Boogie rock

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Boogie rock
Origini stilistiche Hard rock
Blues rock
Rock & roll
Origini culturali Stati Uniti e Regno Unito tra la fine degli anni sessanta e primi anni settanta
Strumenti tipici Chitarra elettrica, basso, batteria
Popolarità La popolarità massima del genere venne raggiunta negli anni settanta, soprattutto negli Stati Uniti e Regno Unito.
Generi correlati
Hard rock - Southern rock - Arena rock - Heavy metal - Hard & heavy - Blues - British blues - Pop rock - Soft rock - Dance rock - Psychedelic rock - Acid rock - Progressive rock
Categorie correlate

Gruppi musicali boogie rock · Musicisti boogie rock · Album boogie rock · EP boogie rock · Singoli boogie rock · Album video boogie rock

Il boogie rock è un sottogenere del hard rock/blues rock dalle sonorità più dure, nato negli anni sessanta[1].

Si utilizzano un tempo di 4/4 e un approccio strumentale; quelle del boogie rock erano composizioni semplici nate con lo scopo di far divertire[2].

Di origine statunitense il fenomeno toccò artisti quali ZZ Top[3], Black Oak Arkansas[4], Little Feat[5], Lynyrd Skynyrd[6], Molly Hatchet,[7], The Allman Brothers Band[8], Blackfoot[9].

Nel Regno Unito ci furono i Foghat[10], Status Quo[11], i The Grease Band di Joe Cocker[12], Humble Pie[13], Juicy Lucy[14], Savoy Brown[15]

Il fenomeno giunse in Canada con i The Guess Who[16] e i Bachman-Turner Overdrive[17], e anche in Australia con i Rose Tattoo e gli Airbourne [18].

Note[modifica | modifica wikitesto]

rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock