalmente di colore celeste, nel corso degli anni le divise cambiarono più volte livree e tonalità: nel 1977 ne fu adottata una che aveva il blu scuro come colore dominante[12], fra il 1987 e il 1988 fu utilizzata una divisa bianca a strisce nere infine, a partire dalla stagione 1988-89 verranno utilizzate delle divise di colore rosso, relegando quelle celesti al ruolo di seconda divisa.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1977[12]
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1985[7]
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1987
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1989
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1993

Simboli ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Fino alla stagione 1987-88 stemma del Nippon Kokan era di forma circolare ed includeva un omino stilizzato indossante un elmetto. Questi elementi erano accompagnati dalla dicitura "Nippon Kokan Soccer Club", disposta lungo il perimetro del cerchio[7]. Successivamente verrà adottato il logo della NKK, costituito da una linea obliqua con l'estremità appuntita.

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

600px Celeste.png
Allenatori


Giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria:Calciatori del Nippon Kokan S.C..

Il Nippon Kokan e le Nazionali di calcio[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Nazionale di calcio del Giappone.

Il primo calciatore del Nippon Kokan ad ottenere una convocazione in Nazionale fu Nobuo Fujishima, che tra il 1972 e il 1979 fu schierato regolarmente nelle gare internazionali totalizzando 64 presenze[13]. Negli anni ottanta, in concomitanza con le prestazioni di alto livello offerte dalla squadra (tra cui i tre secondi posti consecutivi ottenuti tra il 1986 e il 1988), si iniziò a convocare un maggior numero di giocatori sino ad arrivare ad un massimo di cinque nel 1987, quando furono schierati Toshio Matsuura (il quale aveva già esordito nel 1981)[14], Nobuyo Fujishiro[15], Tomoyasu Asaoka[16], Kuniharu Nakamoto[17] e Satoru Mochizuki, con quest'ultimo che nel 1989 diverrà l'ultimo giocatore militante nel Nippon Kokan ad ottenere una convocazione in Nazionale[18].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1981
1980, 1987

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 1986
Secondo posto: 1985-86, 1986-87, 1987-88

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione
Japan Soccer League Division 1 20 1967 1990-91
Japan Soccer League Division 2 4 1980 1991-92
Japan Football League 2 1992 1993

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • The Complete History of Japan Soccer League, 1965-1992 (日本サッカーリーグ全史 1965-1992?), 1993, ISBN non esistente
  • 1986-1987 JSL Year Book, 1986, Football Magazine, ISBN non esistente

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Informazione storica[modifica | modifica wikitesto]

Liste e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]