Dove vai sono guai!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Dove vai sono guai)
Dove vai sono guai!
Titolo originale Who's Minding the Store?
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1963
Durata 90 min.
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Frank Tashlin
Soggetto Harry Tugend
Sceneggiatura Frank Tashlin, Harry Tugend
Produttore Paul Jones
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Dove vai sono guai! (Who's Minding the Store?) è un film comico diretto da Frank Tashlin e interpretato da Jerry Lewis. Uscì nelle sale cinematografiche statunitensi il 28 novembre 1963 distribuito dalla Paramount Pictures.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La signora Tuttle (Agnes Moorehead) è indispettita dal fatto che sua figlia Barbara (Jill St. John) sia fidanzata con un ragazzo di una classe sociale inferiore, tale Norman Piffer (Phiffier, in originale, interpretato da Jerry Lewis).

Piffer, che si guadagna da vivere facendo il dog sitter, viene convinto dalla Tuttle ad accettare un lavoro in uno dei suoi negozi. La signora istruisce il direttore del negozio, il signor Quimby (Ray Walston), ordinandogli di affidare a Norman una serie di lavori impossibili sperando che così si scoraggi e molli tutto, provando a sua figlia che il ragazzo è un fannullone che non vale niente. Invece, con il passare del tempo Piffer diventa sempre più determinato e sicuro di sé, costringendo Mr. Quimby ad ammettere che "è un uomo di carattere".

Nel frattempo, Barbara, unica erede della fortuna dei Grandi Magazzini Tuttle, si convince sempre di più che Norman è una persona orgogliosa e fiera, disinteressata ai suoi soldi, dato che si rifiuta di sposarla fino a quando lui stesso non sarà in grado di acquistare una casa per loro due.

Infine Piffer riesce a provare il suo valore alla signora Tuttle e lei accetta di accoglierlo nella propria famiglia.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Dove vai sono guai venne girato tra il 25 marzo e il 22 maggio del 1963.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • La scena in cui Fritz Feld serve a Lewis un piatto di formiche fritte conteneva veramente delle formiche fritte, cosa che Lewis non seppe fino al termine della scena.
  • La locandina del film è visibile sullo sfondo in un altro film di Lewis, Jerry 8¾, quando Ina Balin entra in una cabina telefonica per telefonare al personaggio interpretato da Jerry, Stanley Belt.
  • Nel film è contenuta la celebre scena nella quale Lewis "mima" di scrivere a macchina a tempo di musica.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema