Episodi di Lost (seconda stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Lost (serie televisiva).

La seconda stagione della serie televisiva Lost è stata trasmessa negli Stati Uniti dall'emittente ABC per la prima volta dal 21 settembre 2005 al 24 maggio 2006.

In Italia è stata trasmessa in prima visione dal canale satellitare Fox dal 18 settembre al 4 dicembre 2006 e in chiaro da Rai 2 dal 13 febbraio 2007 al 1º maggio 2007. In Svizzera è stata trasmessa dal 10 dicembre 2006 all'11 febbraio 2007 sulla RSI.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Man of Science, Man of Faith Uomo di scienza, uomo di fede 21 settembre 2005 18 settembre 2006
2 Adrift Alla deriva 28 settembre 2005 18 settembre 2006
3 Orientation Orientamento 5 ottobre 2005 25 settembre 2006
4 Everybody Hates Hugo Tutti odiano Hugo 12 ottobre 2005 25 settembre 2006
5 …And Found Oggetti smarriti 19 ottobre 2005 2 ottobre 2006
6 Abandoned Abbandono 9 novembre 2005 2 ottobre 2006
7 The Other 48 Days Gli altri 48 giorni 16 novembre 2005 9 ottobre 2006
8 Collision Ritrovarsi 23 novembre 2005 9 ottobre 2006
9 What Kate Did Storia di Kate 30 novembre 2005 16 ottobre 2006
10 The 23rd Psalm Il salmo 23 11 gennaio 2006 16 ottobre 2006
11 The Hunting Party Linea di confine 18 gennaio 2006 23 ottobre 2006
12 Fire + Water Fuoco e acqua 25 gennaio 2006 23 ottobre 2006
13 The Long Con Il lupo 8 febbraio 2006 30 ottobre 2006
14 One of Them Uno degli altri 15 febbraio 2006 30 ottobre 2006
15 Maternity Leave Maternità 1º marzo 2006 6 novembre 2006
16 The Whole Truth Tutta la verità 22 marzo 2006 6 novembre 2006
17 Lockdown Chiusura 29 marzo 2006 13 novembre 2006
18 Dave Dave 5 aprile 2006 13 novembre 2006
19 S.O.S. S.O.S. 12 aprile 2006 20 novembre 2006
20 Two for the Road Due per la strada 3 maggio 2006 20 novembre 2006
21 ? ? 10 maggio 2006 27 novembre 2006
22 Three Minutes Tre minuti 17 maggio 2006 27 novembre 2006
23/24 Live Together, Die Alone[1] Si vive insieme, si muore soli 24 maggio 2006 4 dicembre 2006

Uomo di scienza, uomo di fede[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Un uomo (interpretato da Henry Ian Cusick) che sta dormendo su una branda, viene svegliato dal suono di un allarme. Si alza in piedi e si avvia verso un microcomputer dall'aspetto vecchio, risalente probabilmente agli anni settanta. Inserisce velocemente un codice in esso e l'allarme smette di suonare, mentre un timer viene resettato a 108 minuti. Poi, inizia la sua giornata lavandosi, facendo ginnastica e colazione in quello che sembra un appartamento degli anni sessanta e accende un vecchio grammofono che riproduce il singolo di Mama Cass, Make Your Own Kind of Music, del 1969. Viene nuovamente allertato da un'esplosione. Prende perciò un fucile Simonov SKS da un'armeria e guarda attraverso una telecamera puntata su un tunnel verticale. In superficie, vi sono Jack Shephard e John Locke.

Jack, John, Kate e Hugo, intanto, discutono sul da farsi ora che la botola è stata fatta esplodere. Jack, convinto sia meglio per loro scendere solo all'alba del giorno seguente, torna alle grotte, dopo che Kate gli ha fatto notare come sul retro della botola vi sia la scritta Quarantena.

In un flashback, Jack riceve al pronto soccorso del suo ospedale una donna, Sarah, vittima di un terribile incidente stradale, che sarà poi la sua futura moglie.

Sull'isola, Shannon, insieme a Sayid, cerca Vincent, il labrador affidatole da Walt. Dopo essersi separati, Shannon, ora da sola, vede in un'allucinazione lo stesso Walt, sanguinante, che cerca di parlarle. Intanto Hugo, di ritorno dalla botola, parla con Jack dei numeri (4 8 15 16 23 42) scritti su un fianco della botola e di come essi, secondo lui, portino molta sfortuna. Jack non gli crede e Hugo, deluso dal suo comportamento, commenta la sua scarsa capacità di sostegno al paziente.

Anni prima, Jack riesce a salvare Sarah, ma le comunica che probabilmente non riuscirà più ad avere il controllo delle gambe a causa di un grave danno alla spina dorsale. Christian lo critica per la sua scarsa abilità nel sostegno al paziente.

Jack, Kate, Locke e Hugo tornano alle grotte. Jack spiega ai sopravvissuti come non sia in realtà possibile rifugiarsi all'interno della botola che hanno aperto e racconta della morte del dottor Leslie Arzt, avvenuta nell'ultimo episodio della prima stagione. John dichiara di voler prendere alcuni cavi per calarsi al suo interno e torna indietro accompagnato da Kate.

Flashback: Jack incontra il fidanzato di Sarah, che ha deciso di lasciarla in seguito all'incidente. Sarah, triste, si è già rassegnata al fatto che non potrà più camminare, ma Jack le promette il contrario.

Alle grotte, Kate si cala nel tunnel con l'aiuto di Locke. La donna però, dopo essersi accorta della presenza di qualcosa di strano sul fondo del tunnel, scompare misteriosamente mentre un fascio di luce azzurra viene proiettato fuori dalla botola. Locke scende per cercarla. Jack intanto decide di ritornare anch'egli alla botola per raggiungere i compagni, ma una volta là non trova nessuno. Mentre si cala al suo interno, ricorda ancora.

Sempre nel passato, Jack una sera si allena facendo jogging sulle scalinate di un stadio. Stanco, perde l'equilibrio e cade, facendosi male ad una caviglia. Un uomo di nome Desmond Hume, che si allena nei paraggi, lo soccorre. Racconta a Jack che si sta allenando per partecipare ad una regata intorno al mondo, mentre Jack gli parla di come non sia riuscito a mantenere la promessa fatta a Sarah. Desmond lo consola e gli consiglia di dare alla donna sempre una speranza di farcela. Tornato in ospedale per iniziare il turno, Jack trova Sarah in condizioni decisamente migliori.

Jack arriva sul fondo del tunnel e si ritrova in una sorta di bunker apparentemente abbandonato. Esplorandolo si imbatte in un murales raffigurante i numeri di Hugo e la loro somma, 108, e nota come la chiave che porta al collo sia attratta magneticamente da una parete. Improvvisamente, viene abbagliato da un fascio azzurro, mentre qualcosa inizia a riprodurre lo stesso brano ascoltato dall'uomo all'inizio dell'episodio (Make Your Own Kind Of Music). Il medico si ripara allora in quella che sembra essere una cupola geodetica all'interno della quale trova diverse vecchie apparecchiature elettroniche, in particolare è attirato da un vecchio microcomputer. Quando sta per premere sul pulsante "EXECUTE" sente la voce di Locke che gli dice di non farlo. Jack infuriato gli punta la pistola addosso, chiedendogli dove sia Kate, mentre un altro uomo ne punta una al collo di Locke, costringendolo ad ordinare a Jack di buttarla. Jack rifiuta, sempre più arrabbiato, chiedendo a Locke se fosse questo ciò a cui erano destinati secondo lui. L'uomo esce allora allo scoperto rivelando la sua identità a Jack: Desmond.

  • Guest star: John Terry, Henry Ian Cusick (Desmond), Julie Bowen (Sarah), Anson Mount (Fidanzato di Sarah), Katie Doyle (Infermiera), David Ely (infermiere), Masayo Ford (dottoressa), Julius Ledda (poliziotto), Ivana Michele Smith, Larry Wiss.

Alla deriva[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dopo che una granata lanciata dagli Altri ha fatto esplodere la zattera sulla quale dovevano scappare e rapito Walt, Sawyer trascina Michael su un relitto e cerca di rianimarlo, dopo che questi era quasi affogato nel gridare al figlio che stava bene. Sull'isola, intanto, Locke si cala nella botola in cerca di Kate, scomparsa misteriosamente in seguito al accensione di un faro azzurro. Arrivato sul fondo, inizia ad esplorare le gallerie di quello che sembra un bunker ma è fermato da Desmond, che puntandogli un Simonov SKS gli chiede: "Sei tu lui?".

Intanto sulla zattera, Michael ricorda delle sue battaglie legali per ottenere l'affidamento di Walt, diversi anni prima, mentre discute con un investigatore privato. Sawyer cerca di chiamare Jin per cercare di trovarlo e chiedergli dove sia. Sul relitto, dà la colpa a Sawyer di quello che è successo e iniziano a litigare ma sono attaccati da uno squalo, attirato dalla spalla sanguinante di Sawyer. Sawyer decide di andarsene da quella che Michael chiama la "sua" zattera e raggiunge a nuoto con molta fatica e con una spalla sanguinante un altro relitto. Nel frattempo Locke risponde di sì, ma Desmond capisce che sta mentendo, chiude Kate in un magazzino di prodotti alimentari e costringe Locke a raccontargli chi sono, da dove vengono, come mai si trovano sull'isola e se qualcuno del loro gruppo di sopravvissuti si è ammalato. Locke risponde di no, sorpreso. A quanto pare, Desmond vive all'interno dell'appartamento da molto tempo. Poi, scatta un allarme. Desmond porta Locke all'interno di quella che sembra essere una cupola geodetica sotterranea, lo costringe ad inserire in un microcomputer i numeri di Hurley sotto dettatura e di premere il tasto EXECUTE. L'allarme cessa ed un timer viene resettato a 108 minuti. Si sente la voce di Jack sceso nel bunker alla ricerca di Kate e Locke. Desmond riporta Locke nell'appartamento, mette il brano Make Your Own Kind Of Music a tutto volume. Poi accende il faro azzurro per spaventare Jack e costringerlo a spingersi dentro alla stanza del microcomputer. Kate intanto scappa attraverso un condotto di aerazione e che porta alla cupola geodetica. Arrivata lì vede, attraverso una griglia, Jack e Desmond con due pistole puntate verso Locke.

Nel frattempo, Sawyer e Michael tornano sullo stesso relitto e raggiungono, dopo che quest'ultimo ha ucciso lo squalo con la pistola di Sawyer, uno dei due scafi della zattera. Trasportati dalla corrente, arrivano su una spiaggia dell'isola. Improvvisamente, Jin esce dalla giungla urlando, con le mani legate. I due lo soccorrono e alla parola del coreano "Altri!", alzano lo sguardo e vedono alcune persone, armate, che vengono verso di loro.

Orientamento[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Un uomo di colore alto, robusto ed armato attacca Michael, Jin e Sawyer ancora prima che essi possano reagire, tramortendoli. Con l'aiuto di altre persone li porta dentro ad una buca dove li nascondono. Nel bunker, intanto, Jack e Desmond si affrontano. Locke in un flashback, si ricorda della prima volta in cui incontrò Helen, la sua futura fidanzata, ad una seduta di un gruppo per cercare di diminuire la propria rabbia.

Kate continua a percorrere il condotto d'aerazione ed arriva all'armeria del bunker. Lì prende un fucile, poi esce e colpisce la schiena di Desmond con il calcio dell'arma. L'uomo cade e dalla sua pistola parte un colpo che prende in pieno il microcomputer. È disperato, perché crede che l'apparecchio ed il codice che vi si inserisce siano la sola possibilità di salvare il mondo da una catastrofe ogni 108 minuti. Jack gli permette di riparare il computer, ma prima vuole che Desmond gli racconti la sua storia e per quale motivo si trova nel bunker. Kate intanto parte per cercare Sayid, unico esperto nel campo dell'elettronica e delle telecomunicazioni tra i sopravvissuti. Desmond racconta che circa tre anni prima si trovava su un'imbarcazione nel corso di una regata, il giro del mondo in solitaria, quando è naufragato sull'isola in seguito ad una tempesta. Trovato da un uomo di nome Kelvin venne trasportato nel bunker, dove insieme a lui iniziò a premere il pulsante. Poi Kelvin è morto e lui è rimasto da solo.

Jack non crede all'uomo e per convincerli Desmond consiglia loro di guardare un filmato presente nella libreria. Locke trova la custodia della pellicola, sulla quale è presente uno strano simbolo ottagonale con un cigno stilizzato al centro e la scritta Orientamento. I due preparano il proiettore e poi guardano il filmato, molto vecchio, danneggiato e nel quale alcune sequenze paiono essere state tagliate. Uno scienziato dai tratti orientali, il dr. Marvin Candle, presenta il bunker agli spettatori. Si tratta della terza stazione del Progetto DHARMA (formato da un gruppo di ricercatori che sull'isola pare abbia stabilito un centro di ricerca su larga scala) nota come il Cigno, all'interno della quale due persone si alternano in un turno di 540 giorni, nel corso del quale dovranno passare le proprie giornate immettendo un codice (i numeri 4 8 15 16 23 42) ogni 108 minuti. Jack è arrabbiato, confuso e turbato dal fatto che abbia rincontrato Desmond e trova assurdo ciò che sta accadendo.

Intanto una donna viene fatta scendere nella stessa fossa in cui si trovano Michael, Jin e Sawyer. Si chiama Ana Lucia Cortez e si trovava nella sezione di coda del volo Oceanic Airlines 815, che è precipitata nell'oceano. Sawyer decide di attaccare l'uomo appena verrà a trovarli con la pistola che portava nascosta con sé.

In un flashback, Locke ricorda della sua storia con Helen e del conflitto con il padre, che dopo aver usufruito di un trapianto renale da parte del figlio lo ha abbandonato. Helen lo aiuta a superare il trauma a patto che però John non vada più in cerca di lui e provi a dimenticarlo.

Nel frattempo, Jack litiga con Locke e si allontana dalla stazione. Arrivano Kate e Sayid, che inizia a riparare il computer dopo il fallito tentativo di Desmond. In un colpo di scena, Ana Lucia ruba la pistola a Sawyer e viene fatta uscire dalla fossa dall'uomo di colore che le chiede se abbia scoperto chi siano. Ana Lucia è dunque una loro complice. Intanto Desmond corre nella giungla inseguito da Jack. Il chirurgo lo raggiunge e lo minaccia con una pistola. Desmond ora si ricorda di Jack e gli chiede come stia la ragazza di cui gli aveva parlato anni prima a Los Angeles. Jack, in lacrime, gli risponde che ora non è più sposata con lui. Desmond lo saluta, riprende il suo zaino e si allontana, correndo nella giungla. Jack torna al bunker dove Sayid ha riparato il computer. Inserisce il codice e il conto alla rovescia viene resettato. Locke si propone per iniziare per primo il turno al bunker per inserire il codice, così come consigliato dal filmato d'orientamento.

Tutti odiano Hugo[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Hurley si addormenta durante il suo turno al computer al Cigno. Sogna di trovarsi nella dispensa del bunker e di divorare le scorte del progetto DHARMA. Viene poi chiamato da Jin, con il quale si accorge di parlare in coreano, che gli dice che tutto sta per cambiare. Svegliato da Kate, inserisce i numeri ed il conto alla rovescia ricomincia. Intanto, l'uomo di colore ed Ana Lucia aprono la fossa e fanno uscire Michael e Jin, mentre Sawyer si rifiuta di farlo e viene lasciato lì.

In un flashback, Hurley si ricorda del momento in cui vinse alla lotteria 156 milioni di dollari. Viene poi chiamato da Charlie, che con in braccio Aaron gli chiede che cosa si trovi sotto alla botola. Hurley si reca da Rose e la conduce alla botola, mostrandole il contenuto del bunker e con lei inizia a fare l'inventario della dispensa. Intanto Claire, passeggiando sulla spiaggia ritrova una bottiglia. È la stessa che era stata consegnata ai passeggeri della zattera prima di partire e a quando pare deve essere successo loro qualcosa.

In un flashback, dopo aver vinto alla lotteria 156 milioni di dollari, Hugo si licenzia dal fast food dove lavora e passa un po' di tempo insieme al suo migliore amico Johnny, senza però parlargli della vincita.

Charlie segue Locke perché, stufo di essere lasciato in disparte, vuole delle risposte su ciò che sta accadendo e da cui è tenuto completamente all'oscuro. Sayid cerca di attraversare una porta sulla parete dalla quale proviene un forte campo elettromagnetico ma dietro la quale ci sono solo diverse tonnellate di cemento. Propone quindi a Jack di passare dalle fondamenta del bunker per arrivare al luogo da cui provengono rumori di una macchina in funzione. Nel frattempo, Jin, Michael e Sawyer sono liberati e condotti in un'altra stazione DHARMA, la Freccia, dove si trovano alcuni sopravvissuti della sezione di coda del volo 815, di cui fanno parte anche Ana Lucia e Mr. Eko, l'uomo di colore. Un uomo, Bernard, chiede ai tre notizie di sua moglie Rose, seduta nella sezione centrale dell'aereo al momento dello schianto.

Claire comunica a Sun il suo ritrovamento della bottiglia sulla spiaggia e la donna la sotterra, decisa a nascondere la verità agli altri, temendo che il marito possa essere morto.

Hurley intanto, non riesce a gestire il cibo della DHARMA all'interno del bunker e così, dopo aver preso in considerazione l'idea di farlo saltare in aria, una sera decide di distribuirlo equamente fra tutti.

Oggetti smarriti[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

A Seoul, in Corea del Sud, una giovane Sun si sta preparando per incontrare il suo futuro marito, Jae Lee, scelto dai genitori della ragazza. Jin è intanto intento a prepararsi per un colloquio di lavoro col direttore di un famoso albergo del centro.

Anni dopo sull'isola, Jin, Sawyer e Michael sono ancora trattenuti alla Freccia dai sopravvissuti della sezione di coda dell'aereo. Lasciano poi l'area per aiutarli a cercare cibo e acqua. Jin si propone di aiutarli pescando, con successo. Sun intanto è al campo dei sopravvissuti della sezione centrale e non riesce più a trovare la sua fede nuziale e si fa aiutare da Jack per ritrovarla.

A Seoul, Jin è stato assunto come portiere al Seoul Gateway, uno dei migliori alberghi del paese dove inizia a lavorare immediatamente. Non può richiedere né aumenti né permessi e non può tantomeno lasciare entrare all'interno della struttura gente del suo rango.

Michael non è però d'accordo ad essere trattenuto con i sopravvissuti della sezione di coda e scappa per andare a cercare Walt, nella speranza di riuscire a trovarlo. L'uomo di colore, Mr. Eko, decide di seguirlo per aiutarlo insieme a Jin, seppur contro la volontà di Ana Lucia, che li vorrebbe tutti al suo comando. Sun è disperata di aver perduto l'ultima cosa che la legasse al marito e distrugge il suo orto sradicandone tutte le piante. Locke la vede e la consola.

Anni prima, Jae Lee e Sun si piacciono e continuano a vedersi. I due si danno appuntamento sempre al Seoul Gateway, dove Jin presta all'uomo il fiore che porta sul petto. Sun è innamorata, ma Jae Lee dimostra di non provare lo stesso per lei, in quanto le confessa che sposerà una donna americana che ha conosciuto tempo prima. Sun, ferita, lo ringrazia per il pranzo e lo lascia, triste.

Jin e Mr. Eko, sull'isola, vedono alcuni degli Altri che camminano nella giungla. Uno di loro ha un orsacchiotto con sé. Intanto Sun è alla spiaggia e parla con Kate. Le confessa che, probabilmente, il vero motivo per il quale è turbata riguarda il ritrovamento della bottiglia con i messaggi. Jin e Mr. Eko trovano Michael nei pressi di una cascata e lo convincono a desistere dalla sua ricerca e a tornare con loro. Kate e Sun raggiungono l'orto dove quest'ultima ha seppellito la bottiglia con i messaggi. Kate le dice che non è nemmeno riuscita a salutare Sawyer prima che partisse e Sun ritrova l'anello, che aveva perso mentre scavava a mani nude per seppellire la bottiglia.

A Seoul, Jin è stato licenziato per aver fatto entrare nell'albergo un uomo povero il cui figlio doveva andare in bagno. Camminando lungo il fiume Jin urta per sbaglio Sun e i due si incontrano per la prima volta.

  • Guest star: Sam Anderson (Bernand), Tony Lee (Amico di Jin), June Kyoko Lu (Madre di Sue), Kimberley Joseph (Superstite), Rain Chung (Direttore), Kim Kim, Robert Dahey, Josiah D. Lee, Tomiko Okhee Lee.

Abbandono[modifica | modifica sorgente]

È sera. Sulla spiaggia Sayid fa una sorpresa a Shannon preparandole una tenda tutta per loro, dove fanno l'amore, Sayid poi lascia la ragazza sola nella tenda e va a prendere dell'acqua, a Shannon appare Walt grondante di acqua che, le sussurra parole incomprensibili.

Il gruppo guidato da Ana Lucia si accampa per riposare, ma Jin, Michael e Mr. Eko li raggiungono e li avvertono di mettersi in marcia subito perché gli "altri" sono vicini.

Shannon spaventata racconta tutto a Sayid che non le crede e litigano e lascia la tenda che Sayid le ha costruito.

In un flashback di Shannon la si vede mentre insegna felice a Los Angeles in una scuola di danza classica, quando riceve la telefonata della sua matrigna Sabrina (la madre di Boone), che la informa dell'incidente di suo padre. All'ospedale non riescono a far nulle per le gravi condizioni e il padre muore. Shannon rimane sola.

Ana Lucia e il suo gruppo hanno camminato tutta la notte. È mattina e le condizioni della spalla di Sawyer peggiorano sempre di più.

Shannon decide di andare con Vincent alla capanna di Michael e Walt. Ha intenzione di far fiutare a Vincent l'odore del ragazzo per farglielo scovare. È convinta che sia lì sull'isola da qualche parte. Vincent scappa e corre nella giungla.

Claire ha problemi con il bambino che non vuole dormire e John le corre in soccorso e le insegna come fasciarlo. Si confida poi con Locke raccontandogli delle troppe premure che ha Charlie nei loro confronti. Nella conversazione salta fuori il fatto che Charlie ha nello zaino una statua della vergine Maria.

Vincent porta Shannon fino alla tomba di Boone dove si ferma e ricorda.

Dopo la morte del padre di Shannon Boone torna da New York per il funerale del patrigno e Shannon lo avvisa che se verrà accettata nella compagnia di danza anche lei si trasferirà in quella città. Ma appena le arriva la lettera, la matrigna Sabrina le toglie tutto il denaro dell'eredità e la lascia sola. Boone lascia New York perché la madre gli offre un lavoro a Los Angeles. Tutti i sogni di Shannon di diventare una grande ballerina si infrangono duramente.

Mr. Eko decide di cambiare strada e di passare all'interno della foresta che seppur più pericolosa è il modo più veloce per raggiungere Jack alla spiaggia e dare al più presto le giuste cure a Sawyer.

Charlie inizia ad essere geloso di Aaron e John.

Sawyer sta così male che perde conoscenza per via dell'infezione alla spalla. Michael e gli altri sono costretti a portarlo con una lettiga costruita con le liane.

Sayid raggiunge Shannon. Cerca di convincerla che ha avuto un'allucinazione, ma a sua volta lei scappa e va a cercare di nuovo Walt.

Il gruppo di Ana Lucia, con molta difficoltà trasporta Sawyer su per montagne fino a quando notano che Cindy è scomparsa, probabilmente rapita dagli Altri. Si sentono degli strani rumori e sussurri. Il panico scoppia nel gruppo. Ana Lucia sfodera la pistola pronta per colpire il nemico. Inizia a piovere.

Sayid segue Shannon; inizia a piovere a dirotto, e, quando la raggiunge, entrambi vedono Walt che suggerisce loro di non fare rumore, poi corre via. Shannon non ascolta né Walt né Sayid e insegue il bambino scomparendo nella foresta. Si sente uno sparo. Sayid corre e trova Shannon con un colpo nel petto, morta. Alza lo sguardo e vede Ana Lucia con la pistola ancora fumante.

Gli altri 48 giorni[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

La coda dell'aereo del volo Oceanic 815 precipita violentemente nell'oceano vicino all'isola. Ana Lucia, raggiunta la riva, con l'aiuto di Mr. Eko comincia ad aiutare gli altri sopravvissuti a raggiungere la riva. Si contano in totale 17 sopravvissuti, uno dei quali morirà il settimo giorno per un'infezione alla gamba.

Durante la notte, il gruppo subisce un attacco da due sconosciuti provenienti dalla foresta, sventato da Mr. Eko che uccide entrambi gli aggressori con una pietra. In seguito a questo episodio, l'uomo non proferirà più parola con nessuno. Il gruppo, spaventato, è indeciso sul da farsi. Nathan, uno di loro, propone di rimanere vicino alla riva e di non addentrarsi nella foresta, anche se Ana Lucia si mostra contraria.

La notte del dodicesimo giorno, qualcuno degli Altri torna e trascina nella foresta 9 persone. Ana Lucia uccide una di loro, ma non riesce ad impedire la fuga degli aggressori. Rimasti in 7, il gruppo decide di spingersi all'interno della foresta, sino ad accamparsi vicino ad una fonte sotto proposta di Nathan. Ana Lucia comincia a sospettare che vi sia un infiltrato tra di loro, e il diciannovesimo giorno rinchiude in una fossa da lei scavata Nathan, convinta che sia uno degli Altri. Il ventitreesimo giorno il gruppo trova però la buca vuota. Convinti che gli Altri li abbiano trovati, ricominciano a muoversi nella foresta.

Il ventisettesimo giorno si imbattono in un bunker in mezzo agli alberi, La Freccia, all'interno del quale trovano una radio. Per poterla usare, Goodwin propone di andare da solo oltre le colline che bloccano il segnale. Ana Lucia, che comincia ad avere sospetti sulla vera identità dell'uomo, lo costringe a farsi accompagnare da lei. Arrivati quasi in cima ad una collina, Ana riesce con varie domande a smascherare Goodwin. L'uomo, infatti, è un infiltrato e non è mai stato sull'aereo. I due cominciano un combattimento, che si conclude con la morte di Goodwin, trafitto da un bastone appuntito che Ana ha usato per difendersi. La ragazza torna dal gruppo senza continuare la salita, comunicando che ora sono al sicuro.

Il quarantunesimo giorno Bernard capta per caso una voce dalla radio: è Boone, dall'altra parte dell'isola, che chiede aiuto dalla radio trovata da lui e Locke sul vecchio aereo nella foresta. Ana, però, convinta che si tratti degli Altri, toglie di mano la radio a Bernard e la spegne. Più tardi Mr. Eko trova la ragazza piangere in riva ad un fiume. Dopo quaranta giorni di silenzio, l'uomo le parla, dicendole che tutto andrà bene, e la abbraccia.

Il quarantacinquesimo giorno Cindy e Libby (due ragazze del gruppo) trovano Jin privo di sensi sulla spiaggia. Il gruppo quindi lo lega ad un palo e lo interroga, ma ovviamente il ragazzo non capisce una parola di quello che gli chiedono. Successivamente riesce a liberarsi e a scappare, raggiungendo alla spiaggia Sawyer e Michael, appena rinvenuti. Verranno però colpiti con un bastone da Mr. Eko, che ha seguito Jin.

I tre vengono rinchiusi nella stessa buca dove è stato rinchiuso tempo prima Nathan e, dopo essersi accertata che non sono degli Altri, Ana li libera. Arriva quindi il quarantottesimo giorno, lo stesso del precedente episodio, dove i fatti si ricollegano a quest'ultimo: Ana sente Shannon arrivare dalla foresta e le spara al petto, davanti agli occhi stupefatti di Michael, di Jin e di Sayid, che stava seguendo la ragazza.

Ritrovarsi[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Sayid, tenendo stretta tra le braccia Shannon, alza lo sguardo e guarda Ana Lucia con la pistola in mano. Furibondo, le si scaglia contro, ma interviene Mr. Eko, che lo mette al tappeto. Ana ordina quindi di legarlo, ma Mr. Eko si rifiuta e, messosi in spalle l'ancora svenuto Sawyer, si dirige al vicino campo dell'altro gruppo di sopravvissuti.

Nel frattempo, Jack gioca a golf con Kate, in seguito ad una sfida lanciata dalla ragazza, quando Mr. Eko li raggiunge, chiedendo dove sia il dottore. Sawyer viene portato al bunker dove John sta facendo il suo turno di guardia e viene curato al meglio da Jack, mentre Mr. Eko si guarda intorno attonito. John gli chiede più volte dove siano i suoi compagni, ma non ottiene risposta.

Nel frattempo, Ana ha fatto legare Sayid e tiene sotto tiro Jin e Michael. Dice poi a quest'ultimo di andare al loro campo e portarle viveri e munizioni. In cambio, otterrà la liberazione di Sayid. Michael va, e arrivato al campo chiede a Sun di portarlo da Jack, che si fa accompagnare da Mr. Eko da Ana Lucia. Intanto Libby e Bernard decidono di lasciarla per dirigersi al campo. Ana fa andare con loro anche Jin, volendo rimanere sola con Sayid. I due confessano che entrambi sono "già morti" per le violenze causate in passato (nei flashback si saprà infatti che Ana, da poco rientrata nel corpo di polizia in seguito ad una sparatoria in cui ha perso il figlio di cui era incinta, cerca il suo aggressore per poi ucciderlo con vari colpi di pistola). Ana, sconvolta dai sensi di colpa per Shannon, decide quindi di liberare Sayid e gli dà la pistola, dicendogli di ucciderla perché se lo merita. Sayid la risparmia, e raccolto il corpo senza vita di Shannon, si dirige al campo.

Al bunker, Kate si occupa di Sawyer e gli sta vicino. L'episodio finisce con Bernard e Jin che riabbracciano finalmente rispettivamente Rose e Sun, e Jack, che raggiunti Ana e Sayid osserva incredulo l'ex-poliziotta, che aveva già conosciuto prima dell'imbarco.

Storia di Kate[modifica | modifica sorgente]

  • Titolo originale: What Kate Did
  • Diretto da: Paul Edwards
  • Scritto da: Steven Maeda e Craig Wright
  • Episodio dedicato a: Kate

Trama[modifica | modifica sorgente]

Viene narrato il motivo per cui Kate era ricercata.

Intanto nell'isola fanno il funerale alla povera Shannon, mentre Kate, spaventata da una visione, abbandona Sawyer nel bunker e scappa nella giungla. Jack la trova e, mentre cerca di far calmare la ragazza in preda ad una crisi di panico, viene baciato inaspettatamente. Kate si accorge di quello che ha appena fatto e scappa, lasciando Jack immobile e sorpreso in mezzo alla giungla. Tornata al bunker, vede che Sawyer si sta risvegliando e, insieme a lui, visita il nascondiglio.

Alla fine dell'episodio Michael, cercando di capire come funziona il computer, vede sullo schermo una scritta di saluto; egli risponde presentandosi e scopre che sta parlando con il figlio Walt.

Il salmo 23[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Mr. Eko è sulla spiaggia e vicino a lui si siede Claire con il figlio. I due parlano di religione e la ragazza racconta al nuovo arrivato il fatto che anche se Charlie dichiara di non essere religioso porta con sé una statua della Vergine Maria. Eko si fa portare alla tenda di Claire, dove le mostra il contenuto della statuetta: eroina. Il racconto si sposta a quando Eko era piccolo e nel suo villaggio arrivano degli uomini che reclutano bambini e dicono al fratello di Eko di uccidere un uomo ma Eko decide di salvare il fratello sparando lui all'anziano. Sull'isola Eko va da Charlie che sta pescando con Jin, chiedendo al ragazzo dove ha trovato la statuetta; i due partono verso il Beechcraft. Una volta nella giungla Charlie dice inizialmente di aver trovato la statua vicino ad un albero ma poi, sotto la pressione di Mr. Eko, lo conduce all'aereo. Il racconto ritorna alla vita passata di Eko, che è diventato un fuorilegge e minaccia il fratello Yemi, ormai prete, di bruciargli la chiesa se non gli concede l'aereo degli aiuti umanitari per trasportare della droga al di fuori della Nigeria. Mentre Eko e i suoi uomini caricano l'aereo con la droga arriva una camionetta con dei militari e nello scontro a fuoco che ne segue Yemi viene accidentalmente ucciso. I due sottoposti di Eko salgono sull'aereo con il fratello morto e decollano lasciando Eko a terra vestito da sacerdote; gli si avvicina un soldato che gli chiede se sta bene chiamandolo "Padre". Sull'isola Eko viene attaccato dal fumo nero, del quale non ha paura. Charlie ed Eko trovano l'aereo e Eko fa una cerimonia funebre al fratello. Dà poi una statuetta a Charlie, per sostituire quella distrutta da lui davanti a Claire. Tornato sulla spiaggia, Charlie viene però sbattuto fuori dalla tenda dalla ragazza, che non vuole che lui dorma a fianco a lei e al suo bambino. Più tardi, Charlie dissotterra una buca e aggiunge alle altre già presenti statuette la nuova donatagli da Mr. Eko.

  • Guest star: Adetokumboh M'Cormack (Yemi Adulto), Kolawole Obileye Jr. (Eko da giovane), Olekan Obileye (Yemi da piccolo), Pierre Olivier, Ronald Revels (Bandito), John Bryan, Lawrence Jones, Moumen El Hajji (Spacciatore), Achraf Marzouki (Assistente Dello Spacciatore), Ellis St. Rose (Anziano), Cynthia Charles

Linea di confine[modifica | modifica sorgente]

  • Titolo originale: The Hunting Party
  • Diretto da: Stephen Williams
  • Scritto da: Elizabeth Sarnoff e Christina M. Kim
  • Episodio dedicato a: Jack

Trama[modifica | modifica sorgente]

Un flashback mostra Jack e suo padre ad un colloquio con un paziente. L'uomo, a cui è stato diagnosticato un tumore, vuole essere operato ma il padre di Jack rifiuta, decretando che l'operazione non potrà mai andare a buon fine. Il figlio però, incitato da Gabriela, la figlia dell'uomo, decide di provare comunque.

Sull'isola, Michael mette fuori combattimento John e Jack durante il loro turno di guardia al bunker e, armatosi, si inoltra nella foresta alla ricerca del figlio Walt. John e Jack, a cui si aggiunge Sawyer, si mettono quindi sulle sue tracce. Kate insiste per seguirli, ma Jack rifiuta, intimandole di rimanere al campo. Anche Jin vuole seguirli, ma Sun lo fa desistere. Intanto, nel bunker, Hurley confessa a Charlie la propria attrazione per Libby, una ragazza del gruppo dei nuovi arrivati. Nel fitto della foresta, giunti molto lontano rispetto al campo, Jack, John e Sawyer incontrano gli Altri, che li costringono a consegnare loro le armi e a ritornare al loro campo, tenendo come ostaggio Kate, che stava seguendo di nascosto il trio. Un uomo con la barba, che sembra essere il capo del gruppo, dice che Walt sta bene, rispondendo alla domanda di Jack, e aggiunge che l'isola appartiene a lui e ai suoi compagni, e che loro sono ancora vivi solo grazie alla loro tolleranza, ma se supereranno un'altra volta il confine che li divide, li uccideranno senza pietà.

L'ultimo flashback narra il fallimento dell'operazione al tumore dell'uomo, che ne decreta la morte, e la scelta della moglie di Jack di lasciarlo, perché ormai tra loro non è più come prima, infatti lei lo rimprovera dicendo che lui si dedica troppo al lavoro mentre lei frequenta un altro uomo.

Tornati al campo, Sawyer consola Kate dicendole che avrebbe fatto la stessa cosa se fosse stata al suo posto, e Jack si avvicina a Ana Lucia e le chiede quanto tempo occorre per addestrare un esercito.

Fuoco e acqua[modifica | modifica sorgente]

  • Titolo originale: Fire + Water
  • Diretto da: Jack Bender
  • Scritto da: Damon Lindelof
  • Episodio dedicato a: Charlie

Trama[modifica | modifica sorgente]

Numerosi flashback raccontano di come il fratello di Charlie, Liam, decida di abbandonare il fratello e la sua band per raggiungere sua moglie e sua figlia, che sono partiti in Australia per stare lontano da lui, ormai sempre più dipendente dalla droga.

Sull'isola, Charlie diventa sempre più geloso del rapporto che si sta creando tra Locke e Claire e Aaron. Nello stesso tempo inizia anche ad avere incubi sempre più frequenti su quest'ultimo, dove sua madre e Claire gli ripetono più volte che Aaron deve essere salvato, sino a quando nel corso di uno di questi si risveglia in piedi sulla riva con il bambino tra le braccia. Hugo lo vede e avvisa Claire e gli altri, che erano alla sua ricerca, che Aaron è lì con Charlie. Questi cerca di spiegare che è stato un incidente, ma Claire, dopo avergli dato uno schiaffo, si allontana con il figlio tra le braccia. Il mattino dopo Charlie racconta dei suoi sogni a Eko, che ipotizza che Aaron debba essere battezzato. Charlie prova quindi più volte ad avvicinarsi a Claire per parlargliene, ma la ragazza lo allontana senza dar segno di volere ascoltarlo. Charlie si reca allora da John, e gli chiede di poter mettere una buona parola per lui a Claire, parlandogli anche dei suoi sogni. Locke, dubbioso delle sue parole, gli chiede se si sta ancora drogando. Charlie gli giura che l'eroina è andata distrutta con l'aereo, è che non ve ne è più sull'isola. John gli crede, ma una sera lo segue di nascosto e lo scopre mentre tiene in mano delle bustine prese da una delle statuette che tiene sotterrate. Charlie afferma che stava per disfarsene, ma questa volta John non gli crede e prende con sé tutte le statuette. Charlie a questo punto è disperato, e dopo aver appiccato un incendio a degli alberi vicino al campo, si avvicina alla culla di Aaron, dove è rimasta solo Claire e il bambino. Charlie prende con sé il piccolo e lo porta alla riva, inseguito da Claire che chiede aiuto. Charlie dice che il bambino va battezzato per essere salvato, come dettogli da Eko, che però afferma di essere stato frainteso. Pressato da tutto il gruppo, Charlie non può fare altro che consegnare il bambino nelle mani di John, che lo restituisce alla madre. Charlie tenta ancora di far capire a Claire le sue ragioni, ma viene colpito violentemente da John e lasciato a terra, mentre tutti si allontanano. La mattina dopo, Jack si avvicina a Charlie e lo cura, facendosi promettere che non farà più una cosa simile a quella della notte prima. Intanto, Claire decide di far battezzare sia Aaron che se stessa da Eko, mentre John mette le statuette con la droga nella camera di sicurezza del bunker, mettendo una nuova combinazione.

Neil Hopkins (Liam Pace), Sammi Davis (Megan Pace\Madre Di Charlie), Robin Atkin Downes (Simon Pace\Mr.Pace), Vanessa Branch (Karen Pace)

Il lupo[modifica | modifica sorgente]

  • Titolo originale: The Long Con
  • Diretto da: Roxann Dawson
  • Scritto da: Steven Maeda e Leonard Dick
  • Episodio dedicato a: Sawyer

Trama[modifica | modifica sorgente]

Mentre coltiva nel suo orto, Sun viene attaccata alle spalle. In lontananza, Sawyer e Kate odono le sue urla e accorrono. Trovano la donna ferita alla testa, incosciente, giacere a terra. Mentre Jack si occupa di Sun, Sawyer e Kate decidono di investigare. Kate avanza dei dubbi su Ana Lucia, che vorrebbe che la gente del campo avesse un po' più di coraggio per prendere le armi e creare un esercito, e dice a Sawyer di correre di avvisare Locke al bunker, poiché Jin, infuriato per le condizioni di Sun, ha chiesto a Jack delle armi. Sawyer va ad avvisare John, che decide di nascondere le armi, lasciando di guardia al computer per il conto alla rovescia Sawyer stesso. Quando Jack e Jin arrivano alla camera blindata, non trovano niente, se non un divertito Sawyer che li sbeffeggia. Jack raggiunge quindi John al campo, dove siede davanti ad un fuoco. Mentre la folla si avvicina, i due cominciano ad accusarsi l'un altro di aver tradito il patto (non toccare le armi nel bunker), quando sentono tre spari. È Sawyer, che ha incredibilmente trovato le armi e ora regge in mano un fucile. Dice al gruppo, sbigottito, che ora è lui ad avere il coltello dalla parte del manico, e che nessuno potrà toccare le armi se non lui, quindi si allontana aggiungendo che c'è un nuovo sceriffo in città e che loro tutti dovranno farci l'abitudine.
Più tardi Sawyer è seduto nella sua tenda, e Kate lo raggiunge per chiedergli come abbia fatto a scoprire dove Locke aveva nascosto le armi se lui si trovava al rifugio a premere il pulsante, ma non ottiene risposta. Offesa e frustrata per essere stata ingannata per il suo piano insensato, Kate gli chiede allora per quale motivo abbia orchestrato tutto questo. Sawyer le risponde che un lupo non perde mai il vizio: lei è una che scappa, lui è uno che truffa.
Durante la notte Sawyer si inoltra nella giungla, e si trova faccia a faccia con Charlie. Si scopre che è stato lui a seguire Locke per vedere dove nascondeva le armi, ed è stato lui ad aggredire Sun. Charlie dice a Sawyer che la donna non dovrà mai saperlo. Sawyer lo rassicura, dicendogli che ha altri piani in mente. Per sdebitarsi, tira fuori una delle statuette della Vergine Maria, che Locke aveva nascosto nella camera con le armi, ma Charlie rifiuta, dicendo che quello che voleva lo ha già ottenuto, ovvero l'umiliare John. Prima di andarsene, Charlie chiede a Sawyer come si può organizzare un imbroglio simile. Sawyer lo guarda per qualche istante, ricordando in un flashback di come ingannò la donna che amava, rubandole tutto ciò che aveva, e gli risponde che lui non è una brava persona, e che nella vita non ha mai fatto niente di buono.

Uno degli altri[modifica | modifica sorgente]

  • Titolo originale: One of Them
  • Diretto da: Matt Earl Beesley
  • Scritto da: Carlton Cuse & Damon Lindelof
  • Episodio dedicato a: Sayid

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dei flashback mostrano alcuni avvenimenti chiave della storia nell'esercito di Sayid.

Al campo, Ana Lucia avvisa Sayid di aver scorto qualcuno tra gli alberi. Sayid le dice di non seguirlo e di non dire niente a nessuno, e si inoltra nella giungla. Vede quindi la Rousseau che gli va incontro, e gli dice che ha catturato uno degli Altri in mezzo alla giungla. Sayid lo porta al bunker, e dopo averlo fatto curare da Jack, con l'aiuto di John inganna il medico e si fa chiudere nella camera blindata con l'uomo. Quest'ultimo dichiara di non sapere chi siano gli Altri, e che è arrivato 4 mesi prima su una mongolfiera con sua moglie, che è morta successivamente in seguito ad una malattia. Sayid non gli crede, e i discorsi sulla sua presunta moglie morta fanno ricordare Shannon all'ex soldato, che comincia a colpirlo violentemente per fargli dire la verità. Jack cerca di costringere John ad aprire la camera, ma questi si rifiuta. Proprio in quel momento però scatta il conto alla rovescia: John dovrebbe andare ad inserire il codice e a premere il pulsante sul computer, ma Jack approfitta del fatto e lo tiene contro il muro, minacciandolo di non lasciargli premere il pulsante se non aprirà la porta. Locke allora cede, e apre la camera, per poi correre ad inserire il codice, ma lo fa con qualche attimo di ritardo: per pochi istanti, sotto lo sguardo attonito di John, compaiono dei geroglifici al posto dei numeri sul timer, prima che ricominci il proprio conto alla rovescia come sempre. Jack porta fuori un furioso Sayid dalla camera, chiudendosi poi la porta e il prigioniero alle spalle. La sera, sulla spiaggia Sayid racconta a Charlie dell'uomo prigioniero nel bunker e gli confida che è sicuro che sia uno degli Altri, perché non si sente pentito di averlo malmenato.

Maternità[modifica | modifica sorgente]

  • Titolo originale: Maternity Leave
  • Diretto da: Jack Bender
  • Scritto da: Dawn Lambertsen Kelly e Matt Ragghianti
  • Episodio dedicato a: Claire

Trama[modifica | modifica sorgente]

Claire, insieme a Kate e alla Rousseau, ritorna sulla scena del suo rapimento per rammentare che cosa le è accaduto mentre era prigioniera degli Altri e dove è convinta di poter trovare la cura per la misteriosa malattia che ha colpito il piccolo Aaron. Jack e Locke tengono nascosta la presenza del loro prigioniero al resto dei sopravvissuti. Mr. Eko chiede di poter parlare con Henry Gale.

Tutta la verità[modifica | modifica sorgente]

  • Titolo originale: The Whole Truth
  • Diretto da: Karen Gaviola
  • Scritto da: Elizabeth Sarnoff e Christina M. Kim
  • Episodio dedicato a: Sun

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nei vari flashback si vede che Jin e Sun da un anno provano ad avere un figlio ma senza successo, e questo crea dei problemi tra loro. Sun inoltre dice al marito che non capisce perché ci tenga tanto ad avere un figlio che comunque non vedrebbe mai, visto che è sempre via per lavoro, e lo accusa di essersi sporcato le mani di sangue: Jin le risponde che è costretto a fare quello che fa dal padre di Sun, ma che un figlio potrebbe cambiare le cose, potrebbe convincere il suocero a lasciargli fare un lavoro diverso. Il giorno dopo Sun si reca nella camera d'albergo di Jae Lee che le sta dando lezioni di inglese, ma la donna continua a tenere nascoste a Jin le visite e le lezioni sapendo che lui non approverebbe. Dopo il fallimento dei vari tentativi di avere un figlio Sun e Jin si recano dal Dr. Kim che dice loro che la donna è sterile: Jin non prende bene la notizia ed esce furioso dallo studio medico. In seguito Sun rivela a Jae che in realtà è felice della notizia che ha ferito Jin e gli dice inoltre di voler abbandonare la Corea per recarsi in America senza Jin. Durante una passeggiata con il suo cane, Sun viene fermata dal Dr. Kim che le rivela che in realtà non è lei ad essere sterile ma Jin, e che l'ha tenuto nascosto perché aveva paura della sua reazione.

Nell'isola Sun, dopo un litigio con Jin che le dice di non stare nel posto dove l'hanno precedentemente aggredita e strappa da terra tutte le sue piante, inizia ad avere dei capogiri, per questo chiede un test di gravidanza a Sawyer, e dopo averlo provato insieme a Kate e Jack scopre di essere incinta. Sun sbalordita dalla notizia è combattuta dal pensiero di riferire o meno al marito Jin il segreto appena scoperto. Locke chiede aiuto ad Ana Lucia per interrogare il prigioniero e farsi dare più informazioni di quante lui, Jack e Sayid potrebbero mai estorcergli. Successivamente Sayid, Ana Lucia e Charlie si mettono alla ricerca della mongolfiera di cui ha parlato Henry durante l'interrogatorio, mentre Sun decide di svelare il suo segreto a Jin, oltre che rivelargli che lui, in teoria, non può avere figli in seguito a delle visite che fecero tempo addietro, ma giura di non averlo mai tradito. L'episodio termina con Henry che dice a Jack e Locke che se fosse stato uno degli Altri avrebbe teso una trappola a Sayid, Ana Lucia e Charlie portandoli in un posto lontano da lì e pieno di vegetazione: esattamente il posto dove si ritrovano i tre ragazzi.

Chiusura[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Le porte stagne della botola si chiudono all'improvviso e Locke vi rimane intrappolato al suo interno insieme al prigioniero Henry Gale. Ana Lucia, Sayid e Charlie, che si sono inoltrati nella giungla per scoprire la verità su Henry, trovano una tomba e la mongolfiera. Nei pressi del bunker, Jack e Kate trovano un paracadute e alcune scatole di cartone piene di provviste che sono state calate dal cielo. I due, ritrovatisi con Ana Lucia, Sayid e Charlie, raggiungono Locke nel bunker, che nel frattempo è riuscito a far alzare le porte con l'aiuto di Henry, e raccontano la verità a John: la mongolfiera e la tomba descritte da Gale esistono, ma la tomba non conteneva il corpo della moglie del prigioniero, bensì quello del vero Henry Gale.

Dave[modifica | modifica sorgente]

  • Titolo originale: Dave
  • Diretto da: Jack Bender
  • Scritto da: Edward Kitsis e Adam Horowitz
  • Episodio dedicato a: Hurley

Trama[modifica | modifica sorgente]

Hurley riprende ad avere le visioni che lo perseguitavano quando era rinchiuso in un centro psichiatrico. Erano cessate quando, capendo che Dave, il suo migliore amico, non fosse reale, lo avevano fatto guarire e gli avevano permesso di uscire dal centro, trovarsi un lavoro e vincere alla lotteria con i misteriosi numeri che un pazzo al centro ripeteva di continuo.

La gente al campo si divide le provviste trovate da John e Kate, mentre il prigioniero al bunker confessa a Sayid e Ana Lucia di essere uno degli Altri, senza però aggiungere altro, dicendo che se dicesse loro qualcosa il capo degli Altri lo ucciderebbe.

Intanto Hugo sta per buttarsi giù da uno strapiombo, convinto da Dave che in realtà quello che vede non è reale, e che lui è ancora al centro psichiatrico. Libby lo ha però seguito e lo fa rinsavire, baciandolo e facendogli capire che tutto ciò che ha vissuto negli ultimi mesi è reale. Un ultimo flashback mostra Libby nello stesso centro dov'era ricoverato Hurley, anche lei in evidente stato di insanità.

