Cryogeniano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Periodo Cryogeniano (dal Greco cryos "ghiaccio" e genesi, "nascita", cioè il periodo della nascita dei ghiacci) è il secondo periodo geologico dell'era Neoprotozoica seguito poi dal periodo Ediacarano. Si estende da 850 milioni a circa 635 milioni di anni fa.[1][2]

Anziché essere basate sulla stratigrafia, queste date sono definite cronologicamente.[3][4]

Morfologia e Clima[modifica | modifica wikitesto]

In questo periodo avvennero le possenti glaciazioni dette Sturtiana e Marinoana (in passato raggruppate assieme nella glaciazione Varanger, dal nome della penisola norvegese dove furono scoperte le prime tracce).

Il nome è derivato dai depositi glaciali caratteristici di questo periodo, indicanti che in questo tempo, la Terra fu investita dalla più grande glaciazione di tutti i tempi, con ghiacciai che secondo alcuni si estendevano fino all'equatore.[5] Tali glaciazioni sono caratterizzate dalla presenza di depositi di Tillite ritrovati in Congo, Australia, Cina, Nord America, Sahara, Oman, Irlanda, Scozia, Norvegia, e in molti altri luoghi in tutto il pianeta. Tutto il periodo può generalmente considerarsi divisibile nelle due principali glaciazioni planetarie (Sturtiana intorno a 800 Milioni di anni fa e Marinoana/Varanger intorno ai 650), con varie altre glaciazioni localizzate. I depositi di Tillite risalenti al Cryogeniano furono ritrovati anche a bassissime latitudini, e ciò riconduce alla famosa ipotesi della Snowball Earth o Terra a palla di neve.[6]

La popolazione di acritarchi (formazioni microfossili a parete organica, in contrapposizione con i microfossili a parete minerale, come i foraminiferi o i conodonti) crollò durante le glaciazioni ed è certo che il livello di ossigeno nell'atmosfera aumentò notevolmente dopo la glaciazione. Ci sono ancora varie caratteristiche enigmatiche riguardo tali glaciazioni, fra le quali i ritrovamenti di fenomeni glaciali avvenuti a latitudini molto basse, e la presenza di calcari - che sedimentano normalmente in acqua calda -, al disotto dei depositi glaciali o anche internamente ad essi. Il Paleomagnetismo sembra indicare valori molto alti di deriva continentale. Ciò porta a chiederci se alcuni fenomeni potessero essere causati dai rilevanti movimenti del polo magnetico [7] anziché dovuti al movimento della crosta terrestre o alle glaciazioni a bassissime latitudini.

Altre glaciazioni planetarie conosciute sono la Uroniana avvenuta da 2.400 Ma a 2.100 Ma (periodo Sideriano e Rhyaciano dell'era Paleoproterozoica), l'Andeano-Sahariana fra 450-420 Ma (tardo Ordoviciano e periodo Siluriano dell'era Paleozoica), la glaciazione di Karoo da 360 Ma a 260 Ma (sempre in era Paleozoica, dall'inizio del Carbonifero al tardo Permiano), e infine le glaciazioni del Cenozoico che iniziarono 30 Ma in Antartide, e in questa ultima regione sono attualmente ancora in corso.

Contenuto fossilifero[modifica | modifica wikitesto]

Si ritiene che i primi organismi vermiformi risalgano a 700 milioni di anni fa, sulla base di tracce ritrovate in Cina.

I fossili di ameba (Arcellinida) fecero la loro comparsa per la prima volta nel Cryogeniano.[8]

Anche i più antichi fossili di spugne fecero la loro comparsa in questo periodo.[9]

Schemi[modifica | modifica wikitesto]

eone Proterozoico
era Paleoproterozoica era Mesoproterozoica era Neoproterozoica
era Neoproterozoica
periodo Toniano periodo Cryogeniano periodo Ediacarano

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cryogenian Period in GeoWhen Database.
  2. ^ James G. Ogg, Status on Divisions of the International Geologic Time Scale. in Lethaia, vol. 37, 2004, p. 183–199.
  3. ^ Global Boundary Stratotype Section and Point (GSSP) of the International Commission of Stratigraphy, Status on 2009.
  4. ^ Chronostratigraphic chart 2014, ICS. URL consultato l'11 agosto 2014.
  5. ^ Dave Lawrence, "Microfossil lineages support sloshy snowball Earth" in Geotimes, April 2003.
  6. ^ Hoffman, P.F. 2001. Snowball Earth theory
  7. ^ vedi il lavoro di J. Kirshvink Inertial Interchange True Polar Wander [1])
  8. ^ Porter, S.A., and Knoll, A.H. (2000) Testate amoeba in the Neoproterozoic Era: evidence from vase-shaped microfossils in the Chuar Group, Grand Canyon: Paleobiology 26 (3): 360-385. Vedi anche Cryogenian
  9. ^ untitled

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Geologia Portale Geologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Geologia