Abramis brama

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Abramide comune
Bronze coloured Abramis brama.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cypriniformes
Famiglia Cyprinidae
Genere Abramis
Specie A. brama
Nomenclatura binomiale
Abramis brama
Linnaeus, 1758
Sinonimi
  • Abramis argyreus
  • Abramis media
  • Abramis microlepidotus
  • Cyprinus brama
  • Abramis brama brama
Nomi comuni

Abramide comune, breme

Abramis brama Linnaeus, 1758, conosciuto comunemente come abramide comune o breme, è un pesce d'acqua dolce appartenente alla famiglia Cyprinidae, unico appartenente al genere Abramis.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è originaria delle acque dolci europee comprese tra i Pirenei ed il Mar Caspio. In Italia l'abramide è alloctono, è stato oggetto di introduzioni per la pesca nel XX secolo e la sua presenza è accertata al bacino idrografico del Po, dell'Arno e del Tevere.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Lunghezza: raggiunge una lunghezza massima di 80 cm per 6 kg di peso.

Il capo è di dimensioni ridotte rispetto al corpo, piuttosto compresso ai fianchi. Nella bocca, anch'essa di piccole dimensioni e con mascella superiore più sporgente, si rileva un'unica serie di denti faringei posta su entrambi i lati. La serie delle pinne ne comprende una dorsale, una caudale forcuta, un'anale molto allungata e le pinne pari. La livrea comprende una tonalità di colore uniforme che varia dal grigio metallico al bruno scuro, variabile per ogni individuo. Le pinne sono grigie, chiare o scure. È un pesce longevo, che può raggiungere i 17 anni di età.

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Pacifico, può talvolta formare gruppetti di tre esemplari. È abitualmente cacciato da siluri, lucci, anguille e percidi.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Il periodo riproduttivo va da maggio a luglio; gli esemplari raggiungono la maturità sessuale intorno ai tre anni di età. Le uova, giallo ambrate, sono emesse in copiosa quantità e deposte dalle femmine in acque basse (fino a tre metri) e ricche di vegetazione, a cui le uova aderiscono. Il periodo di schiusa è dipendente dalla temperatura delle acque di deposizione; in genere si protrae, al massimo, per due settimane.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Ha dieta onnivora, si nutre di insetti e larve (in particolare chironomidi), piccoli crostacei, gasteropodi, bivalvi, molluschi, anellidi, detriti e talvolta piccoli pesci.

Pesca[modifica | modifica sorgente]

Nelle altre acque europee l'abramide raggiunge dimensioni notevoli ed è anche molto apprezzato dai pescatori sportivi. In Italia ha un'importanza nulla dal punto di vista commerciale né la sua cattura riveste particolare interesse per il pescatore, che lo insidia con le stesse tecniche di pesca riservate alle carpe, tinche e carassi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Abramis brama in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci