Benedetto Buglioni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Benedetto Buglioni (Firenze, 20 dicembre 1459Firenze, 7 marzo 1521) è stato uno scultore italiano; insieme al nipote Santi fu antagonista dei Della Robbia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Benedetto Buglioni si formò nella bottega di Andrea della Robbia che lo istruisce sulle varie tecniche di smaltatura di terracotta invetriata (terracotta smaltata). Grazie a una tecnica più veloce e meno finita riuscì ad abbassare i costi della produzione di ceramica smaltata, ottenendo importanti commissioni come il fregio delle Opere della Misericordia all'Ospedale del Ceppo a Pistoia, eseguita in larga parte dal nipote Santi Buglioni.

Negli anni 1480, Buglioni apre la propria bottega a Firenze. La maggior parte delle sue opere sono sculture in terracotta secondo lo stile dei Della Robbia. Tra il 1487 e il 1490 Benedetto e suo fratello Francesco lavorano a Perugia dove realizzano un altare per la cattedrale.

Più tardi, ancora una volta insieme al fratello (e poi con il nipote Santi Buglioni), lavora su più tavole realizzate per la collegiata di Santa Cristina a Bolsena.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Crocifissione con la Maddalena , Radicofani
Benedetto Buglioni e bottega, San Romolo e due suoi compagni martiri

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Volker Krahn, Arte del Rinascimento italiano nel Kaiser Wilhelm Museum Krefeld, 1987, ISBN 3-926530-30-8

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 12159649 LCCN: nr91000689