Stagno (acqua)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stagno in un giardino
Uno stagno in Germania del nord
Un lago di acqua stagnante in Germania, a Greiz
Esistono approssimativamente 2549 km² di stagni in Estonia, che coprono 5,6% dell'intero territorio nazionale[1]

Uno stagno (dal latino stagnum) o acquitrino è uno specchio d'acqua ferma (stagnante, appunto), di dimensioni ridotte[senza fonte] e fondale poco profondo.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La formazione di uno stagno necessita in generale di un'alimentazione (corsi d'acqua o canali immissari) e di un fondale abbastanza impermeabile. Differisce dalla palude per la modalità di formazione (non deriva dall'inondazione fluviale o marina di aree pianeggianti) e per la minor presenza di limo.

Può essere naturale o artificiale (in tal caso è chiuso da una diga) e può costituire un tipico ambiente di vita per piccoli animali e piante acquatiche, come la canna, il papiro o le ninfee.

Lo stagno ornamentale[modifica | modifica wikitesto]

Ultimamente in Occidente si è diffusa l'usanza di ricreare ambienti acquatici, che in natura vanno scomparendo, nei giardini in funzione di ornamento. Questi tipi di stagni, più correttamente chiamati "laghetti", sono spesso popolati da piante esotiche e fauna non locale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Estonian Mires Inventory.Tartu, 2011

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

ecologia e ambiente Portale Ecologia e ambiente: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ecologia e ambiente