Cochabamba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cochabamba
comune
Cochabamba / Qhuchapampa
Cochabamba – Stemma Cochabamba – Bandiera
Cochabamba – Veduta
Localizzazione
Stato Bolivia Bolivia
Dipartimento Flag of Cochabamba.svg Cochabamba
Provincia Cercado
Amministrazione
Sindaco Edwin Arturo Castellanos Mendoza
Territorio
Coordinate 17°23′37″S 66°09′25″W / 17.393611°S 66.156944°W-17.393611; -66.156944 (Cochabamba)Coordinate: 17°23′37″S 66°09′25″W / 17.393611°S 66.156944°W-17.393611; -66.156944 (Cochabamba)
Altitudine 2560 m s.l.m.
Superficie 284 km²
Abitanti 618 386 (2010)
Densità 2 177,42 ab./km²
Altre informazioni
Lingue spagnolo, quechua
Prefisso 04
Fuso orario UTC-4
Nome abitanti cochabambinos
Soprannome La Llajta
Cartografia
Mappa di localizzazione: Bolivia
Cochabamba
Sito istituzionale

Cochabamba (in quechua Quchapampa) è un comune (municipio in spagnolo) della Bolivia capoluogo della provincia di Cercado e del dipartimento di Cochabamba con 618.386 abitanti (dato 2010)[1].

Toponimo[modifica | modifica sorgente]

Il nome della città deriva dalla lingua quechua: qucha = lago, pampa = pianura.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La città fu fondata il 2 agosto 1571, come parte del Viceregno del Perù, per ordine del viceré Francisco de Toledo. L'idea era quella di creare un centro di produzione agricola.

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cristo de la Concordia.

A Cochabamba sorge la colossale statua del Cristo de la Concordia, una delle statue più alte del mondo: misura 34,20 metri più un basamento di 6,24 metri. La statua, collocata sulla cima del Cerro San Pedro, è raggiungibile mediante una scalinata di 1399 gradini oppure con una teleferica.

Altro luogo di grande interesse è la cattedrale di San Sebastiano, dell'inizio del XVIII secolo.

Società[modifica | modifica sorgente]

Anniversari e festività[modifica | modifica sorgente]

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Università[modifica | modifica sorgente]

A Cochabamba è presente l'università più grande della Bolivia: l'Universidad Mayor de San Simón. Si trovano inoltre alcune università private quali l'Universidad Privada del Valle e l'Universidad Católica Boliviana.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Cantoni[modifica | modifica sorgente]

Il comune è suddiviso in 2 cantoni:

  • Cochabamba
  • Llave Mayu

Città gemellate[modifica | modifica sorgente]

Cochabamba è gemellata con:

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

A Cochabamba ha avuto luogo nell'ottobre 1997 un "pellegrinaggio di fiducia sulla terra" organizzato dalla comunità di Taizé. Nel 1999 la coalizione di forze politiche guidata dal dittatore Banzar decide di privatizzare l'acqua. La concessione viene affidata alla multinazionale statunitense Bechtel, insieme all'italiana Edison. Nello stesso anno nasce un comitato composto dai cittadini, chiamato "coordinadora de defensa del agua y la vida", per protestare contro la privatizzazione dell'acqua. Inizia così una vera e propria battaglia, che provocherà 6 vittime e numerosi feriti, e che terminerà il 10 aprile 2000 con la vittoria del popolo boliviano. [senza fonte] Il governo infatti cancella la legge che aveva dato il via alla privatizzazione dell'acqua, a cui seguirà l'espulsione della Bechtel.[senza fonte] La città è sede del parlamento dell'Unione delle Nazioni Sudamericane

Cochabamba, nel film Scarface, è il luogo in cui risiede il "Barone della droga", ovvero Alejandro Sosa, interpretato dal compianto Paul Shenar.

Personaggi celebri[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ stima abitanti 2010 dal sito di statistica boliviano. URL consultato il 26 marzo 2012.
  2. ^ (FR) Gemellaggio Nantes-Cochabamba. URL consultato il 14 agosto 2009.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Geografia Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Geografia