S.O.S.[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Bernard propone di scrivere nella sabbia un grande SOS, ma Rose, inaspettatamente, si oppone. Jack decide di raggiungere la "linea di confine" che li divide dagli Altri, per proporre a questi ultimi uno scambio tra il piccolo Walt e il loro prigioniero. Nel frattempo Bernard, scioccato per l'arrendevolezza dei superstiti, rassegnati al fatto di essere costretti a rimanere bloccati sull'isola, mette insieme un gruppo di volontari per tracciare sulla spiaggia una enorme scritta con la speranza che essa possa essere vista da un aereo o da un satellite. Raggiunto il posto, Jack comincia ad urlare per farsi sentire dagli Altri, ma da questi non riceve alcuna risposta così decide di accamparsi lì con Kate in attesa di qualche loro mossa. Sulla spiaggia Bernard non solo viene contrastato dalla moglie, ma comportandosi in modo troppo autoritario perde l'appoggio dei pochi volontari unitisi a lui nell'intento. Grazie ai flashback di Rose si scopre di come lei e Bernard si fossero incontrati l'anno precedente e di come lei sia affetta da un morbo mortale incurabile. Proseguendo con i flashback Rose ci rivela il motivo per cui la coppia si era diretta in Australia da un curatore che però ammette di non essere in grado di guarire Rose dal suo male e accenna a dei luoghi con speciali campi magnetici come ad esempio il posto in mezzo al deserto dell' "outback" in cui la sua clinica è edificata. La donna però mente al marito dicendogli che è stata guarita, così da mettere il cuore in pace all'uomo. Tornando agli eventi sulla spiaggia si vede come Rose si avvicina a un disperato Bernard, ormai solo nella costruzione della scritta, e gli rivela di averle mentito riguardo alla miracolosa guarigione del curatore in Australia ma ammette che, da quando è arrivata sull'isola, sente di essere guarita, attribuendo questo miracolo all'isola e quindi di non essere intenzionata a lasciarla. Bernard così interrompe i lavori rispettando la volontà della moglie. Nella giungla è scesa la notte, ma non si fa ancora vivo nessuno. Mentre Kate si scusa con Jack per l'inaspettato bacio di qualche settimana prima, i due sentono qualcuno correre nell'oscurità della notte: è Michael, che, raggiunto il bivacco, cade esanime a terra ai piedi di Jack e Kate.

Due per la strada[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Jack e Kate trovano Michael privo di sensi nella giungla. Nel frattempo, Ana Lucia entra nell'armeria e prova a parlare con Henry, che però, inaspettatamente, la aggredisce e tenta di ucciderla. Dopo essersi ripreso, Michael rivela di sapere dove gli Altri nascondono Walt. Ana Lucia è in cerca di vendetta e, rubata una pistola a Sawyer dopo averlo sedotto, attende il momento giusto per rimanere sola nel bunker. Non riesce però ad uccidere Ben, così Michael, che nel frattempo si è alzato dal letto in cui riposava dal suo ritorno, a sorpresa si offre di uccidere il prigioniero al posto della ragazza. Tuttavia, egli spara ad Ana Lucia uccidendola, facendo lo stesso con la accorsa Libby, dopodiché si ferisce volontariamente e fa fuggire Henry, dandogli la pistola.

?[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Libbie lotta tra la vita e la morte, nel frattempo Eko e John trovano un altro bunker seguendo le indicazioni ricevute in sogno dal fantasma del fratello di Eko. Qui John scopre, tramite un secondo filmato della Dharma, che il premere il bottone non è obbligatorio per evitare una catastrofe, bensì solo un test psicologico. Quindi Locke si deve ricredere, e fa di tutto per convincere Eko a lasciar perdere il pulsante, mentre quest'ultimo si trasferisce nel bunker per sorvegliare la stazione Cigno.

Tre minuti[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Mentre vengono allestiti i funerali di Ana Lucia e Libby, viene raccontato tramite flashback ciò che è accaduto a Michael poco dopo essere partito alla ricerca del figlio tenuto in ostaggio dagli Altri, spiegando anche il perché della liberazione di Ben e l'uccisione di Ana Lucia e Libby. Michael era stato costretto dagli Altri a liberare Henry e inoltre consegnare loro quattro suo compagni. Gli viene consegnata una lista con i nomi di quest'ultimi, riportante i nomi di Jack, Kate, Hurley e Sawyer. Se si fosse attenuto alle richieste, gli Altri avrebbero liberato suo figlio, sano e salvo. Intanto, però, Sayid sospetta del tradimento di Michael e si confida con Jack, mentre, alla fine dei funerali, viene avvistata in mare una barca a vela.

Si vive insieme, si muore soli[modifica | modifica sorgente]

Hurley, Jack, Kate, Sawyer e gli Altri su un pontile nell'isola mentre Desmond rilascia tutta l'energia elettromagnetica prodotta dalla stazione Cigno

Trama[modifica | modifica sorgente]

Sawyer, Jack e Sayid raggiungono la barca giunta al momento del funerale, per trovarvi dentro Desmond. Questo è tornato perché sostiene che nell'oceano esiste solo un'unica isola, quella dei naufraghi. Viene condotto, così, al bunker insieme a Locke. Intanto, Sayid, insieme a Sun e Jin, prende in prestito la barca di Desmond per attaccare e cogliere di sorpresa gli Altri dalla spiaggia. Jack, pur sospettando della trappola di Michael, si incammina con Hugo, Sawyer e Kate all'accampamento nemico. In un flashback si capisce che Desmond era stato cacciato e poi arrestato dalle forze armate inglesi per cattiva condotta. Al momento del rilascio, gli viene proposto dal padre della sua fidanzata di allontanarsi da quest'ultima, in cambio di parecchi soldi e un nuovo posto dove vivere. Desmond rifiuta e inizia ad allenarsi per vincere una gara di navigazione intorno al mondo nello stesso stadio dove si recava Jack. Locke e Desmond sono convinti che non digitando il codice nel bunker non accadrebbe nulla, per questo, con uno stratagemma, riescono a chiudere Eko fuori dalla struttura, impedendogli così di premerlo. Ma il prete, con l'aiuto di Charlie, trova della dinamite, con la quale cerca di provocare una voragine nel muro che dà alla sala del computer, rimanendo gravemente ferito. Intanto Jack rivela a Michael che sa del suo piano, ma continuano il viaggio verso gli altri, aspettando il segnale di fumo di Sayid, segno che è pronto ad attaccare il nemico. Ma proprio quando i quattro scorgono il segnale, vengono attaccati con delle cerbottane dagli Altri, incappucciati e catturati. In un secondo flashback di Desmond, si vede quest'ultimo nel bunker, in compagnia di Kelvin Joe Inman, ex membro del Progetto DHARMA. Questo gli confida che, se il bottone non venisse premuto, si scatenerebbe una grande attrazione elettromagnetica all'interno della struttura, capace di provocare seri danni. Gli rivela anche l'esistenza di una chiave che, inserita in una serratura situata sotto il pavimento della sala computer, fermerebbe l'attrazione elettromagnetica, nel caso il computer per il codice fosse fuori uso. Kelvin inoltre inganna Desmond per farlo restare nel bunker a guardia del computer, raccontandogli che l'aria dell'isola è irrespirabile. Ma quando Desmond si accorge dell'inganno, pedina Kelvin e lo uccide per sbaglio. Qui poi cade in depressione, ritrovando la felicità quando sente Locke, sopra la botola scoperta, gridare di disperazione per la morte di Boone. Infatti poi fu Desmond ad accendere la luce che Locke scorse dall'oblò della botola. Tornando al presente, quando Desmond vuole vedere tutti i documenti che Locke ha trovato al bunker Pearl, scopre che proprio il giorno (22 settembre 2004) in cui aveva lasciato che il conto alla rovescia del Cigno si esaurisse, l'aereo trasportante Locke e compagni precipitò sul'isola. Qui Desmond ci ripensa e cerca di digitare il codice, ma Locke rompe il computer. Così si vede costretto, allo scadere del countdown, a inserire la chiave di emergenza. Intanto, nel territorio degli Altri, Hugo viene rilasciato e incaricato da questi a dire ai suoi compagni di non invadere più il territorio altrui; Michael si imbarca, sotto ordine di Ben, con il figlio Walt, lasciando l'isola e Jack, Sawyer e Kate vengono condotti nel cuore dell'accampamento.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Si vive insieme, si muore soli (Live Together, Die Alone), ultimo episodio della stagione in Internet Movie Database, IMDb.com Inc. . Presentato come episodio unico di durata doppia rispetto al normale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione