Code: Breaker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Code: Breaker
manga
Copertina italiana del primo volume
Copertina italiana del primo volume
Titolo orig. コード:ブレイカ
(Kōdo: Burēkā)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Akimine Kamijyo
Editore Kōdansha
1ª edizione giugno 2008 – luglio 2013
Collanaed. Weekly Shōnen Magazine
Tankōbon 26 (completa)
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
1ª edizione it. febbraio 2010
Collanaed. it. Manga Superstars
Periodicità it. bimestrale
Volumi it. 25 / 26 Completa al 96%.
Target shōnen
Code: Breaker
serie TV anime
Titolo orig. コード:ブレイカ
(Kōdo:Burēkā)
Autore Akimine Kamijyo
Regia Yasuhiro Irie
Character design Yukie Akitani
Studio Kinema Citrus
Musiche Takayuki Hattori
Rete Chiba TV
1ª TV 6 ottobre 2012 – 23 dicembre 2012
Episodi 13 (completa)
« Occhio per occhio. Dente per dente. Male per male. »
(Rei Ogami illustra l'etica di un Code: Breaker)

Code: Breaker (コード:ブレイカ Kōdo: Burēkā?) è un manga di Akimine Kamijyo pubblicato sulla rivista Weekly Shōnen Magazine a partire da giugno 2008 e terminato nel luglio 2013. Il modo corretto di scrivere il titolo è CØDE:BREAKER, particolare che è stato mantenuto nell'edizione italiana curata dalla Planet Manga.

Nel 2012 il manga è stato adattato in una serie televisiva anime prodotta dalla Kinema Citrus.[1][2]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Sakura Sakurakoji è una liceale che, a dispetto del suo aspetto fragile, è appassionata di combattimento e arti marziali. Un giorno, mentre in autobus torna a casa, vede delle persone bruciare in un parco. Accanto a loro c'è un ragazzo, dalla cui mano sinistra scaturisce una fiamma azzurra, che il giorno seguente si rivelerà essere Rei Ogami, suo nuovo compagno di classe. Ogami, venuto a sapere che la ragazza è a conoscenza della sua vera natura, le rivelerà di essere un Code:Breaker, il cui scopo è punire coloro che la legge non può punire e proteggere coloro che la giustizia non può proteggere. Da quel momento Sakura si prefigge come obiettivo di scongiurare qualsiasi omicidio ad opera del ragazzo. Capitolo per capitolo saranno introdotti tutti i Code:Breaker rimanenti e la loro guida, il Presidente del Comitato Studentesco, che si occuperà di allenare Ogami in modo che questi sia in grado di sconfiggere il Ricercato, che altri non è che suo fratello maggiore, deciso a impadronirsi di un misterioso potere appartenente a Eden, l'associazione che controlla tutti i Code:Breaker.

Più tardi i Code:Breaker saranno costretti ad affrontare la loro stessa organizzazionee,Eden,poiché i Code:Name,ex gruppo di appartenenza del Ricercato,desidera il braccio di Ogami.

Successivamente combatteranno le Specie Rare superstiti del 32 dicembre.[non chiaro]

Il vaso di Pandora[modifica | modifica sorgente]

Il Vaso di Pandora è una misteriosa scatola che è collocata in una stanza nei sotterranei di Villa Shibuya, controllata da Inoichi, una bambola meccanica. La chiave necessaria per aprire le svariate porte che conducono ad essa è consegnata a Sakura da Hitomi poco prima della morte di quest'ultimo. Shibuya non permette a nessun Code:Breaker di entrarvi, poiché probabilmente, grazie al Vaso di Pandora, il fortunato potrebbe diventare l'utilizzatore più forte. Toki riacquista il suo potere originale proprio dal Vaso. Anche Haruto, il killer incaricato dell'omicidio di Sakurakoji, ha acquisito il potere di assorbire materiali ferrosi per trasformarli in armi che si posizionano dove in origine c'era il braccio bruciato da Ogami dal Vaso. Attualmente si trova nelle mani del primo ministro Fujiwara.

Code: End[modifica | modifica sorgente]

Per Code: End si intende la perdita totale e definitiva dei poteri dei Code: Breaker. È causata dal prolungato utilizzo dei poteri da parte degli utilizzatori.

È Hitomi(ex Code:01) a spiegarne il funzionamento: dopo aver abusato, o semplicemente utilizzato, troppo a lungo il proprio potere, in esso e nell'organismo dell'utilizzatore si presentano delle anomalie. Questi "problemi" sono il primo e più visibile sintomo della Code: End. L'unico seguito possibile alla Code: End è la morte dell'utilizzatore stesso.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Code: Breaker.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Code:Breaker Anime Staff Listed, Image Revealed in Anime News Network, 30 marzo 2012. URL consultato il 1º aprile 2012.
  2. ^ Code:Breaker Anime's 2 TV Ads Streamed in Anime News Network, 29 agosto 2012. URL consultato il 30 agosto 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga