Kettle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un kettle (kettle hole) è un corpo d'acqua poco profondo riempito di sedimenti formatosi dal ritiro dei ghiacciai o dal drenaggio di acque alluvionali.

Panoramica[modifica | modifica wikitesto]

Laghi kettle in Siberia, adiacenti al Golfo dell'Ob' (a destra dell'immagine). I colori del lago indicano quantità di sedimenti o la profondità; più profonda o più chiara è l'acqua, più azzurro è il lago.

I kettle sono conformazioni fluvioglaciali createsi dal distacco di blocchi di ghiaccio dalla fronte di un ghiacciaio in recessione i quali man mano diventano parzialmente e poi interamente sepolti dai depositi di dilavamento glaciale, prodotti dai corsi d'acqua di fusione fluenti dal ghiacciaio; questi depositavano sedimenti formando ampie pianure sedimentarie chiamate sandur, laddove i blocchi di ghiaccio fondendo avrebbero prodotto i kettle hole. Quando lo sviluppo di numerosi kettle hole smembrano la superficie dei sandur, si forma una mescolanza di una serie di creste e cumuli, che somigliano ai kame e alla topografia dei kettle.[1] La formazione dei kettle hole possono verificarsi nei depositi (a forma di cresta) di frammenti rocciosi chiamati till.[2]

I kettle hole possono formarsi in seguito a inondazioni a causa dell'improvviso prosciugamento di un lago arginato dal ghiaccio. Queste inondazioni, chiamate jökulhlaup, spesso depositano rapidamente una grande quantità di sedimenti sulla superficie del sandur. I kettle hole si sono formati da blocchi in fusione di ghiaccio ricco di sedimenti trasportati e di conseguenza sepolti dalle jökulhlaup. Si è scoperto tramite osservazioni sul campo e simulazioni di laboratorio fatte da Maizels nel 1992 che intorno ai margini dei kettle hole generati dalle jökulhlaup si formano dei bastioni. Lo sviluppo di particolari tipi di bastioni dipende dalla concentrazione dei frammenti di roccia contenuti nel blocco di ghiaccio fuso e da quanto esso è sepolto in profondità dai sedimenti.[3]

La maggior parte dei kettle hole hanno un diametro minore di due chilometri, sebbene alcune nel Midwest degli Stati Uniti oltrepassano i dieci chilometri. Il lago Puslinch nell'Ontario (Canada), è il lago kettle più grande del Canada che si estende per circa 160 ettari (380 acri). Il Fish Lake nella parte centro-nord della Catena delle Cascate dello stato di Washington (U.S.A.), è di 200 ettari (~550 acri).[4]

Un kettle nell'altopiano dell'Isunngua, Groenlandia centro-occidentale.

La profondità della maggior parte dei kettle è inferiore ai dieci metri.[5] Nella maggior parte dei casi i kettle hole alla fine si riempiono d'acqua, sedimenti o vegetazione. Se il kettle è alimentato da corsi d'acqua di superficie o sotterranei esso diventa un lago kettle. Se il kettle riceve le sue acque dalle precipitazioni, dalla falda freatica, o in un modo o nell'altro da entrambi, si parla allora di stagno kettle o zona umida kettle (se vi è vegetazione). Gli stagni kettle che non sono influenzati dalla falda freatica di solito diventeranno secchi durante i mesi caldi estivi, nel qual caso essi vengono considerati effimeri. [1]

Se l'acqua in un kettle diventa acidula a causa della decomposizione della materia organica vegetale, diventerà una palude o torbiera kettle, nel caso in cui i suoli sottostanti sono a base di calce e neutralizzano talvolta le condizioni acide. Le paludi kettle sono ecosistemi chiusi in quanto non hanno altri approvvigionamenti d'acqua se non quelli delle precipitazioni.

Sia le paludi kettle acide che i kettle di acqua dolce sono importanti nicchie ecologiche per alcune specie simbiotiche di flora e fauna [2].

Un laghetto kettle nella zona di escursione di Hossa, (Suomussalmi, Finlandia).
Numerosi laghi kettle costeggiano la Denali Highway (Alaska).

La Kettle Moraine è una regione del Wisconsin, che copre un'area che va dal Green Bay (Lago Michigan) fino al Wisconsin centro-meridionale, e ha numerosi kettle, morene e altre conformazioni glaciali. Alcuni dei suoi tanti laghi kettle hanno una profondità che va da circa 100 a 200 piedi (60,96 m). Il nome trae origine da Kettle Point, una comunità della prime nazioni sul Lago Huron in Ontario (Canada) che possiede molti esempi di kettle.

I laghi pothole punteggiano il terreno dell'emisfero settentrionale nelle paraterie americane canadesi, nelle steppe russe e in tutta la Siberia settentrionale. Alcuni di questi laghi sono distanti dalle terre coltivate e dalle aree abitate, tanto da avere le loro acque abbastanza chiare e incontaminate. Gli scienziati usano immagini satellitari di questi laghi kettle glaciali per misurare la chiarezza dell'acqua e per fare delle valutazioni ambientali. Sono inoltre monitorari per lo studio del mutamento climatico. La rivista Science riferisce che nel corso di 30 anni, alcuni laghi glaciali nella Siberia settentrionale si sono prosciugati in quanto la regione si è riscaldata e il permafrost che si trovava sotto i laghi si è "fratturato", facendo sì che la loro acqua si prosciugasse.

Nel settembre del 2008 i lavoratori che stavano preparando le nuove fondazioni per il sito del World Trade Center hanno scoperto una profonda marmitta (pothole).[6]

Esempi di laghi kettle[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bennet, M and Glasser, N: Glacial Geology:Ice Sheets and Landforms, page 262. John Wiley and Sons, 1997
  2. ^ (EN) Tarbuck, E and Lutgens, F:Earth, page 351. Prentice Hall, 2002
  3. ^ (EN) Bennett, M and Glasser, N:Glacial Geology: Ice Shetts and Landforms, page 267. John Wiley and Sons, 1997
  4. ^ (EN) Schmuck and Peterson, 2002 Warmwater Fisheries Survey of Fish Lake, Chelan County, Washington, page 1, State of Washington, 2005
  5. ^ (EN) Tarbuck, E and Lutgens, F:Earth, page 351. Prentice Hall, 2002
  6. ^ (EN) NY Times - Scoperta glaciale al WTC

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

-