Alle soglie dell'impero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alle soglie dell'impero
Titolo originale Das Flötenkonzert von Sans-souci
Lingua originale tedesco
Paese di produzione Germania
Anno 1930
Durata 88 min
Colore B/N
Audio sonoro Mono
Rapporto 1,33 : 1
Genere drammatico, storico
Regia Gustav Ucicky
Soggetto dal romanzo di Johannes Brandt
Sceneggiatura Walter Reisch
Produttore Günther Stapenhorst
Casa di produzione Universum Film (UFA)
Fotografia Carl Hoffmann
Musiche Willy Schmidt-Gentner
Scenografia Robert Herlth e Walter Röhrig
Costumi Peter A. Becker, Hermann J. Kaufmann e Leopold Verch
Interpreti e personaggi

Alle soglie dell'impero (Das Flötenkonzert von Sans-souci) è un film del 1930 diretto da Gustav Ucicky.

Fu il primo film sonoro di una serie di pellicole conosciute sotto il nome di Fridericus-Rex-Filme che, dal 1920 al 1942, la cinematografia tedesca dedicò alla figura di Federico II di Prussia.

Tratta dal romanzo di Johannes Brandt, la sceneggiatura di Walter Reisch ricostruisce i motivi dello scoppio della guerra dei sette anni, conflitto europeo e mondiale che segnò indelebilmente la vicenda umana e politica del re prussiano. Il titolo originale può essere tradotto come Il concerto per flauto di Sans Souci: grande appassionato di flauto, Federico annuncia l'entrata in guerra della Prussia contro Austria, Francia e Russia durante un ricevimento nel suo castello di Potsdam, quando già le sue armate sono in marcia contro il nemico.

Das Flötenkonzert von Sans-souci è, anche, il titolo di un quadro di Adolph Menzel.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1756, a Dresda, durante un ballo in maschera nel palazzo di Heinrich von Brühl, ministro di Sassonia, si tengono colloqui riservati cui partecipano gli ambasciatori di Russia, Francia e Austria. Durante l'incontro, si mette a punto un complotto contro il re Federico II di Prussia, stipulando un trattato segreto. La cosa però non sfugge all'ambasciatore prussiano von Lindeneck che riesce a mettere le mani sopra il documento e a portarlo a Federico. Il re, quando vede le prove del complotto che si sta ordendo contro di lui, organizza un piano per contrastare i nemici.

Nonostante von Lindeneck dubiti della fedeltà della moglie Blanche, è costretto a lasciarla sola in Prussia, inviato di nuovo a Dresda in missione politica. Federico, infatti, lo ha incaricato di invitare gli ambasciatori delle tre potenze coinvolte nella trama a Potsdam dove, al palazzo di Sans-Souci, verrà data un ballo in loro onore. Durante la festa, Federico - dopo aver avuto un incontro con i suoi generali - si esibisce in un concerto per flauto: poi, pubblicamente, annuncia che i suoi reggimenti sono ormai in marcia contro il nemico. Dando così inizio a quella che sarà ricordata dalla storia come la guerra dei sette anni.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dallUniversum Film (UFA). Venne girato a Döberitz, a Potsdam e nel palazzo di Sans-Souci di Potsdam[1]. Le riprese durarono dal 27 agosto al 6 ottobre 1930[2].

Herbert Knötel fu consulente per le scene di ambiente militare, mentre la coreografia fu affidata a Jens Keith.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dall'Universum Film (UFA), fu presentato in prima a Berlino il 19 dicembre 1930 all'Ufa-Palast am Zoo[2]. Fu la prima volta che il pubblico sentì la voce di Otto Gebühr che fino a quel momento era sempre apparso sullo schermo in film muti: gli spettatori restarono così impressionati dalla sua voce che la sala si alzò in piedi per applaudire.

Negli Stati Uniti, il film venne distribuito dall'Ufa Film Company e presentato a New York il 16 ottobre 1931 senza sottotitoli con il titolo The Flute Concert of Sans-Souci[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ IMDb locations
  2. ^ a b Film Portal
  3. ^ IMDb release info

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema