La pelle (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La pelle
La pelle.png
Alexandra King e Marcello Mastroianni
Titolo originale La pelle
Paese di produzione Italia, Francia
Anno 1981
Durata 133 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Liliana Cavani
Soggetto Curzio Malaparte
Sceneggiatura Curzio Malaparte, Robert Katz
Produttore Renzo Rossellini jr.
Musiche Lalo Schifrin, Roberto De Simone
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La pelle è un film di Liliana Cavani del 1981 tratto dal romanzo omonimo di Curzio Malaparte. Vietato ai minori di 14 anni, è stato presentato alla Mostra del cinema di Venezia. Marcello Mastroianni interpreta il ruolo dello scrittore Malaparte.

Fu presentato in concorso al 34º Festival di Cannes.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Napoli, 1944, seconda guerra mondiale. Tra miseria e macerie di una città appena liberata, Curzio Malaparte, capitano del Corpo Italiano di Liberazione, quel che resta del Regio Esercito, media tra gli Alleati e la popolazione di Napoli, dove tutto accade nonostante la vita continui.

Prigionieri tedeschi venduti a peso, un carrarmato americano smontato in pieno centro da abili scugnizzi, quartieri dichiarati Off Limits ai soldati alleati, bambini dati dalle loro madri indigenti ai soldati nordafricani per essere posseduti, e tante altre scene di ordinaria follia bellica, la cui apoteosi sta nella tragica eruzione del Vesuvio.

Il film termina con lo stupro di una fanatica pilota americana da parte dei suoi commilitoni e la scena di un romano festante travolto da un carrarmato alleato sulla via Appia. Un banale incidente per i militari, il segno di una tremenda sconfitta per il protagonista.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Official Selection 1981, festival-cannes.fr. URL consultato il 21 giugno 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema