J Dilla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
J Dilla
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Rap
Hip hop soul
Neo soul
Periodo di attività 1994-2006
Etichetta Delicious Vinyl, Counterflow, BBE, MCA, Stones Throw
Gruppi Slum Village
Jaylib
Soulquarians
Album pubblicati 21 + 3 EP
Studio 13
Live 0
Raccolte 8

James Dewitt Yancey, meglio conosciuto col nome d'arte di J Dilla, o anche come J.D. o Jay Dee (Detroit, 7 febbraio 1974Los Angeles, 10 febbraio 2006), è stato un rapper, produttore discografico e polistrumentista statunitense.

È considerato tra i più innovativi ed importanti produttori del panorama statunitense, e fonte di ispirazione per tantissimi artisti nel corso degli anni.

Le origini[modifica | modifica sorgente]

Nato a Detroit nel febbraio del 1974 James Yancey era il più vecchio della discendenza, con una sorella (Martha)  e due fratelli, Earl e John che diventò a sua volta un musicista in futuro con il nome Illa J.

La famiglia visse in una casa vicino McDougall e Nevada nella parte orientale di Detroit. Vista la famiglia con grandi propensioni musicali (il padre bassista jazz e la madre cantante d'opera), a soli 2 anni James inizia a collezionare 45 giri e a cantare sui dischi del padre. Crescendo sviluppa una forte passione per la cultura hip hop.

Timido e taciturno, trascorre la sua infanzia cominciando a produrre le sue prime strumentali con un'attrezzatura minimale, centro di tutto un registratore a cassette. A 18 anni incontra Amp Fiddler (un musicista di Detroit) che lo avvicina per la prima volta all'Akai MPC, campionatore che diventerà suo simbolo.

Incomincia così a produrre alcune tracce insieme all'amico ed MC, Phat Kat, formando il gruppo 1st Down, primo gruppo hip-hop di Detroit a firmare un contratto con una major (Payday Records).

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Nel 1995 Jay Dee collabora con i The Pharcyde, producendo parte di Labcabincalifornia. Produce anche per i A Tribe Called Quest, Busta Rhymes e ancora De La Soul, Proof dei D12 e Keith Murray per citarne alcuni. Molti dei singoli e dei dischi li produce con il nome di The Ummah, collettivo di produttori composto da J Dilla, Q-Tip e Ali Shaeed Muhammad (due elementi dei A Tribe Called Quest) e occasionalmente anche da Raphael Saadiq e D'Angelo.

Nel 1997 il collettivo produce, tra i tanti lavori, "Got 'til it's gone" di Janet Jackson e completa un remix del brano "History" di Michael Jackson. Jay Dee, sempre nel 1997, produce Fan-Tas-Tic (Vol.1), album degli Slum Village, gruppo che forma con 2 suoi compagni di scuola (T3 e Baatin), disco che diventerà un classico nell'underground ma che verrà ufficialmente pubblicato solo 8 anni più tardi.

Nel 1999 Dilla contribuisce al suono dei The Roots, formando insieme a Questlove, batterista e leader della band, il collettivo musicale Soulquarians. Come collettivo produranno i dischi di D'Angelo (Voodoo), Common (Like Water for Chocolate; Electric Circus), Erykah Badu (Mama's Gun), Bilal (1st Born Second), The Roots (Things Fall Apart; The Phrenology). Ognuno di questi album porta con sé la caratteristica produttiva di J Dilla che crea suoni unendo strumenti live e campionatori.

Nel 2001 esce il primo album personale di J Dilla, Welcome 2 Detroit che lo vede impegnato sia nella produzione (MPC, Moog, trombone, batteria, percussioni) che al microfono. Seguirà poi Ruff Druft nel 2003. Ed è sempre in questo anno che esce Champion Sound, lavoro frutto della collaborazione con Madlib, produttore di Los Angeles, con il quale forma il duo Jaylib.

Nel 2004 dopo essere stato in tour con Madlib, si sottopone ad alcuni esami medici che confermano una grave forma di Lupus. Continua i suoi progetti, che comprendono collaborazioni con Pete Rock (Soul Survivor II), e Slum Village (nel brano "Reunion").

Nel 2005 partecipa all'album di Common Be producendo due tracce ("Love Is.." e "It's Your World"). Costretto a continue cure mediche, si dedica al completamento del suo ultimo disco, Donuts, album che compone dal suo letto in ospedale con il supporto di sua madre Maureen Yancey. Donuts uscirà il 7 febbraio 2006, giorno del suo trentaduesimo compleanno. James morirà tre giorni dopo nella sua casa a Los Angeles dove si era trasferito con la madre a causa del peggiorarsi delle sue condizioni di salute.[1]

I vinili appartanenti alla collezione di J Dilla saranno poi messi in vendita.[2]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia di J Dilla.
Anno Artista Album Etichetta
1997 Slum Village Fan-Tas-Tic (Vol. 1) Donut Boy Recordings/2
2000 Slum Village Fantastic, Vol. 2 Goodvibe
2000 Slum Village Best Kept Secret EP Groove Attack
2000 Jay Dee Fuck the Police Up Above Records
2001 Jay Dee Welcome 2 Detroit Barely Breaking Even
2001 Jay Dee Pay Jay MCA
2003 Jay Dee Ruff Draft Mummy/Groove Attack, Stones Throw
2003 Jaylib Champion Sound Stones Throw
2006 J Dilla Donuts Stones Throw
2006 J Dilla The Shining Barely Breaking Even
2008 J Dilla Jay Love Japan EP Pay Jay Productions, Operation Unknown
2009 J Dilla Jay Stay Paid Nature Sounds
2010 J Dilla Donut Shop Stones Throw/Serato
2012 J Dilla Rebirth of Detroit Ruff Draft Records
2012 J Dilla The Lost Scrolls Vol. 1 EP Ruff Draft Records
2014 J Dilla The Diary Pay Jay Productions, Inc

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ È morto J Dilla, produttore hip hop.
  2. ^ I vinili della collezione di J Dilla in vendita.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 32244000 LCCN: no2006126809