Kiruna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kiruna
area urbana
Kiruna – Veduta
Dati amministrativi
Stato Svezia Svezia
Regione Norrland
Contea Norrbotten län vapen.svg Norrbotten
Comune Kiruna
Territorio
Coordinate 67°51′00″N 20°13′00″E / 67.85°N 20.216667°E67.85; 20.216667 (Kiruna)Coordinate: 67°51′00″N 20°13′00″E / 67.85°N 20.216667°E67.85; 20.216667 (Kiruna)
Altitudine 550 m s.l.m.
Superficie 15,92 km²
Abitanti 18 148[1] (31/12/2010)
Densità 1 139,95 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC+1
Provincia storica Lapponia svedese
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Svezia
Kiruna
Sito istituzionale

Kiruna è una città della Svezia, capoluogo del comune omonimo. È la città più settentrionale della Svezia[2], a circa 100 km dai confini con la Norvegia e la Finlandia. Il centro sorge sull'altura di Haukivaara e costituisce l'area più vasta ed abitata in Lapponia con circa 20.000 abitanti[3]. Si trova a nord del circolo polare artico ed è famosa per le sue miniere di ferro.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Kiruna divenne una città svedese nel 1948 e all'inizio venne considerata la più estesa città del mondo per superficie[senza fonte], ma dopo la riforma municipale svedese degli anni settanta il termine "città" venne abolito.

Situata 145 chilometri a nord del Circolo polare artico, a Kiruna è sempre giorno 24 ore su 24 (sole di mezzanotte) approssimativamente dal 30 maggio al 15 luglio. La notte polare, durante la quale si può ammirare l'aurora boreale, è di qualche settimana più breve, 13 dicembre – 5 gennaio.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Origini[modifica | modifica sorgente]

I ritrovamenti archeologici hanno svelato che la zona di Kiruna è abitata da circa 6.000 anni. Tuttavia, la città di Kiruna è stata fondata soltanto nel 1900, anche se i Sami sapevano della presenza dei minerali ferrosi nelle alture circostanti. Nel 1696, Samuel Mört, un computista della piccola comunità rurale di Kengis, scrisse infatti della presenza di metallo sulle colline di Kiirunavaara e di Luossavaara[4]. Il ricercatore Anders Hacksell rappresentò su carta l'area nel 1736 denominando le due colline Fredriks berg (Kiirunavaara) e Berget Ulrika Eleonora (Luossavaara)[4], in onore del re Federico I di Svezia e di sua moglie Ulrica Eleonora di Svezia. Nonostante i vasti giacimenti di minerali, non fu iniziata alcuna attività estrattiva a causa della posizione remota e del clima molto rigido del luogo. Nel XVIII secolo si usava però estrarre i minerali in estate per trasportarli in inverno, usando slitte trainate da renne e cavalli. Tuttavia, i costi elevati e la quantità di fosforo nei minerali portarono nel 1878 all'utilizzo del convertitore Bessemer che permise di separare il fosforo dai minerali[5][6].

Nel 1884, The Northern of Europe Railway Company (it: Associazione Ferrovie Nordeuropee) provvide alla costruzione di una linea ferroviaria dalla città di Luleå (sempre in Svezia) a quella di Narvik (in Norvegia). Il tratto tra Luleå e Malmberget fu terminato nel 1888, con il primo treno che partì da quest'ultima a marzo. Più o meno nello stesso periodo, l'azienda inglese fallì e fu costretta a cedere allo Stato svedese la linea al prezzo di 8 milioni di corone svedesi, circa la metà della somma inizialmente investita. Dopo un'importante opera di ricostruzione, fu possibile usare la linea ferroviaria fino a Gällivare e quindi l'estrazione mineraria poté riprendere[6][7]

Economia[modifica | modifica sorgente]

La città sorge su uno dei depositi minerari di ferro più grandi al mondo. Per lasciar posto all'estrazione della miniera, la città verrà progressivamente spostata di 3 km.[8]

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

I trasporti sono affidati alle strade (Strada europea E10), ferrovie e aerei.

Sport[modifica | modifica sorgente]

Stazione sciistica specializzata nello sci nordico, ha ospitato varie della Coppa del Mondo di sci di fondo e numerose gare minori.

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ [1]
  2. ^ Kiruna, un inverno polare. URL consultato l'8 marzo 2014.
  3. ^ Northern Lights - A caccia dell'aurora boreale. URL consultato l'8 marzo 2014.
  4. ^ a b (EN) http://lkab.net/LKWebb/gui.nsf/visa.txl?openform&id=43C2
  5. ^ (EN) (SV) Historia – Kiruna kommun. URL consultato il 9 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale il 25 giugno 2008).
  6. ^ a b (EN) Press room/History/1696–1919@lkab.com. URL consultato il 9 febbraio 2009.
  7. ^ (SV) Åke Barck, Gruvstaden – Gruvorna in Kiruna 100-årsboken, Kiruna, Comune di Kiruna, 27 aprile 2000, pp. 60–74. ISBN 91-630-9371-5.
  8. ^ In Svezia vogliono spostare una città, ilpost.it, 7 marzo 2014. URL consultato l'8 marzo 2014.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]