Arca russa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arca russa
Arca Russa Screenshot.jpg
Scena del film
Titolo originale Русский ковчег (Russkij Kovčeg)
Lingua originale Russo
Paese di produzione Russia, Germania
Anno 2002
Durata 96 min
Colore Colore
Audio Sonoro
Rapporto 1.85:1 (16:9)
Genere Storico, Fantastico
Regia Aleksandr Sokurov
Sceneggiatura Aleksandr Sokurov, Anatoli Nikiforov, Boris Khaimsky, Svetlana Proskurina
Produttore Andrey Deryabin, Jens Meurer, Karsten Stöter
Produttore esecutivo Andrew Colton
Casa di produzione Egoli Tossell Film, Fora Film, The Hermitage Bridge Studio
Fotografia Tilman Büttner
Montaggio Stefan Ciupek, Sergej Ivanov, Betina Kuntzsch
Musiche Sergei Yevtushenko
Costumi Maria Grishanova, Lidiya Kryukova, Tamara Seferyan
Trucco Zhanna Rodionova
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi
« Dovremo navigare per sempre e vivere per sempre. »
(Voce narrante)

Arca russa (in russo: Русский ковчег?) è un film del 2002, diretto da Aleksandr Sokurov. Il film ha la particolarità di essere un'intera piano-sequenza (ovvero senza stacchi, quindi senza montaggio). È stato presentato in concorso il 22 maggio 2002 al 55º Festival di Cannes.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Per tutta la durata del film vediamo attraverso gli occhi di un personaggio non identificato, del quale sentiamo la voce, che si ritrova, come in un sogno, nel Palazzo d'Inverno di San Pietroburgo, un tempo residenza degli Zar e oggi museo. L'unica persona che sembra vedere il nostro visitatore è un diplomatico francese dell'ottocento, il marchese Astolphe de Custine, che lo accompagna nel percorso attraverso il palazzo. Attraversando le varie sale e i corridoi i due visitatori si muovono anche attraverso le epoche della storia russa: vediamo Pietro il Grande, l'imperatrice Caterina II, gli zar Nicola I e Nicola II, fino ai visitatori del museo dell'Ermitage dei giorni nostri. Il viaggio si conclude con una sfarzosa festa al termine della quale una folla di nobili russi si riversa fuori dal palazzo. E si scopre che il palazzo si trova sospeso sul mare in eterno.

Realizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Al film hanno lavorato più di 4500 persone, tra cui 867 attori, 3 orchestre e 22 assistenti alla regia. È stato girato in digitale con una videocamera Sony HDW-F900 realizzata appositamente; il video è stato registrato in formato non compresso su un hard disk speciale che poteva contenere fino a 100 minuti di filmato. La ripresa è avvenuta nel palazzo dell'Ermitage di San Pietroburgo, il 23 dicembre 2001. Sono stati necessari quattro tentativi per riuscire ad effettuare la ripresa, poiché i primi tre sono stati interrotti a causa di errori tecnici.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

La rivista del British Film Institute Sight & Sound l'ha indicato fra i trenta film chiave del primo decennio del XXI secolo.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Sight & Sound’s films of the decade. URL consultato l'8-6-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema