Adriano Zecca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adriano Zecca
Adriano Zecca.jpg
Adriano Zecca con la maglia del Verona
Dati biografici
Nazionalità bandiera Italia
Altezza 174 cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1957 - giocatore
1972 - allenatore
Carriera
Giovanili
193?-1940 Andrea Doria Andrea Doria
Squadre di club1
1940-1941 Rapallo Ruentes Rapallo Ruentes  ? (?)
1941-1942 Sanremese Sanremese  ? (?)
1942-1943 Reggiana Reggiana 18 (14)
1944 Liguria Liguria 3 (0)
1945 Genova 1893 Genova 1893 0 (0)
1945-1946 Torino Torino 2 (0)
1946-1947 Modena Modena 36 (6)
1947-1949 Venezia Venezia 72 (38)
1949-1953 Roma Roma 91 (22)
1953-1954 Verona Verona 27 (8)
1954-1955 Bari Bari 23 (6)
1955-1957 Foligno Foligno  ? (?)
Nazionale
1950 Italia Italia B 1 (0)
Carriera da allenatore
1958-1960 Vis Pesaro Vis Pesaro
1968-1969 Spezia Spezia
1971-1972 Viterbese Viterbese
1997 Sorrento Sorrento
1978-1979 Brindisi Brindisi [1]
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 luglio 2011

Adriano Zecca (Genova, 11 aprile 1923marzo 1983) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo centravanti o ala sinistra.

Carriera da calciatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Dopo gli esordi nell'Andrea Doria[2] e nel Rapallo, che lo presta nel 1941-1942 alla Sanremese[3], si mette in luce nella stagione 1942-1943, realizzando 14 reti in 18 incontri in Serie C con la Reggiana.

Nel 1945 militò nel Genova 1893, società con cui vinse la Coppa Città di Genova.[4]

Dopo l'interruzione bellica viene ingaggiato dal Torino, che è nella fase iniziale del ciclo che lo porterà alla conquista di cinque scudetti consecutivi. Zecca disputa coi granata l'anomalo e vittorioso campionato 1945-1946, sostituendo in due occasioni il centravanti titolare Gabetto [5].

A fine stagione viene ceduto al Modena, con cui disputa da titolare (36 presenze e 6 reti) il campionato di Serie A 1946-1947, chiuso dai canarini con uno storico terzo posto. Non viene però confermato trasferendosi al Venezia, appena retrocesso in Serie B. In due stagioni in laguna trova la via della rete con maggior costanza (38 reti in 2 annate), conquistando la promozione in massima serie nel 1948-1949.

Nel 1949 viene acquistato dalla Roma; nella capitale Zecca resta 4 stagioni, facendo parte della rosa dell'unica retrocessione della storia dei giallorossi in Serie B (1950-1951), ma contribuendo con 9 reti all'immediato ritorno in A nella stagione successiva. (Alcune fonti riportano che Zecca abbia segnato 10 reti quell'anno, ma gli viene attribuito un gol che in realtà è un autogol di Calzavara[6]).

Dopo un'altra stagione in A con la Roma, nel 1953 passa al Verona in Serie B, e quindi al Bari, con cui vince il campionato di Serie C 1954-1955, il terzo dei 6 disputati a girone unico.

Chiude la carriera col Foligno in IV Serie. In carriera ha disputato complessivamente 100 presenze e 19 reti in Serie A e 126 presenze e 56 reti in Serie B.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Nel 1950 ha disputato un incontro con la Nazionale B, contro i pari categoria dell'Austria[7]

Carriera da allenatore[modifica | modifica sorgente]

Cessata l'attività agonistica, ha intrapreso quella di allenatore, guidando prevalentemente formazioni di Serie C, quindi quella di direttore sportivo

È scomparso nel 1983 all'età di 59 anni.[8]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Almanacco illustrato del calcio 1979, edizioni Panini, pag.316
  2. ^ Elenco dei giocatori italiani autorizzati a cambiare Società nella stagione 1940-41, da «Il Littoriale», 27 agosto 1940, pp. 2-3
  3. ^ Giocatori di calcio autorizzati a cambiare società nella stagione 1942(XX)-1943(XXI), da «Il Littoriale», 26 agosto 1942, pp. 2-3
  4. ^ Almanacco storico del Genoa, pag.200
  5. ^ Grande Torino-Invincibili xoomer.virgilio.it
  6. ^ http://www.asromaultras.org/5152romamessina_02.jpeg
  7. ^ Almanacco illustrato del Calcio 2005, edizioni Panini, pag. 734-791
  8. ^ Notizia della morte Footballbrindisi.it

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Torino: 1945-1946
Roma: 1951-1952
Bari: 1954-1955

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]