Canned Heat (gruppo musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Canned Heat
Da sinistra Taylor, Vestine, Hite, Wilson e De La Parra (1970)
Da sinistra Taylor, Vestine, Hite, Wilson e De La Parra (1970)
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Blues rock
Boogie rock
Blues
Periodo di attività 1965 – in attività
Album pubblicati 28
Studio 11
Live 6
Raccolte 11
Sito web

I Canned Heat sono un gruppo blues rock fondato a Los Angeles, California nel 1965.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il gruppo si formò nel 1965, composto da Alan Wilson (chitarra, armonica a bocca e voce), Bob Hite, detto The Bear (voce e armonica a bocca) ed Henry Vestine (chitarra).

Il bassista Larry Taylor, strumentista eccelso che suonò anche con il rocker inglese John Mayall nell'LP USA Union, fece parte dei Canned Heat dal 1967 al 1970 e partecipò con loro a vari festival, compresi il Monterey Pop Festival e Woodstock.

Nel 1967 la band si fece conoscere al Festival di Monterey e incise Canned Heat.

Nel 1968, con Boogie with the Canned Heat, accolse nell’organico il batterista Adolfo De La Parra, detto Fito. Poi arrivarono i successi di On the Road Again (famosa la cover del 1977 dei francesi Rockets) e Going Up the Country (tratta dal successivo livin the blues

del 1968), che si imposero subito nell’olimpo dei grandi classici del rock blues.

Bob Hite (1974)

L'America nel frattempo stava attraversando uno degli eventi più tragici e negativi della sua storia, la guerra del Vietnam; così anche i Canned Heat parteciparono al Festival di Woodstock per aggiungere al coro il loro messaggio di pace. Alla manifestazione musicale il complesso si presentò con Harvey Mandel al posto di Vestine uscito momentaneamente dalla formazione: si trattava di un ottimo chitarrista nel cui curriculum figuravano collaborazioni con Muddy Waters, Buddy Guy e soprattutto la militanza nel gruppo di Charlie Musselwhite (nell'album Stand Back! Here Comes The Charlie Musselwhite's South Side Band del 1966[1]). Con questa line-up i Canned Heat incisero gli album Future Blues (1970) e il coevo Canned Heat '70 Concert Live In Europe[1].

Rientrato Vestine, sempre nel 1970, registrarono il magnifico Hooker 'N Heat con il "maestro" John Lee Hooker. Questo fu l'ultimo album di studio che vide la partecipazione di Alan Wilson poiché sarebbe morto nel settembre dello stesso anno per un’overdose. Lo scatto per la copertina dell'album fu preso dopo la sua morte, ma si può notare una foto di Alan appesa sul muro dietro alla Band.

In seguito, Hite, De La Parra e Vestine guidarono la band per altri album ma di scarsa fortuna. Il 5 aprile 1981, all'età di 38 anni, Bob Hite, noto anche per la sua straordinaria collezione di dischi blues, morì per un attacco di cuore probabilmente in seguito a un collasso per overdose di eroina.

I Canned Heat hanno introdotto nel panorama musicale un nuovo modo di suonare il blues, il pianoforte non è più lo strumento principale, il genere si avvicina al rock 'n' roll e il ritmo diventa talvolta frenetico; erano le premesse per la nascita del boogie rock che travolse gli Stati Uniti e che si diffuse particolarmente tra le truppe impegnate in guerra.

Formazione e componenti[modifica | modifica sorgente]

I componenti dei Canned Heat nella loro "formazione classica" (1967–70) sono stati i seguenti:

  • Bob "The Bear" Hite – voce (1965–1981; deceduto nel 1981)
  • Alan "Blind Owl" Wilson – chitarra elettrica, slide guitar, armonica a bocca, voce (1965–1970; deceduto nel 1970)
  • Henry "The Sunflower" Vestine – chitarra elettrica (1965–1969, 1970–1974, 1980-1981, 1985–1988, 1992–1997; deceduto nel 1997)
  • Larry "The Mole" Taylor – basso; occasionalmente chitarra, voce (1967–70, 1978–80, 1987–92, 1996–97, 2010–presente)
  • Adolfo "Fito" de la Parra – batteria, voce (1967–presente)
  • Harvey "The Snake" Mandel – chitarra elettrica (1969–70, 1990-1992, 1996–99, 2010–presente)

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

  • 1967 - Canned Heat, Liberty Records
  • 1968 - Boogie with Canned Heat, Liberty
  • 1968 - Living the Blues [Akarma], Liberty
  • 1968 - Hallelujah, Liberty
  • 1970 - Future Blues, Liberty
  • 1970 - Vintage, Janus
  • 1970 - Hooker 'N Heat, Liberty LP, CD EMI, (con John Lee Hooker)
  • 1972 - Historical Figures and Ancient Heads, United Artists
  • 1973 - The New Age, United Artists
  • 1973 - One More River to Cross, Atlantic, WEA Records
  • 1974 - Memphis Heat, Barclay (France), con Memphis Slim
  • 1974 - Gates On Heat, Barclay (France), con Clarence Gatemouth Brown
  • 1978 - Human Condition, Takoma/Sonet
  • 1984 - The Heat Brothers '84
  • 1981 - Kings of the Boogie, Destiny Records
  • 1986 - Infinite Boogie, Rhino
  • 1987 - Boogie Up the Country, inak 1728-2P
  • 1988 - Reheated, SPV 858805
  • 1994 - Internal Combustion,Aim 1044 (augmented ed. as - Gambling Woman)
  • 1996 - Canned Heat Blues Band,Ruf Records
  • 1997 - The Ties That Bind (registrato con l'Atlantic Records nel 1974), RCA Mexico
  • 1998 - House of Blue Lights
  • 1999 - Boogie 2000, Ruf Records
  • 2000 - The Boogie House Tapes, Ruf Records
  • 2003 - Friends in the Can, Ruf Records
  • 2003 - The USA Sessions con Javier Batiz (nel 1969)
  • 2004 - The Boogie House Tapes Volume 2, Ruf Records
  • 2007 - Under Dutch Skies, Mlp (3 concerti del '70,'71 e '74)
  • 2007 - Christmas Album, Ruf Records (con E. Clapton, Dr. John)

Live[modifica | modifica sorgente]

Raccolte[modifica | modifica sorgente]

  • 1969 - Canned Heat Cookbook, Liberty
  • 1972 - The Best of Canned Heat, 1990 CD, EMI/Capitol
  • 1975 - The Very Best of Canned Heat, 1975 LP United Artists
  • 1989 - Let's Work Together: The Best of Canned Heat, EMI
  • 1994 - Uncanned! The Best of Canned Heat, EMI/Capitol
  • 1996 - Best of Hooker 'n' Heat, EMI E2-38207
  • 1996 - Straight Ahead, Magnum (da - Vintage ('66) + - Live at Topanga('69) )
  • 2007 - The Very Best of Canned Heat, EMI

Singoli[modifica | modifica sorgente]

  • 1967 - Bullfrog Blues
  • 1967 - On The Road Again
  • 1968 - Going Up the Country
  • 1968 - Anphetamine Annie
  • 1969 - Time Was
  • 1969 - Let's Work Together

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b pag.328 di Grande Enciclopedia della Chitarra e dei Chitarristi, Stefano Tavernese (a cura di), Editori Riuniti Roma giugno 2003 ISBN 88-359-5257-3.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock