Loro Piana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Loro Piana
Logo
Stato Italia Italia
Fondazione 1924 a Quarona
Sede principale Quarona (VC)
Gruppo Francia LVMH
Persone chiave Pietro Loro Piana (fondatore)
Settore Abbigliamento
Fatturato Green Arrow Up.svg562,7 milioni [1] (2011)
Dipendenti 2.381[1] (2011)
Sito web www.loropiana.com

Loro Piana è un'azienda italiana operante nel settore dei beni di lusso. Ha due divisioni, il lanificio (che produce tessuti di alta gamma utilizzando fibre nobili come cashmere, baby cashmere, vigogna, lane extrafini) e la divisione Luxury Goods che produce e distribuisce in tutto il mondo una linea completa di prodotti di abbigliamento e accessori per uomo, donna, bambino realizzati con i propri tessuti e con le migliori materie prime disponibili, oltre che una linea di regali.

È leader mondiale nella lavorazione del cashmere, della vigogna e della lane extrafini[2].

Nel dicembre 2013 è stata acquistata (80% del capitale sociale) dalla multinazionale francese del lusso LVMH.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Originaria di Trivero, la famiglia Loro Piana comincia la propria attività di mercanti di lana all'inizio del diciannovesimo secolo, e verso la seconda metà del secolo si trasferisce in Valsesia dove fonda il lanificio Fratelli Lora e Compagnia, a cui segue il Lanificio di Quarona di Zignone & C. all'inizio del ventesimo secolo.

L'attuale azienda Loro Piana viene creata nel 1924 dall'ingegner Pietro Loro Piana. Nel periodo immediatamente dopo la Seconda guerra mondiale, Franco Loro Piana, nipote di Pietro, prende in mano l'attività di famiglia, facendone un marchio ampiamente conosciuto nel settore dell'alta moda mondiale. Dagli anni settanta la Loro Piana è gestita dai figli di Franco, Sergio e Pier Luigi[3].

Dal 1985 l'azienda ha avviato una collaborazione con la Federazione Italiana Sport Equestri[4]. Inoltre dal 2002 Loro Piana veste anche il Team New Zealand all'America's Cup[3].

Dalla fine degli anni novanta il marchio espande la propria produzione dall'abbigliamento agli accessori tessili, alle calzature, ai regali e agli accessori per la casa.

Gli stabilimenti del marchio sono tutti situati in Italia, in particolare in Valsesia, in provincia di Vercelli. I prodotti sono distribuiti attraverso una rete di negozi di proprietà, aperti progressivamente dalla metà degli anni novanta, situati nelle strade dello shopping più esclusive del mondo. Nel 2013 si possono contare oltre 130 negozi.

Dal 2012 Loro Piana opera anche nel settore dell'e-commerce con l'apertura del suo sito web Eshop sul quale è possibile acquistare le collezioni uomo, donna e regali con una scelta di oltre 2000 prodotti. Il progetto web è stato sviluppato in due anni di lavoro creando una piattaforma di vendita proprietaria, con lo scopo di portare anche online la stessa qualità e dedizione al cliente che si può trovare nei negozi. Nel 2013 la spedizione dei prodotti è possibile in Europa, Stati Uniti e Cina. In futuro sarà ampliata anche ad altri Paesi.[5]

Nel 2013 Loro Piana ha annunciato di avere investito 1,6 milioni di dollari, acquisendo la maggioranza di una società che ha il diritto di tosare le circa 6000 vicuñe presenti in un territorio di 85mila ettari in Argentina[6]. In questo modo Loro Piana amplia la sua presenza a tutela del camelide andino che produce la fibra animale più fine del mondo (13 micron). Infatti, già nel 2008 Loro Piana aveva concretizzato l'impegno a favore della vicuña con l'apertura in Perù della “Reserva Dr. Franco Loro Piana”.

L'8 luglio 2013, a sorpresa, a Parigi viene dato l'annuncio che la famiglia Loro Piana ha ceduto l'80% dell'azienda al gruppo francese LVMH per 2 miliardi di euro. Sergio e Pier Luigi Loro Piana conserveranno una partecipazione del 20% nella società e manterranno le loro funzioni alla guida dell'azienda.[7]

Dopo una lunga malattia, il 20 dicembre 2013 muore a Milano Sergio Loro Piana. [8]

La struttura aziendale è attualmente composta dal presidente Antoine Arnault, l'amministratore delegato Matthieu Brisset e dal vice presidente Pier Luigi Loro Piana.

Il 2014 si apre con la conferma di tutto il "vecchio" management da parte del nuovo CEO Brisset. [9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Loro Piana: 2011 da record. Il cachemire cresce a 2 cifre in repubblica.it, 24º febbraio 2012. URL consultato il 24º febbraio 2012.
  2. ^ ilsole24ore.com
  3. ^ a b Dizionario della moda
  4. ^ Arabian Business
  5. ^ MF Fashion - “L'Exploit firmato Loro Piana”
  6. ^ Pambianco News - Loro Piana, 1,6 milioni $ per la vigogna in Argentina
  7. ^ Anche Loro Piana ai francesi di Lvmh. Un affare da due miliardi di euro
  8. ^ È morto Sergio Loro Piana, lutto nel mondo del lusso
  9. ^ Loro Piana, il nuovo ceo Brisset conferma tutto il management

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]