Giulio Cerreti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
on. Giulio Cerreti
Bandiera italiana
Assemblea costituente
Luogo nascita Sesto Fiorentino
Data nascita 11 ottobre 1903
Data morte 18 giugno 1985
Professione giornalista
Partito Partito Comunista Italiano
Gruppo Comunista
Collegio Arezzo-Siena-Grosseto
Incarichi parlamentari
  • Componente della Giunta delle elezioni
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Partito Partito Comunista Italiano
Legislatura I, II, III
Gruppo Comunista
Collegio Firenze-Pistoia
Incarichi parlamentari
  • Componente della X Commissione (Industria e commercio) - I legislatura
  • Componente della Commissione speciale per l'esame del disegno di legge n. 20: "Ratifica degli accordi internazionali firmati a Parigi il 16 aprile 1948" - I legislatura
  • Componente della Commissione speciale per l'esame del disegno di legge n. 36: "Ratifica dell'accordo di cooperazione economica tra l'Italia e gli Stati Uniti, concluso a Roma il 28 giugno 1948 - I legislatura
  • Componente della Commissione speciale per l'esame e l'approvazione dei disegni di legge sulla stampa - I legislatura
  • Componente della Giunta per i trattati di commercio e la legislazione doganale - I e II legislatura
  • Componente della VIII Commissione (Trasporti) - II legislatura
  • Componente della XI Commissione (Lavoro e previdenza sociale) - II legislatura
  • Componente della Commissione speciale per l'esame del disegno di legge n. 618: "Attuazione di iniziative intese ad incrementare la produttività" - II legislatura
  • Componente della Commissione parlamentare consultiva per il parere sulla nuova tariffa generale dei dazi doganali - II legislatura
  • Componente della IV Commissione (Giustizia) - III legislatura
  • Componente della XIII Commissione (Lavoro e previdenza sociale) - III legislatura
  • Componente della XIV Commissione (Igiene e sanità pubblica) - III legislatura
  • Componente della Commissione parlamentare per il parere sulla nuova tariffa generale dei dazi doganali - III legislatura
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Senato della Repubblica
Partito Partito Comunista Italiano
Legislatura IV
Gruppo Comunista

Giulio Cerreti (Sesto Fiorentino, 11 ottobre 1903Sesto Fiorentino, 18 giugno 1985) è stato un sindacalista, politico e giornalista italiano.

Nato nel 1903 da una famiglia proletaria e socialista, si iscrisse nel 1917 alla Federazione Giovanile Socialista, mentre nel 1919, a soli 16 anni, entrò a far parte della segreteria provinciale della FIOM di Firenze. Dopo la partecipazione al congresso di fondazione del Partito Comunista, si dedicò ad un'intensa attività sindacale che gli provocò l'ostilità e le persecuzioni dei fascisti.

Nel 1927 si rifugiò in Francia. Dopo brevi soggiorni a Lione e Tolone si stabilì a Parigi, dove divenne uno dei principali punti di riferimento degli immigrati italiani nel Partito Comunista Francese. Nel 1931, anno in cui fondò la rivista Fraternité, partecipò come delegato al IV Congresso del PCI, svoltosi in Germania. Dal 1932 al 1945 fece parte del comitato centrale del PCF. Elemento di rilievo della Terza Internazionale, nel 1936 coordinò le iniziative di supporto ai repubblicani spagnoli.

Nel 1939 si recò prima in Belgio e poi in Danimarca, dove fu arrestato dai nazisti e liberato a seguito dell'intervento della diplomazia sovietica. Fino al 1945 visse in URSS, dove collaborò strettamente con Togliatti.

Rientrato in Italia nel dopoguerra, partecipò ai lavori dell'Assemblea Costituente durante la quale fece parte del terzo Governo De Gasperi come Alto Commissario per l'alimentazione. Fu deputato fino al 1963 e senatore fino al 1968. Dal 1962 ha fatto parte del Comitato centrale del PCI[1].

Nel 1973 riassunse la propria esperienza di dirigente del PCI e del PCF nel libro Con Togliatti e con Thorez. Quarant'anni di lotte politiche[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cerreti Giulio in Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Artistiche. URL consultato il 4 luglio 2009.
  2. ^ Giulio Cerreti, Con Togliatti e con Thorez. Quarant'anni di lotte politiche, Milano, Feltrinelli, 1973.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cerreti Giulio in Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Artistiche. URL consultato il 4 luglio 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie