Nelumbo lutea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Fior di loto americano
Nelumbo lutea blossom.jpeg
Nelumbo lutea
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Rosidae
Ordine Nymphaeales
Famiglia Nelumbonaceae
Genere Nelumbo
Specie N. lutea
Classificazione APG
Ordine Proteales
Famiglia Nelumbonaceae
Nomenclatura binomiale
Nelumbo lutea
Willd., 1799

Il fior di loto americano (Nelumbo lutea Willd., 1799) è una pianta acquatica della famiglia Nelumbonaceae.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Anche questa specie di Nelumbo come l'affine fior di loto asiatico, è una pianta acquatica le cui radici rizomatose affondano nel terreno, mentre il fiore e le foglie emergono dalla superficie dell'acqua.

Superficie delle foglie impermeabile.

Le prime foglie prodotte all'inizio della primavera sono circolari e si sviluppano sul pelo dell'acqua come quelle delle ninfee. Dopo poco tempo vengono prodotte delle foglie più grandi portate da piccioli lunghi anche 2m (a partire dal rizoma), queste foglie sono peltate e di grandezza notevole, con un diametro di 30-40 cm, e sono ricoperte da una sostanza cerosa che le rende impermeabili. Le piante adulte sono alte in genere 80-150 cm dal pelo dell'acqua.

La fioritura inizia nella tarda primavera e può durare per tutta l'estate. Il colore dei petali varia dal bianco al giallo pallido, e il nome specifico riferisce proprio a questa caratteristica, dal latino "luteus" che vuol dire giallo. I fiori hanno un diametro di 18-28 cm e hanno 22-25 petali.[1]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

L'areale originario comprendeva le rive dei laghi e le paludi che si estendono nel sud-est degli Stati Uniti, Messico, Honduras e nei Caraibi, o anche le zone soggette a inondazioni delle stesse regioni. Si è diffuso poi più a nord negli USA, probabilmente grazie anche ai nativi americani che lo portavano insieme a loro utilizzandolo come fonte di cibo[2]

In alcune zone questa pianta si è naturalizzata diventando una pianta infestante moltiplicandosi sia attraverso i rizomi che per mezzo dei semi.

Usi[modifica | modifica sorgente]

Le radici venivano utilizzate come fonte di cibo dai nativi americani.
Oggigiorno viene utilizzato soprattutto come pianta ornamentale nei laghetti per via dei fiori e delle foglie molto appariscenti.
Questa specie è stata ibridata con N. nucifera ottenendo parecchi ibridi di grande bellezza.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Perry D. Slocum, Waterlilies and Lotuses: Species, Cultivars, and New Hybrids, Timber Press, 2005, p. 236, ISBN 9780881926842.
  2. ^ John H. Wiersema, Nelumboanaceae in Flora of North America, vol. 3, 1997.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]