Alta moda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'alta moda o haute couture[1] è il settore dell'abbigliamento nel quale operano i creatori di abiti di lusso.

Il settore ruota attorno a varie case di moda, alcune delle quali assai antiche, conosciute grazie a marchi ben pubblicizzati presso il grande pubblico. In ognuna di queste case lavorano grandi stilisti, disegnatori e addetti al marketing. Essi propongono le loro innovative creazioni per mezzo di sfilate di moda aperte alla stampa e ai compratori (buyers), con l'intento di anticipare le tendenze della moda. Alcune case d'alta moda sono proprietarie di marchi secondari dedicati ai settori del prêt-à-porter e degli accessori.

Alta moda in Italia[modifica | modifica wikitesto]

L'alta moda italiana è nata a Firenze, con la sfilata organizzata il 12 febbraio 1951 dal pioniere della moda italiana Giovanni Battista Giorgini, presso Villa Torrigiani in via dei Serragli, replicata poi alla Sala Bianca di Palazzo Pitti, alla presenza di numerosi compratori internazionali, che scoprirono l'eleganza Made in Italy, che poteva vantare prezzi molto più competitivi della moda parigina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Haute couture" è una locuzione mutuata dalla lingua francese dove ha lo stesso significato della locuzione italiana "alta moda".

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Moda Portale Moda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Moda