Danio rerio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Danio zebrato
Danio rerio
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cypriniformes
Famiglia Cyprinidae
Sottofamiglia Danioninae
Genere Danio
Specie D. rerio
Nomenclatura binomiale
Danio rerio
Hamilton, 1882
Sinonimi
  • Cyprinus rerio
  • Brachydanio rerio
  • Danio frankei
  • Brachydanio frankei
Nomi comuni

Danio zebrato, pesce zebra e danio leopardo

Danio rerio, conosciuto comunemente come danio zebrato o pesce zebra, è un piccolo pesce d'acqua dolce, appartenente alla famiglia Cyprinidae, un tempo classificato prima nel genere Cyprinus e successivamente nel genere Brachydanio.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questo ciprinide è diffuso in Asia (Pakistan, India, Bangladesh e Nepal), abita le acque correnti e ferme, stagnanti, risaie, canali e ruscelli. Sono state scoperte piccole popolazioni anche in Colombia, probabilmente nate da introduzioni di acquariofili od allevamenti locali. Il danio leopardo è diffuso in Asia Meridionale (India meridionale e centrale e Malaysia).

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Danio leopardo
Varietà con pinne a velo del danio zebrato classico
Danio leopardo con pinne a velo

Il corpo è affusolato, più formoso nelle femmine che nei maschi. Alla bocca un paio di barbigli. La livrea prevede una base argentea o dorata, un dorso verde-olivastro e un ventre bianco argenteo. I fianchi presentano un'alternanza tra decise linee orizzontali chiare (bianche, giallo oro od anche bianche con riflessi dorati) e linee scure blu cobalto elettrico a volte tendente al viola; queste linee percorrono orrizzonatalmente tutta la lunghezza del corpo dalla testa alla pinna caudale. La coda e la pinna anale sono striate di bianco e di blu, la dorsale è blu orlata di bianco, le altre pinne sono olivastre. La bocca è rivolta in alto e le pinne pelviche sono senza disegni mentre nella pinna anale e su quella caudale il disegno a righe continua. La pinna dorsale è molto arretrata.
La livrea del Danio leopardo è più frammentata e chiara con colore base dorato, chiazzata di blu (da qui il nome che richiama la pezzatura del leopardo). Nella parte superiore del corpo le macchie diventano più piccole e ravvicinate facendo assumere al pesce una colorazione più scura sul dorso. Le serie di macchie a volte possono unirsi formando tra loro linee discontinue evidenti soprattutto sul peduncolo caudale. La pinna caudale e quella anale assumono centralmente un disegno sbiadito. Le pinne anale e dorsale assumono colorature e sfumature gialle. La bocca è rivolta in alto.

Varietà[modifica | modifica sorgente]

Varietà: oltre alla varietà leopardo l'allevamento in acquario ha fatto sì che venissero selezionate alcune forme non esistenti in natura: molto diffusa è la varietà con pinne a velo, ma esiste anche una forma albina, con delicate striature giallo rosate.

Etologia[modifica | modifica sorgente]

Pacifico pesce di branco che vive in banchi composti da non meno di una quindicina d'esemplari molto attivi e costantemente in movimento. Gli esemplari si muovono a sincrono in superficie.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Nel periodo riproduttivo la femmina sviluppa una forma notevolmente appesantita dalle 300-400 uova che, dopo un vivace corteggiamento del maschio, essa deporrà sulla superficie fogliare. In circostanze di particolare stress può capitare il cannibalismo delle uova da parte dei genitori.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Onnivoro. Si nutre di larve d'insetti, piccoli crostacei e vermi.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

Essendo un pesce d'acquario popolare, soffre di uno sfruttamento eccessivo con conseguente calo di esemplari in natura.

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

Esiste una varietà cromatica denominata danio leopardo, un tempo ritenuta una specie differente e classificata prima col nome Brachydanio frankei e successivamente Danio frankei oggi entrambe le denominazioni non sono più valide. Esistono diverse teorie sull'esistenza di questa varietà cromatica, la più valida secondo alcuni autori è quella di considerare il danio leopardo una mutazione naturale dovuta ad isolamento di una popolazione trovata in natura in Asia Meridionale (India meridionale e centrale e Malaysia); secondo altri questa varietà cromarica è stata ottenuta in allevamento e poi introdotta in natura. Una terza ed ultima teoria ritiene che sia un discendente o di Danio rerio o di Danio albolineatus o di un ibrido tra queste due specie.

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

È un pesce estremamente diffuso negli acquari di tutto il mondo: tra i più conosciuti ciprinidi, sempre vivace e in movimento, è adatto per un acquario di comunità ed è piuttosto semplice ottenerne la riproduzione.

Studi genetici[modifica | modifica sorgente]

Embrioni di Danio rerio

Questa specie è frequentemente utilizzata per studi di genetica a livello internazionale; inoltre la si studia per ottimizzare le tecniche di riproduzione applicabili a specie marine d'interesse commerciale in piscicoltura. Il genoma di questo pesce è completamente disponibile con licenza open source grazie al progetto Ensembl.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci