Crazy Rhythms

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crazy Rhythms
Artista The Feelies
Tipo album Studio
Pubblicazione aprile 1980
Durata 43 min : 04 s
Dischi 1
Tracce 9
Genere[1] New wave
Post-punk
Rock
Etichetta Stiff
Produttore Billy Million, Glenn Mercer, Mark Abel
Registrazione Vanguard Studios, NY, 1979
The Feelies - cronologia
Album precedente
Album successivo
The Good Earth
(1986)

Crazy Rhythms è l'album di debutto del gruppo musicale statunitense The Feelies. Venne pubblicato nell'aprile del 1980 dalla Stiff Records.

Tutti i brani sono accreditati alla coppia "Mercer/Million", con l'eccezione della cover dei Beatles Everybody's Got Something to Hide (Except Me and My Monkey).

Critica[modifica | modifica sorgente]

L'album venne acclamato dalla critica e ricevette recensioni entusiastiche, fu votato uno dei migliori album del 1980 nella classifica annuale della rivista Village Voice, battendo altri dischi famosi usciti lo stesso anno, come Scary Monsters (David Bowie), Closer (Joy Division), e Emotional Rescue (Rolling Stones).[2] Inoltre si è classificato alla posizione numero 49 nella classifica dei "100 migliori album degli anni ottanta" della rivista Rolling Stone.

Nel settembre 2009 l'album è stato interamente suonato dal vivo dai membri del gruppo riformatosi recentemente, durante il festival All Tomorrow's Parties.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Tutti i brani opera di Bill Million e Glenn Mercer eccetto dove indicato.

Lato A[modifica | modifica sorgente]

  1. The Boy with the Perpetual Nervousness – 5:10
  2. Fa Cé-La – 2:04
  3. Loveless Love – 5:14
  4. Forces at Work – 7:10

Lato B[modifica | modifica sorgente]

  1. Original Love – 2:55
  2. Everybody's Got Something To Hide (Except Me and My Monkey) (John Lennon, Paul McCartney) – 4:18
  3. Moscow Nights – 4:34
  4. Raised Eyebrows – 3:00
  5. Crazy Rhythms – 6:13

Bonus track dell'edizione CD 1990[modifica | modifica sorgente]

Bonus tracks dell'edizione CD 2009[modifica | modifica sorgente]

  • Fa Cé-La (versione singolo, originariamente pubblicata nel 1979 dalla Rough Trade)
  • The Boy With The Perpetual Nervousness (versione demo di Carla Bley)
  • Moscow Nights (versione demo di Carla Bley)
  • Crazy Rhythms (live) (registrata al 9:30 Club, Washington D.C., 14 marzo 2009)
  • I Wanna Sleep In Your Arms (live) (registrata al 9:30 Club, Washington D.C., 14 marzo 2009)

Ristampe in CD[modifica | modifica sorgente]

La prima uscita del disco in formato CD avvenne in Germania e negli Stati Uniti nel 1986. L'edizione del 1990 pubblicata dalla A&M Records includeva, come bonus track, una cover dei The Rolling Stones, la canzone Paint It, Black. Il brano non risaliva però all'epoca dell'uscita del 33 giri originario, ma si trattava di una registrazione del 1990 (senza la partecipazione di Fier o DeNunzio), non registrata durante le sessioni per l'album Crazy Rhythms.[3]

La terza edizione del disco in CD è stata pubblicata dalla Bar/None Records nel settembre 2009 negli Stati Uniti e in Canada. La Domino Records si è poi occupata di distribuire l'album anche in Europa. Nella confezione del CD è presente una card con dei codici personali per il download digitale di 5 bonus tracks: la versione su singolo di Fa Cé-La (1979), il demo di The Boy With The Perpetual Nervousness e di Moscow Nights, e le versioni dal vivo registrate il 14 marzo 2009 di Crazy Rhythms e I Wanna Sleep In Your Arms.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

  • Bill Million - chitarra ritmica, voce, percussioni, campane
  • Glenn Mercer - chitarra elettrica, voce, tastiere, percussioni
  • Keith De Nunzio - basso, percussioni e cori
  • Anton Fier - batteria, percussioni

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Crazy Rhytms su All Music Guide. URL consultato il 22-05-2008.
  2. ^ "The 1980 Pazz & Jop Critics Poll" su Robert Christgau website
  3. ^ "Crazy Rhythms by The Feelies" on Rate Your Music website, retrieved March 10 2008.